Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Recessione 2023: il Fondo monetario internazionale avverte di una crisi in un terzo dell’economia

il Recessione È così vicino… così vicino, che gran parte del mondo ne soffrirà quest’anno. Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) lo apprezza Un terzo delle economie entrerà in recessione entro il 2023.

Il cadavere, infatti, da mesi avvertiva che “Il peggio deve ancora venireL’amministratore delegato del Fondo monetario internazionale, Kristalina Georgieva, ha avvertito oggi che si aspetta che “un terzo di… economia mondiale in recessione quest’anno”. In Europa, il quadro è ancora più fosco: metà dell’Unione europea lo è Sull’orlo di una crisi nel 2023.

“Per la maggior parte dell’economia globale, questo sarà un anno difficile, ancora più difficile dell’anno che ci siamo lasciati alle spalle. Perché? Perché le tre grandi economie, Stati Uniti, Unione Europea e Cina, stanno rallentando contemporaneamente”, Egli ha detto. Georgieva ha spiegato in un’intervista con la serie CBS.

Ma mentre gli Stati Uniti saranno più resilienti e potranno resistere alla deflazione, Metà dell’Unione europea entrerà in recessione quest’anno.. La Cina, dal canto suo, rallenterà ulteriormente, colpita da una politica molto restrittiva con il COVID-19.

per me Stime del Fondo Monetario InternazionaleLa crescita globale rallenterà almeno al 2,7% nel 2023, quando era del 6% nel 2021 e del 3,2% lo scorso anno.

Sullo sfondo dell’invasione russa dell’Ucraina, la crisi del costo della vita ha causato inflazione economica Il rallentamento in Cina sono le due ragioni principali del deterioramento delle prospettive economiche.

“Spero che gli Stati Uniti non cadano in una recessione nonostante tutti questi rischi”, ha sottolineato Georgieva, anche se mette in guardia contro questo, Anche nei paesi che evitano la deflazione, “si sentirà come una recessione a centinaia di milioni di persone.

READ  L'Italia approva il pacchetto di aiuti ai milionari per gli aumenti di gas ed elettricità

in un Gli Stati Uniti, che già nel 2022 sono entrati in recessione tecnicaDeviazione della Fed in aumento tassi di interesse Spiega il rallentamento della crescita del PIL all’1% nel 2023.

In Cina, il calo delle aspettative di crescita (al 4,4%) si spiega con la politica di non diffusione del virus Corona, con rigide restrizioni per far fronte alle nuove ondate, e l’indebolimento del settore immobiliare.

Ma il Il continente antico subirebbe un forte rallentamento In particolare, nell’Eurozona, dove la crisi energetica causata dalla guerra continuerà a farsi sentire e ridurre la crescita allo 0,5% nel 2023. Nell’Unione Europea, E il Fondo monetario internazionale sta già deducendo che le grandi economie, come la Germania o l’Italia, entreranno in recessione. La Spagna, invece, potrebbe evitare di attaccare.

In Europa, i prezzi del gas sono più che quadruplicati dal 2021 e la regione affronta il rischio di carenze di energia quest’inverno, ma anche oltre. Il FMI avverte che “l’inverno del 2022 sarà difficile per l’Europa, ma l’inverno del 2023 sarà probabilmente peggiore”.