Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Se l’orbita di Giove cambia, la Terra cambierà


      Oh Giove. Se il gigante gassoso cambia un po’ la sua orbita, per diventare più esotico (leggi: ellittico), potrebbe anche cambiare la forma dell’orbita terrestre, avvicinando parti del nostro pianeta blu al sole. Significa meno aree coperte di ghiaccio inabitabili e il potenziale per aree più abitabili.

      Questo è l’obiettivo di un nuovo studio. pubblicato La scorsa settimana sulla rivista Giornale astronomico Da un team dell’Università della California a Riverside. Modellando i dati del nostro sistema solare come è noto oggi, gli scienziati hanno creato un sistema teorico che ha leggermente alterato l’orbita di Giove.

      Pam Vervoort, una scienziata planetaria e planetaria e autrice principale dello studio, afferma comunicato stampa.

      Ciò potrebbe stimolare gli scienziati a essere più dettagliati nello studio di esopianeti lontani alla ricerca di nuove regioni abitabili.

      “Molti sono convinti che la Terra sia un esempio di pianeta abitabile e che qualsiasi cambiamento nell’orbita di Giove, un pianeta enorme, possa essere solo dannoso per la Terra”, afferma Vervoort. “Dimostriamo che entrambe le ipotesi sono sbagliate”.

      Durante un’orbita, il pianeta riceve raggi dalla sua stella – alla Terra, che è il Sole. L’entità dei fulmini ricevuti durante l’orbita può portare a piacevoli cambiamenti stagionali o fluttuazioni di temperatura drammatiche e inabitabili, che dipendono tutte dalla vicinanza orbitale del fulmine.

      Diversi gradi di inclinazione orbitale attorno a una stella centrale

      (NASA/JPL-Caltech)

      “La prima cosa che viene considerata nella ricerca di esopianeti è la zona abitabile, la distanza tra una stella e un pianeta per vedere se c’è abbastanza energia per l’esistenza di acqua liquida sulla superficie del pianeta”, afferma Stephen Kane. Astrofisico UCR e coautore dello studio. “Avere acqua sulla superficie è una prima misura molto semplice e non tiene conto della forma dell’orbita del pianeta o dei cambiamenti stagionali che il pianeta potrebbe subire”.

      Gli autori scrivono che nella ricerca della vita al di fuori del nostro sistema solare, l’attenzione dovrebbe essere focalizzata su quei pianeti che hanno il potenziale per mantenere condizioni abitabili per i lunghi periodi di tempo necessari all’emergere e all’espansione della vita.

      Oggi siamo abbastanza bravi a misurare l’orbita di un pianeta utilizzando l’attuale tecnologia del telescopio, ma i team dell’UCR affermano che dovremmo prestare attenzione anche al grado di inclinazione del pianeta verso o lontano dalla stella, che aiuta a determinare la quantità di fulmini. ricevuto da alcune regioni.

      Studiando Giove, non solo un piccolo cambiamento nell’orbita di Giove in una direzione avrebbe un effetto benefico su parti della Terra, ma il team ha scoperto che se Giove si posizionasse vicino al Sole nella sua nuova orbita, creerebbe un’inclinazione estrema sulla Terra, produrre parti Il nostro pianeta è sotto lo zero.

      Dato che piccoli cambiamenti nella posizione e nell’orbita di Giove causano cambiamenti drastici sulla Terra, i ricercatori hanno in programma di sviluppare metodi che li aiuteranno a stimare fattori extraorbitali, come misurare la massa del pianeta e determinarne l’inclinazione.

      “È importante capire l’impatto di Giove sul clima terrestre nel tempo, come ha cambiato la nostra influenza sulla nostra orbita in passato e come potrebbe cambiarci di nuovo in futuro”, afferma Kane.

      Se vuoi prendere il controllo di Giove nel caso decidessi di cambiarne l’orbita, ecco i migliori telescopi su Amazon.

      Telescopio astronomico portatile e potente 16x-120x, facile da montare e utilizzare, perfetto per bambini e principianti. Include manuale in spagnolo, adattatore per cellulare, custodia, treppiede, due obiettivi, obiettivo 3X…

      Slokey Esplora il mondo
      amazon.es

      163,49 USD

READ  GTA V fissa la data di uscita per PS5 e Xbox Series insieme a Grand Theft Auto Online: nuovi dettagli