Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Stanno testando una macchina che genererà acqua e ossigeno per i futuri residenti lunari

Le future missioni sulla Luna non dipenderanno dalle forniture di acqua e ossigeno

Uno dei maggiori problemi del vivere fuori dalla Terra, in una base spaziale basata sulla Luna, è il risparmio acqua e ossigeno per gli astronauti.

Ma questo non sarà un problema secondo un nuovo esperimento condotto da ingegneri di Agenzia spaziale europea (ESA) Chi ha testato la macchina Separazione di acqua e ossigeno dalla regolite lunare, la sostanza che si trova in abbondanza sulla luna.

Gli esperti hanno aggiunto idrogeno e metano a una miscela minerale che imita il suolo lunare e riscaldata in una fornace a temperature fino a 1.830 gradi Fahrenheit, per vaporizzare il materiale. Dopo che i gas risultanti sono stati “lavati” con idrogeno, l’acqua viene separata mediante un convertitore catalitico e un condensatore, quindi estratta con ossigeno mediante elettrolisi. Nelle applicazioni del mondo reale, i sottoprodotti di metano e idrogeno verranno quindi riciclati attraverso il sistema.

Gli esperti hanno aggiunto idrogeno e metano a una miscela minerale che imita il suolo lunare e riscaldata in una fornace a temperature di 1.830 gradi Fahrenheit.
Gli esperti hanno aggiunto idrogeno e metano a una miscela minerale che imita il suolo lunare e riscaldata in una fornace a temperature di 1.830 gradi Fahrenheit.

“I nostri esperimenti dimostrano che la piattaforma è scalabile e può operare in un circuito chiuso quasi completamente autosufficiente, senza bisogno di intervento umano e senza inciampare”. ha detto Michele Lavagna, ingegnere aeronautico del Politecnico di Milano, che ha guidato le prove. La metà del suolo lunare è costituita da ossidi di ferro e silicio, che rappresentano circa un quarto dell’ossigeno.

Lavagna faceva parte di un consorzio di scienziati dell’Agenzia Spaziale Europea, dell’Agenzia Spaziale Italiana e della società aerospaziale tedesca OHB che questa settimana ha dimostrato un prototipo all’incontro annuale del Conferenza scientifica di Europlanet, che si è tenuto ca. Il processo in due fasi è simile a quello già utilizzato sulla Terra, ma si adatta a una miscela di minerali che si avvicina alla superficie lunare.

READ  Suggerimenti per evitare che ragni d'angolo raccapriccianti si impossessino della nostra casa o del nostro giardino

È ricco di silice e minerali e i sottoprodotti solidi generati dal processo possono essere migliorati per altri usi, hanno affermato gli scienziati. “La capacità di disporre di impianti efficienti per la produzione di acqua e ossigeno è fondamentale per l’esplorazione umana e per l’implementazione di scienza di alta qualità direttamente sulla Luna”, ha affermato Lavanya nella dichiarazione.

Ricco di silice e minerali, il sottoprodotto solido risultante dal processo può essere migliorato per altri usi
Ricco di silice e minerali, il sottoprodotto solido risultante dal processo può essere migliorato per altri usi

“Questi esperimenti di laboratorio hanno approfondito la nostra comprensione di ogni fase del processo”, ha aggiunto. “Non è la fine della storia, ma è un buon punto di partenza”, ha detto. La dichiarazione ha spiegato che la presentazione di questa settimana è l’ultima di una serie di esperimenti condotti “per migliorare la temperatura del forno, la proporzione delle miscele di gas e altri fattori”. L’analisi del ricercatore ha indicato che il trattamento del suolo in piccoli lotti con la temperatura più alta possibile dà i migliori risultati.

Anche altri ricercatori stanno lavorando per ottenere ossigeno dal suolo lunare. Nel 2017, Thorsten Dink, ingegnere di volo da Piattaforma solare in Almeria Spagna, Ha rivelato i suoi piani per costruire un reattore che avrebbe fatto il lavoro. Il tuo dink richiede solo idrogeno portato dalla terra per il suo uso iniziale; Dopo le prime ore, riciclerà l’articolo, il che riduce significativamente il peso del carico utile.

Ha affermato che il suo meccanismo ha prodotto abbastanza ossigeno e acqua per fornire da sei a otto astronauti. L’acqua è in realtà sulla Luna, anche se in uno stato diverso. Studio 2018 Pubblicato in Nature Geoscience Ha determinato che l’acqua, sotto forma di OH, un parente più reattivo di H2O, era presente su tutta la superficie della luna piuttosto che raggrupparsi ai poli. Ciò significa che le future colonie lunari possono raccogliere acqua senza doverla restituire dalla Terra.

Scienziati dell'Università di Manchester hanno svelato i progetti per un materiale da costruzione simile al cemento composto in parte da sangue umano, urina e sudore.
Scienziati dell’Università di Manchester hanno svelato i progetti per un materiale da costruzione simile al cemento composto in parte da sangue umano, urina e sudore.

Gli ingegneri stanno sviluppando modi per fornire ossigeno, acqua, riparo e altre necessità per la vita sulla Luna a causa della difficoltà e del costo del trasporto di materiali nello spazio.

READ  Viaggiare in Europa: quali paesi puoi entrare e quali non puoi se ricevi i vaccini Sputnik, Sinopharm e Covishield

Mettere qualsiasi cosa nello spazio costa circa 10.000 dollari al chilo, secondo NASA. La scorsa settimana, studiosi di Università di Manchester Progetti rivelati per materiali da costruzione simili al cemento parzialmente realizzati Di sangue umano, urina e sudore .

Mescolato con la Terra su Marte o la Luna, la sostanza simile alla colla è chiamata AstroCretacreerà un materiale da costruzione che è il 300 percento più forte del cemento normale, riporta la loro rivista Gli articoli di biografia di oggi. Ogni astronauta può produrre abbastanza rifiuti per espandere il suo ambiente e supportare un membro aggiuntivo dell’equipaggio.

Il team ha calcolato che un equipaggio di sei astronauti potrebbe produrre più di 1.100 libbre di AstroCrete ad alta potenza in una missione di due anni su Marte.

Continuare a leggere: