Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Sanchez non esclude più lo scenario del razionamento di gas e petrolio

Il 5 ottobre 2021 Vladimir Putin ha dimostrato qualcosa. Nove mesi fa il presidente russo ha disinnescato il panico che si stava diffondendo nel mercato energetico, quando la crisi del gas e dell’elettricità ha cominciato a diffondersi in tutto il vecchio continente. In quel giorno di ottobre – 142 anni prima dell’invasione dell’Ucraina – il Cremlino si disse pronto a collaborare per stabilizzare i mercati.
Le parole del russo hanno spento il fuoco in cui è precipitato il prezzo del gas europeo. In pochi minuti il ​​prezzo è passato da 160 euro a 107 euro. Quindici giorni dopo, Putin ha fatto di nuovo quello che ha fatto. Il ministro dell’Energia russo ha annunciato che la Russia non aumenterà le spedizioni di gas in Europa e teme che aumenterà nuovamente i prezzi.

Ora, questo vecchio partner è il più grande nemico dei paesi dell’UE che cercano di riempire le loro riserve di gas 24 ore su 24 per evitare il disastro dell’approvvigionamento quest’inverno. Lo scenario è complicato. GermaniaE il Francia anche Italia Facendo molto affidamento sul gas russo, nelle ultime settimane ha subito importanti tagli alle forniture. L’allarme è suonato qualche giorno fa a Bruxelles chiedendo piani estremisti. Uno di questi include a Razionamento di petrolio e gas Che si estenderà a tutti i paesi che compongono l’Unione Europea, compresa la Spagna.

Il primo ministro, Pedro Sanchez, durante un’intervistaEFE

Noi spagnoli dobbiamo prepararci a qualsiasi scenarioPedro SanchezCapo del governo

Capo del governo Pedro SanchezRivelato – in un’intervista VI– Che noi spagnoli “dobbiamo prepararci a qualsiasi scenario”. Sincerità CEO si aspetta sul serio Tensioni nei consumi di energia elettrica, gas e carburante. “Se la guerra continua nel tempo, dovremo mostrare solidarietà”, ha detto Sanchez. Il presidente fa riferimento al piano per le energie rinnovabili dell’Unione europea. La strategia delineata dalla comunità esecutiva descrive in dettaglio cosa fare in caso di una vera e propria crisi dell’approvvigionamento. Quando arriverà il momento, i paesi saranno meno dipendenti dall’energia russa costretto ad aiutare più esposto.

Restituire la forza alle forze dell’Unione Europea per razionare e inviare il surplus ai più vulnerabili

“Dovremmo ridurre il più possibile i consumi, limitarli alle ore e Applicazione dei tempi di fermo nell’industria‘”, ha detto a El Debate l’ex Direttore Generale delle Operazioni di Red Eléctrica, Alberto Carbago. L’esecutivo deve attuare un piano di consumo minimo, che assicuri che i depositi di gas spagnoli siano disponibili per reindirizzare il loro contenuto alle persone più colpite.

Carbone, nucleare e soluzioni di emergenza

Ciò significa un razionamento orario del gas, che avrà un impatto sul consumo di elettricità. Come soluzione, molti esperti hanno raccomandato di riattivare le centrali a carbone, disattivando la fermata programmata delle centrali nucleari spagnole. La possibilità che – al momento – ignorando il governo. “Abbiamo gli strumenti senza dover tornare indietro, la situazione è tragica in Germania o in Austria”, ha detto la settimana scorsa la terza vicepresidente, Teresa Ribera, a una colazione organizzata dal New Economic Forum.

Tuttavia, nonostante il fatto che la diversificazione spagnola le dia un ruolo”Giubbotto di salvataggioIl ruolo di Sanchez in relazione al conflitto nel Sahara ha messo a repentaglio il rapporto energetico con l’Algeria, la nostra seconda fonte di approvvigionamento. Il Paese mantiene aperta una crisi diplomatica con Madrid che ha portato alla rottura di tutti i legami, ad eccezione di quelli legati al gas e al petrolio.

Zelensky presenta la sua produzione elettrica, in un gesto più simbolico che efficace

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si unisce alla riunione dei leader del G7 in Germania tramite collegamento videoEFE

“Hanno centrali nucleari relativamente grandi, ma l’interconnessione con l’Europa è debole e hanno problemi tecnici”, afferma Antonio Torrell, scienziato del CSIC, che ricorda che “l’energia elettrica dell’Ucraina è limitata”.

READ  L'inflazione in Spagna è superiore del 2% rispetto a Germania, Italia o Stati Uniti