Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Salvini scatena tempesta politica in Italia mettendo in discussione le sanzioni alla Russia

“La guerra continua e le casse della Russia sono piene di soldi”, ha avvertito Salvini.

Madrid, settembre 4, 2022 (Europa Stampa) –

Matteo Salvini, capo della Liga italiana di estrema destra, ha scatenato una tempesta politica mettendo in dubbio l’efficacia delle sanzioni alla Russia per l’aggressione in Ucraina.

“Non si può scherzare su guerra e sanzioni. Questo tipo di campagna è irresponsabile e mette in discussione la credibilità del Paese”, ha avvertito Enrico Letta, leader del Pd, durante la sua partecipazione al forum Ambrosini. Si tiene a Cernobbio, nel nord Italia.

“Quando sento Salvini parlare di sanzioni, mi sembra di ascoltare la propaganda di Putin e sono davvero preoccupata che il nostro Paese sbatta le palpebre di fronte a Putin”, ha detto Mara Carbagna, ministro per l’integrazione meridionale e regionale del partito conservatore. Esercito Italiano.

Per Antonio Tajani di Fuerza Italia “le sanzioni sono inevitabili e ogni decisione va presa a livello europeo”. “C’è dibattito all’interno del centrodestra, ma nessuna rissa. Abbiamo bisogno di una forte unità europea in questo momento”, ha sottolineato.

Salvini ha sostenuto che “gli italiani stanno perdendo, i russi stanno vincendo” e “ovviamente a Bruxelles qualcuno ha sbagliato i calcoli”.

“Siamo di fronte a un solo caso di fermare una guerra, mettere in ginocchio un regime, prevenire attacchi, senza danneggiare coloro che sono autorizzati a farlo”, ha affermato.

“Dobbiamo continuare a sostenere, proteggere e aiutare il popolo ucraino, ma le sanzioni non colpiscono la Russia, che ne fa centinaia di miliardi in più. Colpiscono le nostre imprese e le nostre famiglie”, ha affermato.

Già domenica Salvini è stato più accomodante. “L’Europa sta dicendo che le sanzioni non vengono revocate? Bene. Solo una persona non andrà da nessuna parte. Non sto abbaiando alla luna. Lasciamolo stare”, ha sottolineato. Inoltre, ha chiesto uno “scudo europeo”, anche se ha ribadito la sua argomentazione: “Le sanzioni non funzionano. È assolutamente sbagliato invadere un Paese. Abbiamo sempre sostenuto tutti gli aiuti all’Ucraina, ma sono passati mesi. Le bollette del gas sono addirittura triplicato. La guerra continua. E le casse della Russia traboccano di denaro”, ha affermato.

READ  Test in Italia contro i gruppi vaccinali fascisti che pianificano attentati