Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Stati Uniti: “Il Nicaragua è una dittatura e manca di qualsiasi mandato democratico”

Al potere dal 2007, a quasi 76 anni, Daniel Ortega è stato rieletto per il quarto mandato consecutivo (foto pubblicata da Confidencial)

Il Nicaragua è una dittatura. manca uno Stato democratico”.

lei dice Ricardo Zunigae Primo Vice Segretario di Stato, Ufficio per gli affari dell’emisfero occidentale, Dipartimento di Stato degli Stati UnitiDurante una conferenza stampa alla quale ha partecipato Infobae Sulle elezioni del 7 novembre in Nicaragua e l’approvazione del Legislazione rinata. Ha anche fornito un aggiornamento sulla partecipazione degli Stati Uniti prima dell’Assemblea generale dell’OSA del 10-12 novembre.

Queste elezioni non hanno credibilità come esercizio democratico. Non si può dire che le persone che dovrebbero essere elette in questo processo possano essere considerate leader eletti dei nicaraguensi. Non posso negare che si tratti di una dittatura basata sulla personalità e sul potere familiare. Nessuno si lascia ingannare dalla farsa elettorale.dice Zuniga.Con questi risultati il ​​Nicaragua è diventato un regno completamente totalitario”.

Daniel Ortega, al potere dal 2007, è stato rieletto domenica per il quarto mandato consecutivo senza incontrare ostacoli lungo la strada: I suoi principali oppositori sono detenuti con l’accusa di “minare la sovranità del Paese”.

Il funzionario Usa ha detto che meno del 20% è andato alle urne, e che questa è una chiara indicazione che “il popolo del Nicaragua è privato delle libere elezioni. Gli ha voltato le spalle ed è rimasto a casa”.

“Il Nicaragua vuole un futuro che solo la democrazia può dare” (Reuters/Luis Cortes).

“I nicaraguensi vogliono un futuro che dia loro solo la democrazia”, ​​ha spiegato. In Nicaragua vivono in una repubblica della paura. Le misure repressive contro i suoi residenti si sono intensificate quest’anno, durante il quale Il regime ha imprigionato dissidenti, esiliato centinaia di persone e commesso gravi violazioni dei diritti umani”.

READ  In diretta: Premio Nobel per la Fisica a Siukuru Manabe, Klaus Hesselmann e Giorgio Baresi

Riguardo a una domanda di Infobae per me Paesi come Argentina, Bolivia e Venezuela che hanno sostenuto o non condannato il risultato elettorale Dal Nicaragua, disse Zuniga,L’importante è chiedere a quei governi di spiegare quel voto. Penso che sia stato molto chiaro dalle numerose dichiarazioni in tutta la regione che hanno denunciato le azioni del settimo o affermato che mancavano di legittimità o credibilità”.

Con il mormorio delle elezioni del 7 novembre, il Nicaragua è passato da fragile democrazia a regime completamente autoritario.“, per cautela.

Il Organizzazione degli Stati americani (OAS) La sua 51a Assemblea Generale si aprirà mercoledì. La scena sarà dominata dalle contestate elezioni in Nicaragua. Zuniga ha avvertito che il ripristino della democrazia nel Paese e l’immediata e incondizionata libertà dei prigionieri politici saranno discussi in modo approfondito lì. “Nell’OAS, sarà molto importante che gli altri paesi riconoscano ciò che sta accadendo. Non è una questione di ideologia, ma se rispettare o meno le leggi del Paese e la base democratica dei Paesi delle Americhe».

Organizzazioni indipendenti stimano che meno del 20% dei nicaraguensi sia andato a votare domenica (EFE/Jader Flores)
Organizzazioni indipendenti stimano che meno del 20% dei nicaraguensi sia andato a votare domenica (EFE/Jader Flores)

“Questa non è una partita a scacchi. Non puoi giocare con le persone come se fossero pezzi”, Il funzionario condannato in riferimento al regime di Daniel Ortega, al quale lo ha paragonato Anastasio Somoza, che ha combattuto la sua dittatura quando era un gangster:Ironia della sorte, Ortega Murillo instaura la dittatura di una dinastia come quella dei Somoza, rovesciata dai sandinisti 40 anni fa.“.

Per quanto riguarda Possibilità di aumentare le sanzioni contro il Nicaragua, l’ufficiale Hanno confermato che prenderanno in considerazione misure in cooperazione con l’Unione europea e il Canada nel contesto di Renacer. E presto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, firmerà questa legge, secondo la quale il suo governo è obbligato a estendere le sanzioni al Nicaragua.

READ  Le agenzie di intelligence statunitensi hanno rivelato gli 11 paesi più vulnerabili ai cambiamenti climatici

Legislazione rinata (Enforcement of Electoral Reform Compliance in Nicaragua) Espande la supervisione dei prestiti dalle istituzioni finanziarie internazionali al Nicaragua. Inoltre, Chiede sanzioni selettive contro i funzionari nicaraguensi e da coordinare con il governo del Canada e l’Unione europea, oltre a richiedere una revisione della continua partecipazione del Nicaragua all’Accordo centroamericano di libero scambio (CAFTA).

“Qui negli Stati Uniti posso assicurarti che Continuiamo a valutare le misure diplomatiche ed economiche che aiutano a tenere conto del governo di Ortega Murillo. Ciò include l’imposizione di costi ai nicaraguensi complici delle violazioni.“.

Per quanto riguarda la possibilità di aumentare le sanzioni contro il Nicaragua, il funzionario ha confermato che prenderanno in considerazione misure in collaborazione con l'Unione Europea e il Canada nel contesto del Renacer Act, che Biden firmerà presto (REUTERS / Jonathan Ernst)
Per quanto riguarda la possibilità di aumentare le sanzioni contro il Nicaragua, il funzionario ha confermato che prenderanno in considerazione misure in collaborazione con l’Unione Europea e il Canada nel contesto del Renacer Act, che Biden firmerà presto (REUTERS / Jonathan Ernst)

Qualsiasi battuta d’arresto in democrazia è un problema che riguarda tutti noiha sottolineato Zuniga. Indebolisce il consenso che esiste da molti anni a favore della democrazia. Sappiamo che anche nei paesi democratici hanno problemi che devono essere risolti. Scommettiamo che la democrazia è il modo migliore per affrontare i problemi che colpiscono le persone”.

Infobae Ha anche chiesto se gli Stati Uniti stessero analizzando qualche azione o se avrebbero monitorato le imminenti elezioni regionali che si terranno in Venezuela:Sfortunatamente, quello che possiamo vedere è che stiamo parlando di alcuni attori che hanno derubato il loro popolo della possibilità di votare in elezioni libere, credibili e affidabili. L’importante è agire come una regione per garantire che tutti i paesi che si sono impegnati attraverso la Carta democratica rispettino tali requisiti”.

READ  Israele ha lanciato un forte avvertimento ai terroristi di Hamas: "La pazienza sta finendo"

Continuare a leggere: