Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Rigenerazione dei tessuti del SNC con Medryson? – Medicina/Terapia

tessuto danneggiato cervello E da allora la rigenerazione del midollo spinale, pazienti, medici, famiglie e scienziati l’hanno sognata sclerosi multipla è essere. Finora nessuna erba è cresciuta per questo. Mentre nella fase di recidiva, già molti malattia Almeno in parte, sono disponibili freni di grande successo, ed eccoli lì per progredire, da progressivi degenerazione I corsi PPMS e SPMS finora classificati sono metodi abbastanza efficaci (vedi anche trattamento della SM). in avanzato millisecondi Resisti fino a questo giorno Trattamento sintomatico Riflettore rinnovo anche rimielinizzazione Potrebbe significare che i danni già fatti possono essere riparati, almeno in parte.

Ci sono stati e ci sono ancora molti approcci efficaci nel modello del ratto; Solo pochi di loro sono stati in grado di ottenere l’approvazione per i corsi di SM progressiva e con una competenza piuttosto bassa (vedi anche la sezione notizie AMSEL)SM progressiva/progressivaAnche nella situazione attuale, sarebbe irresponsabile suscitare troppe speranze.

L’obiettivo della ricerca è migliorare la qualità della vita nei casi di SM avanzata

Nel caso di Medryson, i successi finora si riferiscono solo a un modello murino di SM. Tuttavia, va notato che mostra ancora una volta che i ricercatori di tutto il mondo stanno lavorando duramente per trovare trattamenti migliori per la SM. Inoltre: più nuovi approcci vengono scoperti, maggiore è la possibilità che alcuni di essi portino a trattamenti efficaci e migliorino la qualità della vita delle persone con SM avanzata.

Informazioni sullo studio: un gruppo di ricerca guidato dal professor Patrick Currie a Dusseldorf è stato in grado di utilizzare un modello murino per dimostrare che il corticosteroide di Medryson aiuta a sostituire le cellule perse e può anche ripristinare le guaine mieliniche. Se questi risultati possono essere trasferiti ai pazienti con SM, sarà possibile aiutare meglio le persone con SM avanzata, forse anche sognare audacemente un trattamento per la SM e ripristinare parzialmente le funzioni perse.

READ  “Cura medica per corpo, anima e spirito” la disciplina della dott.ssa Edna Mora

Il topo non è umano

A questo punto, va sottolineato che i topi non sono umani e che la SM di ratto ha somiglianze limitate con la SM umana. Inoltre, Medryson deve dimostrare di essere sicuro alla dose richiesta, i benefici ei rischi degli effetti collaterali devono essere accettabili e tutto questo deve essere dimostrato in ampi studi.

Vantaggio: se soddisfi questi requisiti, potrebbe essere leggermente più veloce di un principio attivo nuovo di zecca. Il motivo: Medryson è un farmaco già approvato sotto forma di colliri. Appartiene ai corticosteroidi ed è approvato per il trattamento di malattie infiammatorie degli occhi e reazioni allergiche agli occhi. Per quanto riguarda i suoi effetti neurologici, non sono stati ancora studiati. Il farmaco non è attualmente disponibile in Germania.

Il gruppo di ricerca guidato dal professor Patrick Currie da molti anni indaga sui processi degenerativi e rigenerativi del sistema nervoso centrale, anche con l’obiettivo di trovare principi attivi che promuovano il processo di rigenerazione nel cervello e nel midollo spinale. Nel loro studio, il team di Dusseldorf è stato in grado di dimostrare che gli astrociti reagiscono specificamente al danno mielinico. Appaiono sottotipi che in parte promuovono la rigenerazione e in parte migliorano il processo di distruzione. Questi processi sono molto complessi.

L’effetto inaspettato di Medryson sui sottotipi di astrociti

Inaspettatamente per i ricercatori in una clinica per Neurologia dell’University Hospital di Dusseldorf che Medrison (somministrato per iniezione) in un modello murino promuove i sottotipi di astrociti responsabili della protezione dei tessuti e della rimielinizzazione e della soppressione di quelli che causerebbero ulteriori danni. Dalle loro scoperte, i ricercatori concludono: “Questo studio suggerisce anche che questo farmaco potrebbe essere utile come potenziale trattamento per la SM in fase avanzata, in cui i processi di rigenerazione falliscono sempre più”, qualificando al contempo la necessità di ulteriori ricerche qui. Sfondo in cui i topi e gli esseri umani mostrano differenze nell’interazione delle cellule del sistema nervoso centrale.

READ  Effetti della Moringa Oleifera sulla glicemia e sull'insulina nei pazienti diabetici