Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Progressi nella determinazione del censimento geografico della popolazione di tutti i centri sanitari del governatorato

L’obiettivo dell’incontro è stato quello di presentare la strategia utilizzata per digitalizzare le aree di responsabilità sanitaria.

Oggi 16:43

Il Ministero della Salute, attraverso i due programmi Sumar, Redes y Proteger, in coordinamento con il nodo tecnologico della Segreteria della Scienza e della Tecnologia e la Direzione dell’Interno per il Fascicolo Sanitario, ha presentato i progressi compiuti nella digitalizzazione delle aree di responsabilità sanitaria dei centri sanitari della provincia, in una riunione dei direttori e dei supervisori degli agenti sanitari.

Gli obiettivi dell’incontro erano presentare la strategia utilizzata per digitalizzare le aree di responsabilità sanitaria e dimostrare i mezzi di geolocalizzazione delle persone.

Ed erano responsabili dell’apertura, il Segretario alla Salute, Lic. Natividad Nassif, Ministro della Scienza e della Tecnologia, Ingegnere Adrián Suárez, Direttore della Pubblica Amministrazione, Ricardo Montenegro, e Coordinatore del Programma Sumar, Dra. .

La dott.ssa Lucia Abdelgad ha fatto una cronologia del processo di lavoro per raggiungere la digitalizzazione delle aree di responsabilità sanitaria in tutto il governatorato e per determinare la posizione geografica della popolazione responsabile. “Ritengo di grande importanza la formulazione interistituzionale che è stata raggiunta con la partecipazione dei tre programmi nazionali, per il finanziamento internazionale, il networking, la protezione e l’aggiunta di più nodi tecnologici”.

D’altra parte, ha indicato che è un lavoro duro in cui è stata ottenuta molta partecipazione per raggiungere il riferimento geografico alla popolazione responsabile di ciascun centro sanitario. “Ciò migliorerà notevolmente il lavoro degli operatori sanitari che potranno ottenere informazioni più tempestive sulla prevenzione e l’assistenza sanitaria della popolazione”.

Il ministro della Salute, Les Ntifidad Nassif, ha sottolineato che si tratta di “uno strumento prezioso che richiede molti sforzi per realizzare la digitalizzazione delle aree di responsabilità sanitaria in tutta la provincia”.

READ  Batlle (Ricerca medica): "Il premio Jaume I per il riconoscimento e l'energia per la squadra"

In questo senso ha evidenziato l’importanza di dialogare con la Segreteria della Scienza e della Tecnologia e con la Direzione della Pubblica Amministrazione “che mettono le proprie capacità al servizio del progetto” e dall’altro ha sottolineato “la professione delle équipe sanitarie che , con atteggiamento di servizio permanente, hanno partecipato ai vari casi in cui è stata presa la decisione di costruire questo strumento”. Infine, ha sottolineato che “l’individuazione delle aree di responsabilità di ciascun operatore sanitario ha una prospettiva della regione, in tutta la sua diversità”.

Da parte sua, il Ministro della Scienza e della Tecnologia, ingegnere Adrian Suarez, ha sottolineato il lavoro congiunto con il Ministero della Salute, soprattutto di fronte all’epidemia, e ha osservato che nell’ambito degli obiettivi del bicentenario stabiliti dal Governatore a partire dal 2020, ha menzionato la necessità di un piano sanitario completo. In questo senso, “celebro questo lavoro che abbiamo svolto in collaborazione con il Ministero della Salute e la Direzione della Pubblica Amministrazione e sicuramente faremo passi più significativi nei prossimi anni”, ha affermato.

In Second Moment Ricardo Montenegro, Alvaro Brunet e Facundo Yoshitake di Redes, parlando della strategia utilizzata per digitalizzare ARS, Patricia Torres Morales di Capitas y Sistemas de la Información del Sumar, Media Trainer per la geolocalizzazione delle persone: SIGEP e Social-Community Health App La dott.ssa Lucia Abdelgad ha quindi presentato il progetto Georeference, che mira a valorizzare il lavoro di georeferenziazione della popolazione svolto da ciascun centro sanitario all’intero territorio della contea.

Infine, la dottoressa Laura Jevel, referente del programma Health Networks, ha consegnato 140 blocchi, 38 dischi e due elettrodi, per migliorare il lavoro di digitalizzazione, georeferenziazione e assistenza sanitaria nei centri sanitari della contea.

READ  Martha Fierro lascia il segnoصم