Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Riconoscono ufficialmente il titolo di medicina all’UNSa

9 luglio 2021 – 02:21
Il presidente dell’università Victor Hugo Claros ha confermato l’annuncio ufficiale ieri pomeriggio

Il presidente dell’Università Nazionale di Salta, Victor Hugo Claros, ha annunciato ieri che “nel 2022 l’UNU avrà una propria professione in medicina”. La Commissione nazionale per la valutazione e l’accreditamento universitario (Coneau) ha emesso un parere “raccomanda il riconoscimento formale e provvisorio della laurea in medicina da conferire all’Università nazionale di Salta”. Questo annuncio – che è stato trasmesso quasi dalla piattaforma YouTube – è stato ampiamente celebrato.

Nella sua ipotetica presentazione, Clarus ha osservato: “Uno degli obiettivi dell’attuale amministrazione è quello di intraprendere un progetto ambizioso volto a ottenere un lavoro in medicina presso l’UNSa. Abbiamo fatto diversi tentativi ed è stato molto difficile. Ma oggi, in base all’opinione di Kono, sono in grado di dire che ce l’abbiamo fatta”.

“Dal 2022 i nostri giovani potranno studiare medicina in questa provincia, e dall’università li accompagneremo in questo percorso”.

Da parte sua, il vice governatore Antonio Marocco ha dichiarato: “Questo è un chiaro esempio di un’università impegnata nel conservatorismo. Abbiamo giovani che sono stati abbandonati per mancanza di opportunità e finiscono per studiare all’estero per diventare professionisti eccezionali. Bene, questo è iniziando a cambiare con questo importante annuncio relativo alle politiche pubbliche educative Salta celebra e accompagna questo traguardo.

Il rettore, Graciela Morales, ha evidenziato la gestione del rettore Victor Hugo Claros per raggiungere l’obiettivo proposto, e ha ritenuto che “oggi è un giorno di orgoglio per l’intera comunità universitaria”. Ha evidenziato “lo sforzo compiuto dal College of Health Sciences per ottenere l’accreditamento medico a Salta”.

READ  Obesità, un'epidemia silenziosa dove l'allenamento è fondamentale | formazione | Economia