Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Questo è il primo “stalker” di fulmini europeo

I sensori satellitari satellitari sono così sensibili che per raggiungere i luoghi in cui sono costruiti, sono conosciuti come ‘stanza pulitaOppure camere bianche, è necessario indossare mantello, cappello e protezione per i piedi per evitare la contaminazione del luogo con capelli o pelle umana.

In una di queste stanze c’è un satellite MTG-I1il primo generatore di foto per Meteosat terza generazione. Si trova nella città francese di Cannes, in una delle strutture più importanti della città Spazio di Thales Aleniala società per azioni costituita tra Talete (67%) S Leonardo (33%), Le entità, che erano responsabili con MTG, dello sviluppo della tecnologia necessaria per portare questo satellite alla fase finale di integrazione in cui si trova attualmente.

Il programma MTG lancerà un totale di 6 satelliti che sostituiranno la seconda generazione (MSG) di Meteosat. MTG-l1 sarà il primo razzo ad essere lanciato in orbita geostazionaria, intorno 36000 km lontano dalla crosta terrestre. Da lì effettuerà missioni di osservazione meteorologica e fornirà immagini quasi in tempo reale e ad alta risoluzione della superficie della stazione. Questo punto di riferimento nell’ingegneria spaziale è il risultato di una collaborazione tra l’Agenzia spaziale europea e EUMETSAT.

tecnologie avanzate

Ma cosa c’è di nuovo in questo nuovo satellite rispetto ad altri? Secondo i suoi creatori, in brevissimo tempo risparmierai a Un quadro completo della terra In totale 10 minutirispetto alla seconda generazione di satelliti che ha fatto questo in 15. Ha anche una modalità rapida che ti consente di creare immagini all’interno 2,5 minuti Di tutti continente europeo e parte dell’Africa.

“Questa missione meteorologica contribuisce a uno sviluppo significativo in questo campo, poiché aumenta la precisione quando si tratta di previsioni e può aiutare Affrontare i disastri climatici prima.” Simonetta Cile, direttore del Programma di Osservazione della Terra presso l’Agenzia Spaziale Europea, durante la presentazione del satellite. Ottenere queste foto così rapidamente è possibile grazie a uno strumento chiamato FCI (Imaging integrato flessibile)che fornisce inoltre una risoluzione spaziale tra 500 m e 1 km. Ciò migliorerà l’affidabilità delle previsioni del tempo in pochi minuti.

Thales Alenia Space Facility a Cannes (Francia)

Case Orël

La tecnologia è uno degli strumenti più recenti di cui dispone questo nuovo Meteosat LI (fotografia di fulmini)Uno strumento sofisticato, a quattro camere, delle dimensioni di un tamburo in grado di Visualizzazione a raggi X. È costituito da una testa ottica (LOH) e da una scatola elettronica principale. Consente di rilevare sia i fulmini che colpiscono la Terra che quelli all’interno delle nuvole, il che può fornire una grande conoscenza alla comunità scientifica. Intorno a Il primo fulmine “stalker” d’Europa Permetterà lo studio di questi eventi e dei loro processi fisici e chimici. Sarai anche in grado di prevedere i disastri naturali associati ai fulmini. Quando gli eventi sono come a CicloneLI è in grado di rilevare i fulmini che sono presenti gradualmente durante la formazione di un tornado, il che può aiutare a evacuare o prevenire i residenti colpiti”, spiega ad ABC il creatore dello strumento, che è italiano. Carlo Simoncelli, Direttore di Leonardo.

Quest’estate in Spagna, i due principali incendi che hanno bruciato la più vasta area di ettari sono stati Losacio (Zamora) e Bejín (Castellón), entrambi naturalmente causati da un fulmine. Il satellite “può essere utilizzato per attivare gli allarmi necessari per prevenire grandi incendi come trasformazione dei media In qualità di vigile del fuoco nella zona dove è previsto uno scarico, il giungla vicina o rinfreschi locali”, aggiunge.

strumento LI

  • elementi
    Testa ottica (LOH) e scatola elettronica principale (LME)
  • le misure
    715×1, 100×1, 200mm
  • Il peso
    102 kg e contiene più di 2.000 chiodi e 250 cavi
  • Consumo di energia
    110 watt
  • Ruolo
    Rileva i fulmini durante il giorno e la notte, sulla terra e sull’acqua, e quelli che colpiscono e quelli che non lo fanno

Il progetto ha ricevuto la collaborazione di dozzine di paesi. di strutture Tre canzoni di Thales Alenia Space In Spagna, hanno sviluppato tecnologie chiave per garantire la qualità dell’immagine richiesta per il satellite.

  • Video Control VCU: Si tratta di 6 unità elettroniche in grado di acquisire, amplificare, adattare, digitalizzare ed elaborare i segnali video (analogici) catturati dai rivelatori, prima di inviarli a Terra.

  • Banda Ka (KaT): un sistema di bordo responsabile dell’invio sulla Terra delle immagini catturate dai due strumenti (FCI e LI). La velocità di trasmissione è fino a 200 MB/s (rispetto ai 2 MB/s di Meteosat di seconda generazione).

  • TT&C: Le unità responsabili del collegamento di comunicazione tra le stazioni di controllo e il satellite.

Il stazioni di ricezione dati Si trovano a Leuk (Svizzera) e Lario (Italia). È costituito da grandi antenne, strategicamente posizionate in luoghi come il collegamento spazio-Terra che possono deteriorarsi in caso di forti piogge. Gli scienziati hanno calcolato che è il luogo in cui è meno probabile che queste condizioni si verifichino contemporaneamente, quindi se il tempo impedisce la comunicazione satellitare a Leuk, è più probabile che operi nel Lario e viceversa. .

Il satellite è praticamente pronto, il 28 settembre salperà su una nave dal porto di Fos-sur-Mer verso la Guyana francese, dove sarà varato a fine anno, molto probabilmente a dicembre, secondo fonti ESA, nello spazio a bordo. un Ariane 5. missile.

Per raggiungere questa fase, il satellite ha dovuto superare diversi test, come vibrazioni o Vuoto. Per eseguire quest’ultimo test, il satellite assemblato è già inserito all’interno del TVAC (Camera termica a vuoto), che è un grande contenitore ermetico e ingombrante che impiega due giorni per depressurizzare l’interno e sgonfiare completamente l’aria, simulando così le condizioni dello spazio. In esso, gli scienziati hanno messo tutto.

La camera a vuoto dove testano MTG-l1

Case Orël

Anche loro sono stati testati Ciclo termicoIl dispositivo è esposto a forti sbalzi di temperatura per vedere se resisterà agli sbalzi termici prodotti dal sole.

A differenza di altri satelliti che sono ricoperti con carta simile all’alluminio arancione, nel caso di MTG-l1, questa carta è nera, poiché è stata già menzionata sensori Sono così sensibili che possono essere influenzati dai riflessi del sole.

READ  SEGG e SEMPSPH collaborano nel campo della medicina preventiva e della geriatria