Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Riprovevole! La squadra professionistica italiana smette di pagare una giocatrice per essere incinta

Il Lacci, Società calcistica professionistica italiana di Serie CHanno smesso di pagarlo e lo hanno rimosso dalla squadra Alice PiggnagnoliDopo che il giocatore ha rivelato la sua gravidanza.

34 anni, Pignagnoli A metà ottobre è stato riferito che era incinta del suo secondo figlio, ma purtroppo la squadra italiana ha preso una posizione “ostile” nei confronti del portiere. Reggio Emilia, Italia.

Sui social, l’ex giocatore del Milan, in Serie A italiana, ha dato ragione: “Sono stati mesi molto difficili. Stare lontano dal campo, per me, è sempre una lotta assoluta. Quindi, contrariamente alle mie aspettative, incontrare una società ostile come la Lucchese, che mi ha ferito come donna, madre e atleta, ha creato in me una ferita profonda. Mi sentivo sola, inutile, incapace, un vecchio giocattolo da buttare.

Alice Piggnagnoli lo ha insistito Tuttavia, l’allenatore e i giocatori di Lachise l’hanno trattata beneCome sottolineato nell’intervista ai media, questo è stato l’ordine che ha preso gli atteggiamenti contro di lui Repubblica.

“Il mister e le ragazze sono state bravissime, ma la società mi ha detto che non mi avrebbero più pagato a prescindere da quanto scritto nel contratto, e piano piano hanno iniziato a tagliarmi fuori dalla rosa”.

Poi ha spiegato come sono andate le cose: “Prima, nonostante il mio contratto fino a fine stagione, mi hanno chiesto di restituire l’attrezzatura sportiva, poi mi hanno lasciato il posto per dormire e mi hanno cacciato dalla squadra senza dire una parola. era proprio necessario escludermi, non capisco perché, perché ho suonato per loro due mesi e ho fatto la mia parte, così almeno possono dire qualcosa”.

READ  Video: Trevisano Hobby Circle, in un angolo di La Plata, Italia

Il trattamento che ha ricevuto contrastava con la sua esperienza con la sua prima gravidanza, Questo durante la sua permanenza al Cesena in Serie B. Lì l’hanno trattata come “un’umana”.

“Ci sono stato solo due mesi fa. Ho scoperto di essere incinta. La società mi ha trattato da uomo, mi hanno detto che per loro ero un giocatore importante e che potevo stare vicino alla squadra se volevo.

per adesso, Alice Piggnagnoli Ha un contratto LacciTermina il 30 giugno e non può essere risolto anticipatamente perché è stata rimossa la clausola che prevedeva l’interruzione del contratto di una calciatrice incinta. La squadra italiana non ha ancora commentato.

aar