Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Rolex TP52 World Championship: Gran Premio di Formula Uno in Formula

Rolex TP52 World Championship: Gran Premio di Formula Uno in Formula

Il Rolex TP52 World Championship è lo standard tra i Gran Premi. Il momento clou della stagione 2021 nella classe TP52 ha riunito dieci squadre di sette nazionalità a Palma di Maiorca per lottare per il titolo mondiale in cinque giorni di gare. Dopo otto prove, lo slittino americano, armato da Takashi Okura, è stato dichiarato campione dopo essersi distinto contro una schiera impressionante di concorrenti. Rolex supporta la TP52 World Series dal 2017 come parte del suo impegno di lunga data per lo sport che risale a più di 60 anni fa. Palma Bay è un luogo popolare per gli eventi marittimi internazionali ed è considerato uno dei luoghi più affidabili in Europa per la vela.

Nel 2019 ha ospitato il precedente Rolex TP52 World Championship, incoronato dal tedesco Harm Muller Spreer, ma celebrare questa edizione 2021 a novembre a causa della pandemia globale ha aggiunto una dose extra di complessità a una competizione già consolidata. La Baia di Palma presentava condizioni molto difficili per squadre e organizzazione, ben diverse dai venti stabili che la caratterizzano in estate. L’australiano Tom Slingsby, che è stato nominato il miglior velista Rolex al mondo nel 2010, è stato un esperto di tattica questa settimana a bordo della Phoenix per la famiglia Plattner: “Questo periodo dell’anno è molto duro, con venti che arrivano dall’alto mare. Palma può essere un po’ prevedibile in estate. , ma a novembre sarà una partita aperta e la velocità della barca da sola non basta per vincere. Detto questo, tutto quello che devi sapere è l’acqua davanti a te, basta dare un’occhiata e trova il corso giusto.” La capacità di adattarsi all’ambiente è più essenziale che mai.

L’equipaggio ha dovuto fare del suo meglio per cercare di avanzare al suo ritmo migliore in condizioni che cambiano rapidamente. Slingsby è un esperto nell’arte dell’adattamento. Appena una settimana prima di unirsi al Team Phoenix, il Campione Olimpico Laser 2012 ha navigato a Londra 2012 a bordo di Maxi Comanche per stabilire un nuovo record nella classica Rolex Middlesea Race 606 miglia nautiche. In precedenza, ha guidato il SailGP del Team Australia alla vittoria durante il Gran Premio di Vela di Spagna a Cadice. “A volte è difficile passare dall’avvicinarsi alla linea di partenza a 40 nodi a vela all’entrare nella classe TP52, dato che ci avviciniamo di sei o sette nodi alla linea.

READ  La vendita del Boca Argentinos è iniziata

Può volerci un cambio di mentalità un giorno o due prima che io prenda la velocità e le distanze. “Slingsby si è chiaramente adattato rapidamente. La squadra sudafricana ha iniziato il suo primo giorno perfetto per posizionarsi davanti ai leader mondiali. Dopo aver difeso la sua vantaggio nei due giorni successivi, ha aggiunto il forte vento in Il penultimo giorno di regata un nuovo elemento all’equazione. La drammatica esplosione della vela Phoenix nella tappa finale della Regata 7 ha aperto le porte ai suoi concorrenti più vicini, che hanno fatto non esitate a cogliere l’opportunità. L’errore è un lusso costoso in una flotta così uguale. Dopo aver ottenuto la sua vittoria, terzo questa settimana in Regatta 8, il bob è avanzato alla fine del Day 4. L’equipaggio guidato dal capitano neozelandese Murray Jones e dall’italiano il tattico Francesco Bruni di un punto in un pareggio tra American Quantum Racing e Platoon, con Phoenix in svantaggio di un punto. La lotta per il titolo è stata più aperta che mai, e ci si aspettava un’entusiasmante giornata finale. Purtroppo, i forti venti da nord-est che hanno soffiato l’area di gara ha causato la cancellazione delle ultime due gare in programma. La reazione del bob è arrivata Giusto in tempo il giorno prima in tempo per assicurarsi il Rolex TP52 World Championship. Bruni, tre volte olimpionico, velista di Coppa America e SailGP, ha confermato che questa versione è stata una sfida, soprattutto tattica: “Non abbiamo mai visto Palma così. Era incredibile, in cento metri si possono perdere duecento metri.” Gli italiani hanno ammesso di non avere la regolarità, componente fondamentale della competizione a questo livello, ma hanno saputo sopperire a questa mancanza grazie all’impegno della troupe e allo spirito di squadra: “Non siamo stati molto coerenti, ma lo stesso è successo a Tutti. Ogni nave ha attraversato momenti difficili e momenti positivi. “Siamo stati molto uniti come equipaggio, e penso che sia per questo che abbiamo vinto: grazie alla concentrazione e al buon lavoro di squadra”. Il Rolex TP52 World Championships 2021 ha confermato il suo posto come punto di riferimento tra le gare di Grand Prix in stile singolo. I dieci team partecipanti hanno dimostrato il più alto livello di abilità e determinazione necessari per competere in questo gruppo selezionato di talenti velici, massimizzando i margini più piccoli ed eccellendo quando più necessario. Ancora una volta dimostrano valori legati alla filosofia e allo spirito duraturo di Rolex: adattabilità agli elementi, ricerca costante del miglioramento e massimo utilizzo delle risorse.

READ  Boma e una nuova caduta contro il Sudafrica

Rolex è sempre stata associata ad attività guidate da passione, eccellenza, precisione e spirito di squadra. In modo naturale, Rolex gravitava verso l’élite dello yachting, formando un’alleanza che risale agli anni ’50 con i migliori club, eventi, regate e personaggi iconici dello sport come il pioniere dell’oceano Sir Francis Chichester o il velista olimpico di maggior successo nella storia , Sir Ben Ainsley. Oggi Rolex è main sponsor di 15 tra i più importanti eventi velici internazionali: dalle famose regate in mare come la Rolex Sydney Hobart (Australia) o la Rolex Fastnet Race (Regno Unito), a una prima competizione di design di altissimo livello come la Rolex TB52 World Championships O grandi incontri come la Maxi Yachting Cup (Italia) o la Rolex Swan Cup (Italia e Caraibi). Sponsorizza anche lo splendido circuito SailGP, dove le squadre nazionali gareggiano a bordo della barca F50 in alcuni dei porti più impressionanti del mondo. Lo stretto rapporto della casa orologiera svizzera con club come il Cruising Yacht Club of Australia, il Royal Ocean Racing Club, lo Yacht Club Costa Smeralda, il New York Yacht Club e il Royal Yacht Squadron costituisce la base del rapporto di lunga data di Rolex con uno sport entusiasmante.

A proposito di Rolex, una reputazione senza pari per qualità e competenza

Rolex è un produttore di orologi svizzero indipendente e integrato. Con sede a Ginevra, l’azienda è conosciuta in tutto il mondo per la sua competenza, qualità dei prodotti e simboli di eccellenza, eleganza e prestigio. I macchinari dei tuoi orologi Oyster Perpetual e Cellini sono certificati COSC e riconosciuti per la loro precisione, prestazioni e affidabilità. La certificazione Superlative, simboleggiata dal sigillo verde, conferma che ogni orologio ha superato i test richiesti condotti da Rolex secondo severi standard di qualità nei propri laboratori, regolarmente controllati da un ente esterno. Il termine “Perpetual” è inciso su ogni orologio Rolex Oyster. Ma più di una semplice parola in un campo, forma una filosofia che incarna la visione e i valori dell’azienda. Il fondatore di Rolex Hans Wilsdorf ha instillato il concetto di eccellenza duratura che ha spinto l’azienda in avanti. Ciò ha portato Rolex a essere pioniere nello sviluppo degli orologi da polso e di molte innovazioni nell’orologeria come l’Oyster, il primo orologio da polso resistente all’acqua, lanciato nel 1926, o il meccanismo di rotazione automatico Perpetual, inventato nel 1931. Rolex ha registrato oltre 500 brevetti. storia. Nei suoi quattro siti produttivi in ​​Svizzera, il marchio progetta, sviluppa e produce tutti gli elementi essenziali dei suoi orologi, dalla fusione delle sue parti in oro alla lavorazione, lavorazione, assemblaggio e finitura del movimento, cassa, quadrante e bracciale. Rolex è anche attivamente coinvolta nel sostenere l’arte, la cultura, lo sport e l’esplorazione, così come tutti coloro che lavorano per trovare soluzioni per preservare il pianeta.

READ  Le staffette latinoamericane rivelano il suo potenziale in Slesia