Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Qual è lo stato di salute delle donne in Sud America, secondo un indicatore importante?

Presentati i risultati del nuovo Global Women’s Health Index (GWHI) 2020 (Getty Images)

Alla fine di settembre è stato lanciato un nuovo indice internazionale affermato di essere il primo del suo genere, il Global Women’s Health Index (GWHI) 2020.. Questo indice, prodotto dalla società statunitense di tecnologia medica Hologic in collaborazione con il Gallup World Poll (che conduce indagini sul campo), È il primo indicatore globale ad analizzare lo stato di salute delle donne in 116 paesisecondo cinque dimensioni: Cura preventiva; bisogni primari; pareri in materia di sicurezza e salute; Salute individuale e salute emotiva.

Per capire come funziona l’indice, descriveremo in dettaglio un caso specifico. Con 69 punti su una scala da 1 a 100, Le donne taiwanesi hanno la migliore salute del mondo. Ciò significa valori superiori a 80 punti in 4 dimensioni su 5. Ad esempio, nella dimensione della salute emotiva (89 su 100), solo il 5% delle donne taiwanesi si è sentito triste in un momento della giornata precedente al sondaggio ( contro il 73% dei peruviani, ad esempio nel paese meno classificato in questo campo indice); Nella dimensione del parere sulla salute e sicurezza (85 punti), L’85% delle donne taiwanesi ha affermato di sentirsi al sicuro a camminare da sole di notte; Nella terza dimensione, quella dei bisogni primari (93 punti), solo il 6% ha avuto problemi a trovare una casa negli ultimi 12 mesi.

Per quanto riguarda la dimensione sanitaria individuale (85 su 100), Solo il 12% delle donne taiwanesi ha dichiarato di avere qualche problema di salute e il 18% ha dichiarato di aver provato una sorta di dolore il giorno prima del sondaggio. (All’altra estremità dello spettro ci sono gli iracheni al 66%.) Quindi cosa impedisce alla salute della donna media taiwanese di superare gli 80 punti? Apparentemente, sono restii a sottoporsi a esami medici, che si misurano con l’ultima dimensione, la prevenzione (24 punti su 100): solo il 35% di loro si è fatto controllare la pressione nell’ultimo anno (il 53% di questi). Le donne austriache al secondo posto lo hanno fatto) e meno dell’11% era stato testato per le malattie sessualmente trasmissibili.

Le donne taiwanesi hanno la migliore salute del mondo (Getty Images)
Le donne taiwanesi hanno la migliore salute del mondo (Getty Images)

Ora che abbiamo visto come funziona, inseriamo il GWHI nel contesto del Sud America per vedere quali paesi misurano meglio e peggio in questo nuovo indicatore.

READ  La scienza conferma che il caffè fa bene al nostro corpo

Uruguay (39). È il miglior paese dell’America Latina in termini di stato di salute delle donne. Ha segnato 58 punti, che è lo stesso dei punti totali di Spagna, Italia e Croazia. Il suo punto di forza risiede nella dimensione della cura preventiva, posizionandosi al 9° posto a livello mondiale e al pari di Stati Uniti, Cile e Corea del Sud (il 71% degli uruguaiani, ad esempio, si è sottoposto almeno una volta al controllo della pressione negli ultimi 12 mesi). Ma le prestazioni sono rimaste stagnanti nella dimensione della salute emotiva, con le donne uruguaiane al 63° posto nel mondo: il 55% ha dichiarato di sentirsi ansioso il giorno prima del sondaggio, il 47% stressato e il 28% triste.

Cile e Paraguay (59 e 62). Per quanto riguarda la salute, le donne cilene e paraguaiane hanno ottenuto lo stesso risultato: 52. Il Cile ha una buona posizione globale (12 punti) per la sua cura preventiva (come l’Uruguay), ma un punteggio scarso (109 punti) nella dimensione che misura l’opinione delle donne sulla qualità della salute e della sicurezza: solo il 38% delle donne cilene ha una valutazione positiva opinione sulla qualità della salute e della sicurezza nel proprio paese e il 30% si sente al sicuro camminando da solo di notte. La stessa cosa accade con le donne paraguaiane: una buona percentuale di cure preventive (classificata al 25° posto assoluto), ma scarsa opinione sul loro regime di salute e sicurezza (classificata al 108° posto).

L'Uruguay è il miglior paese dell'America Latina in termini di stato di salute delle donne (Getty Images)
L’Uruguay è il miglior paese dell’America Latina in termini di stato di salute delle donne (Getty Images)

Argentina (65 gradi). Il nostro paese è al terzo posto in Sud America in questo indicatore. Ha segnato 51 punti, un punto in meno di Cile e Paraguay. Ma a differenza di questi due paesi, nel caso dell’Argentina, non sembra esserci una tendenza all’estremismo. La sua dimensione migliore è la cura preventiva (24° nel mondo) e la sua dimensione peggiore è la salute emotiva (classificato 89°); Al centro, si è classificato 57esimo per dimensioni dei bisogni primari, 64esimo per salute individuale e 88esimo per opinioni sul sistema di salute e sicurezza. Pur non mostrando una tendenza all’estremo, è utile soffermarsi su alcune risposte particolari: il giorno prima del sondaggio, il 43% delle donne argentine ha ammesso di aver provato qualche forma di dolore fisico e il 61% ha dichiarato di aver provato, mentre il 40% ha ammesso che si sentivano ansiosi. Hanno avuto problemi a ottenere denaro per sfamare se stessi o le loro famiglie nell’ultimo anno.

READ  La protesta dei medici sta già colpendo le cure in alcuni ospedali

Colombia e Brasile (95 e 97). Questi due paesi, i più popolosi del Sudamerica, hanno totalizzato 44 punti, gli stessi di El Salvador, Camerun e Turchia.. Nel caso della Colombia, si è già iniziato a notare una diminuzione della dimensione della cura preventiva (76° posto) rispetto ai paesi precedenti, che oscillavano tra il 12° e il 25° posto. La dimensione migliore per una donna colombiana è la salute dell’individuo (punteggio 52): solo il 20% ha riferito di avere problemi di salute e il 36% ha avvertito qualche dolore fisico il giorno prima dell’intervista (le percentuali sono migliori rispetto alle donne in Uruguay, Cile o Argentina).

L’Uruguay è il miglior paese dell’America Latina in termini di stato di salute delle donne

D’altra parte, c’è la salute emotiva delle donne colombiane (punteggio 96), dove il 58% ha riferito di provare ansia e il 53% di provare stress.. Quanto al Brasile, le sue dimensioni migliori sono i bisogni primari (punteggio 54), che in termini regionali significa la migliore posizione dopo Cile e Uruguay, ma all’estremo opposto riflette la sfiducia delle donne brasiliane nel loro sistema sanitario (punteggio 112): solo 32 Il % di loro lo considera di qualità e meno di 1 su 2 considera la cura delle donne in gravidanza.

Bolivia (106 gradi). Nella sua media complessiva, la Bolivia ha ottenuto 42 punti, lo stesso di Tunisia e Mali. Le donne boliviane mostrano un’ottima salute individuale (72 punti), così come le colombiane e le venezuelane: solo il 18% delle boliviane ammette di avere qualche problema di salute. Ma anche se hanno un punteggio accettabile nei loro bisogni primari, che è equivalente alle donne indonesiane e ucraine, la valutazione delle donne boliviane sul loro sistema sanitario è molto bassa: solo il 29% si considera avere un buon sistema sanitario e il 31% considera le cure ricevute dalle donne incinte malate ( Globalmente solo Gabon, Perù e Venezuela hanno un rating inferiore in questa dimensione).

D'altra parte, c'è la salute emotiva delle donne colombiane, con il 58% che afferma di provare ansia e il 53% di provare stress (Getty Images)
D’altra parte, c’è la salute emotiva delle donne colombiane, con il 58% che afferma di provare ansia e il 53% di provare stress (Getty Images)

Ecuador (109), Venezuela (113) e Perù (114°). Siamo arrivati ​​negli ultimi 3 paesi del Sud America in questo indicatore, e sono anche tra gli ultimi 6 paesi del mondo in base alla loro classifica. L’Ecuador ha ottenuto 40 punti complessivi. La sua dimensione migliore è la salute dell’individuo (stesso punteggio di Argentina e Cile): solo il 17% delle donne ecuadoriane riferisce di avere qualche problema di salute. Ma il rovescio della medaglia di questi dati sono tassi molto alti di ansia (68%), stress (67%) e tristezza (47%). Il Venezuela, che ha ottenuto il secondo posto nella classifica, ha segnato 37 punti, così come l’Iraq. I bisogni primari delle donne venezuelane sono i più alti della regione: il 78% ha dichiarato di aver avuto problemi a procurarsi il cibo nell’ultimo anno e quasi 1 su 2 ha riferito problemi a trovare un alloggio decente nello stesso periodo. Tuttavia, come abbiamo già visto in altri casi, le donne venezuelane hanno una buona salute (solo il 22% afferma di avere un problema), ma una pessima opinione del proprio sistema sanitario (solo il 20% è d’accordo). Il Perù, con un punteggio di 36, è stato il Paese con il peggior risultato dell’intero campione. Sebbene i loro punteggi sulla maggior parte delle dimensioni non siano molto diversi da quelli del Venezuela, la differenza sta nella salute individuale (quasi la metà delle donne peruviane, il 47%, ha dichiarato di aver sentito una qualche forma di dolore fisico il giorno prima del sondaggio) ed emotiva. (7 su 10 si sentivano ansiosi).

READ  3 consigli per essere più felici

Cosa ci lascia l’analisi regionale a GWHI? Il rapporto conclude che la media globale per lo stato di salute delle donne è di 54 punti su 100, indicando che c’è ancora molto spazio per miglioramenti. Ma la media sudamericana è 10 punti più bassa della media mondiale e 20 punti dietro l’Oceania, la regione con il miglior punteggio. Nonostante alcuni isolati buoni risultati, il Sud America è infatti la regione del mondo in cui la salute delle donne è più debole e dove sicuramente incontreranno maggiori difficoltà per invertire la tendenza.

Continuare a leggere: