Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Roglic, il grande team Ineos e il capo del trio Movistar: questi i favoriti per La Vuelta a España 2021

Il Giro ciclistico di Spagna 2021 inizia sabato 14 agosto e tutte le squadre partecipanti hanno confermato le loro formazioni. Tre settimane prima della competizione e a quanto pare un altro anno, Primoz Roglic È il chiaro favorito per finire in maglia rossa a Santiago Compostela, dove finisce questa versione della Vuelta.

Con Jumbo Visma Roglic, il miglior pilota. Si inventa tutto per lui. Viene con il morale a galla dopo aver vinto l’oro a Tokyo con la Slovenia nella cronometro, arriva con nuove gambe dopo essere stato costretto ad abbandonare l’ultima edizione del Tour de France, ha esperienza di essere il vincitore delle ultime due edizioni del de la Vuelta e una squadra forte che ti aiuterà nella tua missione Kruijswijk, Kuss y Gesink alla testa.

Ma la squadra più impressionante è Ineos. Ha una squadra molto forte. La domanda è se sarà coordinato perché ci sono due ciclisti che possono cercare di essere primi nella classifica generale: Egan Bernal, il vincitore del giro e del giroscopio e Richard Karabaz, vincitore del Giro d’Italia. In linea di principio, il ciclista colombiano sarà il leader poiché Carapaz ha partecipato al Tour e ai Giochi Olimpici. Sono contendenti al titolo e supportati da una squadra di molti carati, con Adam Yates il vincitore che torna in Catalogna.e Van Barley, Sivakov LLC Thomas Bidcock, un britannico di 22 anni da tenere d’occhio visto che ha appena vinto la medaglia d’oro alla Mountain Bike di Tokyo.

il Movestar Ha fatto lo stesso tridente che era al Tour de France. Dopo l’addio di Marc Soler alla squadra degli Emirati, la squadra di Pojacar, la nazionale spagnola scommette su Alejandro Valverde, che non ambisce a vincere, ma piuttosto ad essere tra i primi e i suoi capitani, Enrique Mas W. Superman Lopez. Il colombiano non ha fatto bene al Tour de France, ma ha sempre gareggiato alla Vuelta. Enrique Mas Devi andare avanti e Ha dimostrato una volta per tutte che era arrivato il suo momento e che non sarebbe rimasto al secondo posto come ha fatto alla Vuelta 2018. Ha 26 anni ed è un’età eccellente per provare.

READ  La reazione di Lionel Messi a Canelo Alvarez dopo la polemica

Marc Soler non è l’unico ispanico alla Vuelta. C’è anche Mikel Landa. È un ciclista competitivo, con gambe da vincere ma spesso con sfortuna. Il pilota basco ha concluso le ultime quattro edizioni tra i primi sette e ha appena vinto la Vuelta a Burgos. È arrivato quest’anno dopo non aver preso parte al Tour né alle Olimpiadi, dopo essersi ripreso da una caduta al Giro che gli ha fratturato la clavicola sinistra e diverse costole dallo stesso lato. Landa non sarà mai in cattiva compagnia. Lo accompagna il vincitore del Bahrain con Jack Haig, Mark Paddon, Watt Boyles e il ciclista che è salito sul podio al Giro 2021, Damiano Caruso.

In un passo sotto sarò Rigoberto Oran Anche se ha molti risultati da considerare. Sono arrivati ​​secondi al Giro d’Italia 2013 e 2014, oltre che al Tour de France 2017. Se fossero entrati in questa edizione sarebbero tra i primi favoriti, ma è importante evidenziare le significative assenze in Tadej Pojakar e Chris Froome.