Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Promuovere la salute e il benessere degli anziani

Articolo di Laura Camps, responsabile dell’integrazione Grupo Colosseo

La tecnologia è attualmente un altro elemento dei nostri giorni. Gli ultimi anni sono stati contrassegnati da un significativo aumento dello sviluppo di progetti tecnologici che hanno interessato vari settori della vita, come industriale, commerciale e sociale, tra molti altri.

In questo contesto, l’obiettivo primario posto dallo sviluppo tecnologico è che raggiunga tutti i settori della popolazione. Per questo motivo, molti progetti sono in fase di sviluppo da varie organizzazioni e aziende private per Portare la tecnologia a tutti gli anziani, concentrandosi su quelli che influenzano direttamente il tuo benessere e la tua salute.

Le nuove tecnologie aiutano a promuovere e prevenire la salute fisica e mentale degli anziani

Gli obiettivi principali di questo tipo di tecnologia sono:

  • Promuovere l’invecchiamento attivo
  • aumentare l’indipendenza
  • Promuovere l’integrazione nell’ambiente sociale
  • Fornire cure migliori e più rapide agli anziani.

In breve, si tratta di utilizzare le nuove tecnologie per il bene Promuovere e prevenire la salute fisica e mentale degli anziani.

Le nuove tecnologie favoriscono una migliore qualità della vita, offrendo un’ampia gamma di strumenti per migliorare la salute fisica e mentale. Pertanto, è nostro dovere andare verso il futuro Integrare le nuove tecnologie nelle nostre vite E in quei settori che possono usufruire dei vantaggi che ci porta, come Il settore socio-sanitario e l’alloggio per gli anziani. In questo senso, possiamo evidenziare le seguenti tipologie di tecnologie:

  1. Tecnologia assistita dalla vita indipendente:

In questa sezione troviamo servizi come A distanza, che consente a una persona di disporre di uno strumento con diversi servizi: dall’assistenza diretta in caso di infortunio clinico all’evidenza in caso di confusione fuori casa. Tutto questo premendo un pulsante che può essere posizionato sotto forma di collana, bracciale o anche tramite un dispositivo mobile. In breve, permette Le persone anziane possono vivere in modo più autonomo, sia in casa che nelle residenze.

READ  Inflazione del sistema sanitario: quanto sono aumentate le medicine prepagate

D’altra parte, vale la pena evidenziare lo sviluppo domotica, che mira ad applicare la tecnologia dell’automazione al controllo della casa. Permette di migliorare la qualità della vita, aumentare la sicurezza, il comfort e la comodità, sia a casa che nei centri sanitari. Qui includiamo anche una vasta gamma di sensori e dispositivi che supportano le attività di base della vita quotidiana e che aiutano Monitoraggio ambientale e rilevamento degli incidenti Come cadute e incendi, tra gli altri.

Né dovremmo dimenticare qualcosa che era così presente nelle nostre vite lo scorso anno: telemedicina, ogni giorno più diffuso tra la nostra popolazione. Un servizio che ci permette nei centri socio-sanitari di ottenere assistenza medica 24 ore su 24, come nei nostri centri sparsi in tutta la Spagna con il servizio “call center”. In questo modo, qualsiasi tipo di incidente ha una risposta medica immediata e ci consente di svolgere le azioni necessarie più rapidamente.

Include tutto questo Sistemi utilizzati per migliorare le capacità funzionali E stanno pensando di coprire i bisogni della regione percettivo (disturbi del linguaggio, demenza, ecc.), come funzionale (Restrizione di movimento, deficit sensoriale, ecc.).

Un esempio di tecnologia assistiva è Programma NeuronUpSi tratta di un programma di supporto alle terapie di stimolazione cognitiva e neuroriabilitativa. NeuronUp favorisce il mantenimento delle funzioni cognitive di base, ma anche di quelle più complesse, e consente di svolgere attività formative della vita quotidiana, necessarie per mantenere l’autonomia dell’anziano. Nelle residenze Colisée, NeuronUp viene assunto da uno psicologo personale per fare interventi terapeutici.

In termini di strutture residenziali e socio-sanitarie, l’applicazione delle nuove tecnologie ha notevolmente aumentato la qualità delle cure, con nuove integrazioni come Sensori di movimento o pressione che avvertono di cadute o movimenti indesiderati, o che consentono di cercare immediatamente un aiuto professionale. Alcuni esempi sono tappetini sensore, controllo del roaming, rilevatori di porte aperte e un sistema di allarme per infermieri residenti, tra gli altri.

READ  Dal film: Flying Taxi fa il suo primo test con un equipaggio in Italia e lancia | tecnologia

Troviamo anche altri sistemi che ci aiutano a promuovere e prevenire la salute, come Sistemi di prevenzione delle fratture dell’anca e bracciali per attività, che può avvisarti di un cambiamento nei parametri vitali.

  • Tecniche per facilitare la comunicazione:

Siamo qui a pensare a tutto questo Dispositivi che facilitano la comunicazione con l’ambiente e con altre persone senza dover fare alcun tipo di movimento: cellulari, tavoliSoftware per computer che consente la videoconferenza e una miriade di applicazioni. Nell’ultimo anno, questi dispositivi sono stati di grande importanza durante il confinamento, perché hanno permesso agli anziani di rimanere Preservare il legame tra i residenti e i loro cari. In questo modo, queste tecniche avevano un’estensione Un significativo impatto positivo sulla salute mentale degli anziani che risiedono in centri residenziali e socio-sanitari, consentendo l’interazione sociale.

Al contrario, questa tecnologia ci ha permesso solo di comunicare con gli altri indipendentemente dalla distanza, ma ci ha permesso di farlo Eseguire un gran numero di attività In quei momenti in cui non era possibile raggiungere le posizioni. Un esempio di tali attività sono quelle che si svolgono nei centri Colisée come gruppo di canto “corale”Concerti, attività, laboratorio di musicoterapia dal vivo, ecc.

Circa l’autore

Laura Camps è la responsabile dell’integrazione del Grupo Colisée. Vanta 15 anni di esperienza nel settore delle case di cura, ricoprendo incarichi in infermieristica, coordinamento distretti sanitari e direzione del centro. È un’infermiera registrata con una specializzazione in gestione di centri socio-sanitari e un master in infermieristica scolastica.