Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Serie A italiana | Il tecnico del Torino Ivan Juric litiga con il ds Davide Fagnati dopo che il presidente del club aveva chiesto i contratti | Videoclip | rmd | Sport totali

La pre-stagione del Torino è ancora in corso ei giocatori si stanno spingendo al limite prima dell’inizio della competizione ufficiale. Al club, però, in questi giorni le cose non sono state molto tranquille, da quando la rissa si è diffusa tra Ivan Juric, il tecnico della squadra, e Davide Fagnati, il direttore sportivo.

Attraverso Twitter, il portale Calcio Mercato ha postato un video con i suddetti eroi presso la sede degli allenamenti dell’ente. Nelle foto è stato possibile notare come i due componenti del team italiano iniziassero a litigare con rabbia, mentre Marco Pellegri, il team manager, cercava di calmarli.

Nello specifico, il terzo uomo in questione è stato fondamentale per impedire a Ivan Goric e Davide Fagnati di scambiarsi colpi: li ha divisi. Com’era noto, la querela è sorta perché l’allenatore ha avuto un colloquio diretto con il presidente del Torino in merito ai rinforzi e questo ha sconvolto il ds.

Dopo il suo incontro a sorpresa, Sky Sport ha intervistato il manager e ha rivelato che la questione era stata chiarita: “C’è stata una discussione, come avete visto. Quando due persone si preoccupano molto di fare le cose per bene, queste situazioni accadono. Il professore ha chiesto nuovi giocatori al più presto, capiamo la sua preoccupazione e firmeremo ciò di cui ha bisogno”..

“Dopo quello che è successo, ci siamo abbracciati. La lotta è finita, abbiamo già detto quello che abbiamo da dire. Siamo due persone reali che esprimono quello che pensano. Ci sono grandi obiettivi e battaglie come questa possono ricominciare. Abbiamo un grande allenatore”.David Fagnati ha chiuso su Gorio.

Com’è andata la scorsa stagione il Torino?

Il Torino ha partecipato irregolarmente alla Serie A 2021-22 e si è piazzato in decima quadra, con 50 punti, 13 vittorie, 11 pareggi e 14 sconfitte. Uno dei problemi principali della squadra è stato l’attacco, visto che sono riusciti a segnare solo 46 gol, essendo il settimo con la media peggiore. Nello specifico Andrea Belotti è stato il capocannoniere con otto gol, ma non sarebbe rimasto nel club.

READ  Con la morte di SEVERO HERNÁNDEZ, un grande ciclista colombiano parte - Mundo Ciclístico Magazine