Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Se non riesci a trovare l’emoji della tua bandiera preferita, la colpa è delle Nazioni Unite

Il Consorzio Unicode ha annunciato che non ci saranno più flag perché troppo occupati, causano problemi geopolitici e sono usati raramente.

È già stato deciso. La polemica è finita e richieste. Il Consorzio UnicodeResponsabile della cura degli standard per tutto ciò che riguarda i token, decidere quali token possono essere trovati e utilizzati per inviare e creare messaggi. Sarà solo disponibile Quei paesi riconosciuti dalle Nazioni Unite. Quindi non dimenticare di cercare le bandiere delle squadre regionali, locali o di calcio.

perché? Secondo Unicode stesso, per tre ragioni la base efficaciaIl geopolitica e il efficacia e l’uso effettivo delle bandiere come simboli.

Tra quelli intorno Esistono 3600 emoji, circa 200 bandiere. Relativamente parlando, è uno dei soggetti o aree con il maggior numero di elementi. E visto l’evidente interesse che suscita, in teoria, il suo utilizzo dovrebbe essere molto elevato. L’analisi dell’utilizzo dice il contrario. Nelle liste tradizionali più utilizzate ogni anno, Non è apparso affatto Scienza. Ciò indica che non sono stati utilizzati per inviare messaggi. La realtà mostra che è più comune Vedilo nei profili Come dati di identità, ma non è nemmeno una tendenza molto generale.

Un insieme di bandiere che non provengono da paesi riconosciuti dalle Nazioni Unite e hanno già una propria versione emoji.


Alla scarsa utilità si aggiungono i sentimenti che si evocano a vicenda, i problemi geopolitici che possono creare. Qualcuno non sta suggerendo di boicottare questa società senza scopo di lucro perché mancante o su un cartello, ma perché Il danno che può causare Che ci sono alcuni e altri no. Per questo motivo, Unicode offre una protezione de facto di fatto È affiliato alle Nazioni Unite e mostrerà solo le bandiere dei paesi riconosciuti da questa organizzazione internazionale.

READ  Nuove notizie sulla salute di Isabel Macedo

Forse la domanda da porsi ora è Cosa accadrà ai media? Dall’Inghilterra, Scozia, Galles, Isole Faroe, Texas e altri che già esistono e che non corrisponde alla definizione Riconosciuto dalle Nazioni Unite. Le lamentele geopolitiche che cercano di evitare a causa di presunti favoritismi sono già in corso. o con le bandiere piratasubordinato Comunità LGBTIl quadrato Corse automobilistiche…

Infine, Unicode ha anche deciso di ritirare l’efficienza aziendale e Valutazione costi-benefici Durante la creazione di emoji. fare scienza è complesso nella progettazione Anche se ce l’hanno poco uso Inoltre, creano conflitti geopolitici, La redditività è molto bassa Per un’organizzazione che cerca di standardizzare una forma di comunicazione sempre più utilizzata e compresa da chiunque, in qualsiasi parte del mondo.

Ma la cosa più curiosa di questa procedura è che lo era Utenti a loro insaputa Chi sembra prendere l’iniziativa. Combina cuori coloratiNei loro profili, mostrano bandiere di loro scelta. Questo è ciò che raccomandano da Unicode. Lo chiamano “blocco dei contatti” e questo è l’obiettivo finale degli emoji e li combinano per creare messaggi.

Il primo elemento costitutivo del sentimento di bandiera con dieci paesi.


Perché sono nate le emoji bandiera?

Il Il primo blocco di bandiere Che è stato mostrato in 90 Era composto da Bandiere di dieci paesi. L’iniziativa era giapponese e gli striscioni selezionati provenivano da Cina, Italia, Germania, Spagna, Francia, Regno Unito, Giappone, Corea del Sud, Russia e Stati Uniti. Il motivo di questa scelta è stato tanto semplice quanto pratico: riassumere in una foto che tipo di cibo è stato ordinato al telefono. Non ha nulla a che fare con ragioni geografiche o identitarie. Solo “Voglio cibo italiano”. O giapponese, spagnolo o coreano.

READ  La scienza conferma che la musica migliora la salute mentale

Consorzio Unicode, Norme di regolamentazione

Il consorzio Unicode è organizzazione non profit È responsabile del coordinamento dello sviluppo dello standard Unicode. Il suo obiettivo è sostituire gli standard di codifica dei caratteri esistenti, inclusi gli emoji, con Unicode e UTFMolti degli attuali sistemi sono limitati e non compatibili con ambienti multilingue.

Questa iniziativa è nata nel gennaio 1991 in California. Le decisioni dell’Unione sono prese dal Comitato tecnico Unicode. Il successo di Unicode nella standardizzazione dei set di caratteri ha portato alla sua comparsa Ampio utilizzo nell’internazionalizzazione e nella localizzazione di software.