Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Spagna, Polonia, Italia, Kazakistan e Repubblica Ceca giocheranno le finali

Spagna, Polonia, Italia, Kazakistan e Repubblica si sfideranno per le finali della Billie Jean King Cup dopo aver vinto i turni di qualificazione che si sono conclusi sabato.

Gli Stati Uniti e il Canada mirano a riempire i restanti due posti vacanti. Le due squadre hanno chiuso la prima giornata con una vittoria per 2-0 rispettivamente su Ucraina e Lettonia. Solo una vittoria con tre partite rimaste per sigillare il passaggio.

Il poster delle finali della Billie Jean King Cup, che si svolgeranno dall’8 al 13 novembre in una località da definire, è stato messo in atto. Nove dei dodici quadrati sono identificati. Queste cinque squadre qualificate si sono unite alle finali dell’anno scorso, Svizzera e Australia, semifinaliste che sostituiscono la campionessa Russia, non possono invadere l’Ucraina.

Anche il Belgio, la cui avversaria Bielorussia ha eliminato l’avversario di qualificazione, e la Slovacchia, inizialmente contraria all’Australia, prenderanno parte alle finali.

I tre posti vacanti saranno occupati dai vincitori del duello tra Canada, Lettonia, Stati Uniti e Ucraina e su invito concesso dall’organizzazione saranno determinati.

Sara Sorribes ha battuto l’Arantexa Ross assicurando il posto della Spagna in finale senza perdere un set contro l’Olanda a Hertogensoch. 49° mondiale e caposquadra Annabelle Medina, che non poteva contare su Paola Padusa o Garbine Muguruza, ha battuto la sua avversaria 6-0, 6-4.

“Non importa chi c’è in squadra. La Spagna è in finale per via di questi giocatori che ci sono sempre per il Paese. Sono molto contento per loro perché hanno fatto un ottimo lavoro. Grandi partite venerdì e sabato per raggiungere il obiettivo”, ha sottolineato Annabel Medina.

Sarah Sorribes, che ha aperto il suo record a Guadalajara (Messico) l’anno scorso, ha mostrato il suo vantaggio su Ross e il primo giorno contro Leslie Patinama. Nuria Barezas ha ottenuto la sua prima vittoria nella serie venerdì contro l’Arantexa Ross.

READ  Ciclismo: i 10 nomi che non ci saranno nel 2022: da arcobaleno a giovane frustrato

Iga Swiatek ha fatto il suo debutto mondiale battendo le rivali rumene venerdì e sabato. Se nel primo appuntamento ha battuto Mihaela Buzarnescu 6-1 6-0, in questa occasione ha battuto Andrea Brisacario 6-0 6-0 in 45 minuti. Magda Linate ha segnato l’altro punto contro Irina Camelia Peugeot 6-1, 4-6, 6-2. La Polonia ha sconfitto la Romania 3-0.

E sul cemento dell’Alghero Tennis Club, l’Italia si è assicurata la prima presenza in una finale che la Francia non è riuscita a raggiungere (3-0). Il sigillo è stato Camila Giorgi che ha preso l’ultimo punto contro Harmony Tan 6-2, 6-0. I padroni di casa sono entrati nella seconda giornata di pareggio per 2-0 grazie alla vittoria della stessa Giorgi e di Jasmine Boweni.

Il Kazakistan ha alzato la sua classifica al primo posto e ha rovesciato la Germania. Dopo le vittorie di venerdì contro Julia Putintseva contro Angelica Kerber (3-6, 6-3, 6-2) ed Elena Rybakina contro Laura Siegmund (6-0, 6-1) tornata sabato da Kerber con il punteggio di 4- 6, 6-3 e 7-5 nella scherma che si è svolta al Nur-Sultan National Tennis Center.

Emozioni fino alla fine La partita di Praga tra Repubblica Ceca e Gran Bretagna in cui la squadra locale ha pareggiato il doppio (3-2). Già finita la prima giornata equilibrata. Emma Radocano ha salvato la Gran Bretagna venerdì. La recente vincitrice degli US Open ha battuto Teresa Martinkova 7-5 e pareggiato il duello contro la Repubblica Ceca, che ha beneficiato nella partita di apertura quando Marketa Vondrosova ha battuto nettamente Harriet Dart (6-1, 6-0).

Ma la Vondrosova ha battuto Radocano (6-1, 6-1) e ha portato i cechi in vantaggio di fronte alla delusione degli ospiti per la prestazione della testa di serie. Tuttavia, Harriet Dart ha tenuto gli inglesi sconfiggendo Linda Frohvertova (6-0, 5-7, 6-2) e ha portato il punteggio alla partita di doppio dove Karolina Moshova e Marketa Vondrosova hanno sconfitto Harriet Dart e Katie Swann 6-1, 7- 5.

READ  Neuroscienze nello sport Diario Democracia