Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Russia-Ucraina: Stati Uniti e potenze occidentali in allerta per i progressi di Vladimir Putin

primo ministro britannico, Boris Johnson Martedì annuncerà sanzioni “significative” contro la Russia. Lo ha annunciato ufficialmente Downing Street, la sede del governo britannico.

Presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky Stasera ha parlato dell’avanzata delle forze russe e ha descritto il riconoscimento russo di Donetsk e Luhansk come una “violazione della sovranità nazionale”. “È una violazione dell’integrità territoriale e della sovranità dell’Ucraina. I confini rimarranno gli stessi di prima, qualunque cosa dica la Russia”. Dopo il riconoscimento russo dei separatisti, ha sottolineato: “Non abbiamo paura”.

“Il riconoscimento dell’indipendenza delle province occupate può significare il ritiro unilaterale della Russia dagli accordi di Minsk e il mancato rispetto delle decisioni nell’ambito della ‘formula normanna’”, ha detto Zelensky in un breve messaggio di cinque minuti alla nazione.

Il Il Consiglio di sicurezza dell’Onu si riunisce lunedì per discutere della crisi ucraina. I diplomatici hanno detto, dopo che la Russia ha riconosciuto l’indipendenza di due regioni di quel paese.

Le fonti hanno affermato che l’incontro è previsto per le 02:00 GMT. I diplomatici hanno affermato che la Russia, che detiene la presidenza di turno del consiglio, voleva tenerlo a porte chiuse, ma gli Stati Uniti hanno insistito affinché le deliberazioni fossero pubbliche.

Il ministro degli Affari esteri ucraino, Dmytro Kuleba, aveva chiesto un incontro urgente attraverso le reti.

“Il governo spagnolo condanna il riconoscimento unilaterale da parte della Russia dei territori separatisti nell’Ucraina orientale”, ha affermato questa sera il primo ministro del governo spagnolo Pedro Sanchez.

È una violazione degli accordi di Minsk e del diritto internazionale. Risponderemo in modo coordinato con i nostri partner”, ha commentato sul suo profilo Twitter.

READ  Il messaggio denigratorio nazista di un'ex attrice porno che critica Israele

Primo Ministro del CanadaGiustino TrudeauHa espresso la sua “forte condanna del riconoscimento da parte della Russia dei cosiddetti “stati indipendenti” dell’Ucraina. Si tratta di una flagrante violazione della sovranità e del diritto internazionale dell’Ucraina. Il Canada sostiene l’Ucraina e imporrà sanzioni economiche su questa base”.Il primo ministro canadese ha avvertito.

“Inoltre, respingiamo e condanniamo i decreti russi che ordinano l’invio di forze militari in Ucraina”, ha affermato Trudeau tramite Twitter, osservando: Sosteniamo sempre la sovranità, l’integrità territoriale e l’indipendenza dell’Ucraina. Il Canada ei suoi alleati difenderanno la democrazia e la volontà degli ucraini”.

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha annunciato tramite reti che il suo Paese ha chiesto al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di tenere una riunione urgente.

L’Ucraina ha chiesto una riunione urgente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite a causa delle azioni illegali della Russia. Abbiamo già inviato la richiesta al consiglio”, ha twittato Koleba.

Oggi, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha tenuto una conversazione con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky per riaffermare l’impegno degli Stati Uniti nei confronti della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina.

Attraverso una dichiarazione rilasciata dalla Casa Bianca, il presidente degli Stati Uniti ha condannato fermamente la decisione del presidente russo Putin di riconoscere la presunta “indipendenza” delle regioni ucraine di Donetsk e Lugansk.

in tale contesto , Biden ha ribadito che gli Stati Uniti risponderanno in modo rapido e deciso, in coordinamento con i loro alleati e partner, all’aggressione della Russia contro l’Ucraina.

Compagnie aeree Air France Le autorità ucraine hanno annunciato lunedì la cancellazione di due voli consecutivi tra Parigi e Kiev previsti per domani, come “misura precauzionale” di fronte alla situazione critica in Ucraina.

READ  Il primo soldato russo accusato di un crimine di guerra durante l'invasione dell'Ucraina si è dichiarato colpevole

“Air France valuterà periodicamente la situazione e ci ricorderà che la sicurezza dei suoi voli, dei suoi clienti e dell’equipaggio è fondamentale”.attraverso una dichiarazione.

In questo modo, l’azienda francese segue le orme del suo partner KLM, che a metà febbraio ha sospeso i viaggi tra Paesi Bassi e Paesi Bassi “fino a nuovo avviso”. Anche la compagnia aerea tedesca Lufthansa e Swiss Airlines Swiss Airlines hanno sospeso i voli per l’Ucraina.

Le autorità russe hanno esortato le compagnie commerciali a non sorvolare il Mar d’Azov nel Mar Nero settentrionale e nella Crimea orientale.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres si è detto “profondamente preoccupato per la decisione della Russia sullo stato di alcune aree nelle regioni ucraine di Donetsk e Lugansk”.

“Continuiamo a sostenere pienamente la sovranità, l’indipendenza e l’integrità territoriale dell’Ucraina entro i confini internazionalmente riconosciuti”, ha aggiunto.

In una dichiarazione, il Segretario generale dell’Onu ha ritenuto che “la decisione della Federazione Russa è una violazione dell’integrità territoriale e della sovranità dell’Ucraina ed è contraria ai principi della Carta dell’Onu”.

In questo senso, Guterres ha esortato “tutti gli attori pertinenti a concentrare i propri sforzi per garantire l’immediata cessazione delle ostilità, la protezione dei civili e delle infrastrutture civili e per evitare qualsiasi azione e dichiarazione che aggraverebbero ulteriormente la pericolosa situazione in Ucraina e nelle aree circostanti, e dare la priorità alla “diplomazia. Per affrontare pacificamente tutti i problemi”.

La dichiarazione è stata firmata da un portavoce del Segretario generale, Stephane Dujarric.

Attraverso una dichiarazione sulle reti, la Turchia ha esortato i suoi cittadini nell’Ucraina orientale a lasciare le regioni separatiste dell’Ucraina.

Il ministero degli Esteri turco ha affermato, in un tweet pubblicato questo pomeriggio, che i cittadini del Paese sono “fortemente invitati” a lasciare la regione.

READ  Israele: perché gli ebrei ortodossi hanno sfidato maggiormente le restrizioni

La Turchia, membro della NATO, condivide un confine marittimo con l’Ucraina e la Russia nel Mar Nero e ha chiesto una soluzione pacifica della crisi. Si è anche offerto di mediare la controversia.

Il governo degli Stati Uniti ha annunciato questo pomeriggio sanzioni contro le regioni separatiste dell’Ucraina la cui indipendenza è stata riconosciuta dal presidente russo Vladimir Putin. Inoltre, è stato avvertito che, se necessario, sono pronte ulteriori misure punitive.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden parla della situazione al confine russo-ucraino alla Casa Bianca a Washington, DCJim Watson – Agence France-Presse

L’annuncio è arrivato dalla portavoce della Casa Bianca Jen Psaki. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden emetterà un ordine esecutivo per “vietare nuovi investimenti, scambi e finanziamenti da parte degli americani da, verso o dentro” le regioni filo-russe di Donetsk e Luhansk in Ucraina.

In questo senso, la Casa Bianca ha descritto il riconoscimento della Russia come una “flagrante violazione” dei suoi obblighi internazionali.

“Condanno la decisione della Russia di estendere il riconoscimento della ‘Repubblica popolare di Donetsk’ e della ‘Repubblica popolare di Luhansk'”, ha affermato il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg.

Stoltenberg ha sottolineato che “questo mina la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina, mina gli sforzi per risolvere il conflitto e viola gli accordi di Minsk, di cui la Russia è parte”.

La sua dichiarazione ha nuovamente accusato la Russia di cercare un pretesto per invadere l’Ucraina.

La sentenza non si è fatta attendere. “Il riconoscimento delle due regioni separatiste dell’Ucraina è una flagrante violazione del diritto internazionale, dell’integrità territoriale dell’Ucraina e degli accordi di Minsk”.Egli ha detto Ursula von der LeyenIl Presidente della Commissione Europea, riferendosi agli accordi di pace che riguardano l’Ucraina orientale.

“L’Unione europea ei suoi partner agiranno con unità, fermezza e determinazione in solidarietà con l’Ucraina”, ha sottolineato.

Speranze in una soluzione diplomatica fiorita dall’oggi al domani in Ucraina dopo la caduta del presidente russo, Vladimir Putin annuncerà Indipendenza delle due regioni separatiste filo-russe dell’Ucraina orientale, Donetsk e Lugansk.

“Considero Riconoscimento immediato dell’indipendenza delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk “Chiedo all’Assemblea federale di ratificare gli accordi di cooperazione con le repubbliche”, ha detto oggi Putin da Mosca. Pochi minuti dopo firmò il decreto che riconosceva le due repubbliche. La decisione potrebbe aprire la strada a Mosca per inviare apertamente forze militari nelle due regioni, sulla base del fatto che sta intervenendo come alleato per proteggerle dall’Ucraina.

Così, le prospettive di una soluzione pacifica del conflitto in Ucraina sembrano annullate in un attimo.

Agenzie ANSA, AFP, Reuters