Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Saluti vivaci dai leader latinoamericani di Gabriel Borek | Messaggi di supporto e congratulazioni alle nuove squadre

Con chiamate e messaggi privati ​​sui social network, Leader latinoamericani Hanno espresso il loro sostegno e i loro auguri per l'”azione comune” del presidente eletto cileno, Gabriel Borek, dopo La vittoria di domenica contro il Pinochet di destra. Il flusso di saluti dei vertici della regione è stato in linea con il grado di avvicinamento politico all’alleanza. Accetto dignità che ha portato Borek al potere con il 55,85 per cento dei voti, rispetto ai 44,15 di José Antonio Caste. Persino stato unitotramite il vostro Segretario di Stato, Anthony Blink, Egli ha detto Il popolo cileno “è di nuovo un esempio” con elezioni “libere ed eque”, assicurandosi che spera di avanzare con “obiettivi comuni di democrazia, prosperità e sicurezza”.

Alberto Fernandez e Christina Kirchner Festeggia la vittoria A partire dal Gabriel Borek La stessa domenica si sono congratulati con lui su Twitter. Presidente della Bolivia, Luigi ArsHa detto che la vittoria di Borek è entrambe le cose La vittoria del popolo cileno. Ha sottolineato che “la democrazia in America Latina si rafforza sulla base dell’unità, del rispetto e, soprattutto, della volontà dei nostri popoli”.

Saluto il popolo di Salvador Allende e Victor Jara per la loro clamorosa vittoria sul fascismo. Grande Giornata Democratica! Viva il Cile! Il presidente venezuelano ha scritto Nicola Maduro. Tuo marito è di Cuba, Miguel Diaz-CanelHa anche inviato le sue congratulazioni e ha affermato: “Sosteniamo la volontà di ampliare le relazioni bilaterali e la cooperazione tra i due popoli ei due governi”.

presidente peruviano, Pedro Castillo, ha twittato: “Congratulazioni per la vittoria, mio ​​caro amico Gabriel Borek! La vittoria che avete ottenuto è una vittoria per il popolo cileno, condivisa dai popoli dell’America Latina che vogliono vivere in libertà, pace, giustizia e dignità! ” Evan Duque, che mantiene stretti rapporti con il Cile attraverso l’Alleanza del Pacifico, si è anche congratulato con il vincitore delle elezioni cilene. “Esprimiamo il nostro interesse a continuare a lavorare insieme Per rafforzare le relazioni bilaterali storiche e fraterne che ci uniscono. Siamo paesi fratelli”.

È stato un messaggio simile del presidente del Paraguay, Mario Abdo Benítez, il quale ha affermato che dopo la “Giornata democratica” vissuta in Cile “continueremo a rafforzare le relazioni tra i nostri due Paesi”. Il più succinto è stato il presidente conservatore dell’Uruguay, Louis Lacalle Bochi ha voluto “Successo a beneficio del popolo cileno”Mentre il brasiliano Jair Bolsonaro non ha nemmeno postato un messaggio sulle sue reti.

Messaggi di festa sono arrivati ​​anche dall’Europa, dove il Primo Ministro socialista di Spagna Pedro Sanchez, Egli ha detto “Il popolo cileno si sta muovendo con speranza verso un futuro più giusto, femminista ed ecologico”. In Francia, la Cancelleria ha espresso “la sua determinazione a continuare a rafforzare le relazioni bilaterali in tutti i campi, in particolare negli affari climatici e ambientali”, mentre il sindaco di Parigi e il candidato presidenziale hanno espresso, Ann HidalgoHa twittato in spagnolo:!! la nostra fine!! La vittoria della democrazia, della giustizia e dell’uguaglianza. La vittoria del popolo cileno, la vittoria di Gabriel Borek”.

Reazione del mercato cileno

Contrariamente alle amate lettere che arrivavano da diverse parti del mondo, la borsa di Santiago, capitale del Cile, ha subito un forte calo all’indomani della vittoria del socialista Borek. Settimana aperta con – Forte calo di 6,83Mentre il peso è sceso di 3,02 contro il dollaro USA.

READ  Uno scandalo in Germania: una paziente ha rotto una bottiglia Pfizer e ha riempito una siringa di soluzione salina per nascondere il suo errore

La sessione di cambio è iniziata con un massimo storico di 872,61 pesos per dollaro dopo un balzo di 3,02 rispetto alla sessione di venerdì. in questo modo, Il dollaro ha superato il livello più alto dal 18 marzo 2020.

“Questo comportamento si verifica perché gli investitori preferiscono politiche più favorevoli al mercato, essendo sospettosi delle condizioni che esisteranno nella presidenza di Borek”, ha spiegato ai media locali Riccardo Bustamante, responsabile degli studi commerciali di Capitaria.

Gli analisti economici iniziano a dire che il dollaro potrebbe salire sopra i 900 pesos, a causa delle preoccupazioni del mercato.