Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

PRO ha introdotto un progetto per richiedere un’assicurazione di copertura medica per gli stranieri che entrano nel paese

PRO ha introdotto un progetto per richiedere un’assicurazione di copertura medica per gli stranieri che entrano nel paese

Il sostituto procuratore Silvana Giudici ha presentato un progetto per obbligare gli stranieri a contrarre un’assicurazione sanitaria privata

Deputato Nazionale del PR, Silvana GiudiciÈ stato presentato un progetto di legge che propone ciò straniero Chi entra nel Paese deve dimostrare di averlo fatto Attuale assicurazione sanitaria privata Che alla fine copre tutte le tue spese sanitarie.

L’iniziativa ha il sostegno di molti parlamentari del partito di Macri. Le persone che sarebbero coperte, se la norma fosse approvata, coprono i viaggi per motivi Turista, viaggio di lavoro, esaurimento Anche Alloggi temporanei.

Il sistema sanitario argentino, caratterizzato dalla sua qualità e professionalità, è stato una Mecca Per milioni di cittadini di altri paesi della regione. Ottime condizioni di cura in termini di tecnologia, pratiche innovative e qualità medica hanno portato da anni ad un’importante migrazione per accedere ai servizi sanitari offerti dagli ospedali pubblici argentini, i cui costi sono sostenuti esclusivamente dal sistema, cioè con risorse di bilancio che il legislatore nazionale ha affermato: “provengono dalle tasse pagate dai cittadini del nostro Paese”.

Secondo questa legislazione, qualsiasi intervento medico, odontoiatrico o chirurgico di qualsiasi tipo – in caso di ricorso al Servizio Sanitario Pubblico argentino – dovrà essere coperto dalla suddetta assicurazione di assistenza – ad eccezione di Assistenza in caso di emergenza e incidenti Anche Casi di emergenza Con il rischio della vita che continuerà gratuito.

Il progetto gode del sostegno dei parlamentari Sergio Capozzi, Martin Yeza, José Nunez, Gerardo Melman, Damian Arabia, Karina Bacchi, Sofia Brambilla, Anibal Tortorello. E Martin Ardohin.

Come riferito dal Rappresentante, questa misura affronta la situazione di un sistema sanitario pubblico che è sotto pressione eccessiva e le risorse di bilancio sono scarse, con conseguenti deficit nella capacità di assistenza, nella disponibilità di posti letto e in input sempre più urgenti.

READ  Santa Fe: una giovane donna ha riferito che uno studente di medicina l'ha aggredita sessualmente in ospedale

L’iniziativa cerca di emulare ciò che hanno fatto i governi provinciali confinanti con altri paesi, che hanno implementato meccanismi per far pagare agli stranieri i loro sistemi sanitari. Questi pagamenti vengono applicati nei casi in cui non esistono accordi di sponsorizzazione reciproca tra i paesi.

L’Ospedale San Vicente, nella città di Orano, nella provincia di Salta, è stato testimone di un grande afflusso di turismo sanitario

Salta era una delle regioni. Più recentemente, la provincia ha valutato queste misure dopo due mesi. “Prima i corridoi erano pieni di pazienti, oggi siamo completamente a nostro agio con le cure. Il mese scorso, dei 3.300 pazienti curati, oggi a Orano ce ne sono 60. “Se includiamo il valore della consultazione, che è di 6.600 dollari, dovremo guadagnare più di 23 milioni di pesos, solo con le consultazioni”, ha spiegato il Ministro della Salute di Salta. Federico Mangione.

La nota di Giudici sottolinea che è necessario trovare strumenti innovativi per continuare a fornire assistenza medica di alta qualità nel nostro territorio, sia ai cittadini argentini che a quelli stranieri. Implementando la necessaria copertura assicurativa di assistenza speciale negli aeroporti o alle frontiere per garantire che tutti i turisti o visitatori stranieri abbiano le risorse necessarie per coprire le spese mediche durante il loro soggiorno, saremo in grado di ridurre il peso sul sistema pubblico. Il progetto prevede Presentazione delle credenziali ai centri per l’immigrazione Insieme al passaporto.

La spiegazione di Giudici ha difeso la proposta dicendo che “la Costituzione nazionale è la nostra guida, e questo strumento non viola nessuna delle garanzie date agli stranieri che mettono piede sul nostro territorio, ma tutela equamente i diritti degli argentini e degli stranieri”. “Coloro che possono pagarlo, da qualunque parte provengano, riceveranno la copertura originaria e il sistema pubblico argentino coprirà solo le emergenze che comportano un rischio per la vita”, ha sottolineato.

READ  Gli Stati Uniti sono in allerta per una strana esercitazione militare della Russia nell'Oceano Pacifico vicino alle Hawaii

In un Paese in cui la percentuale di poveri è del 47%, è importante rendere il sistema più equo La deputata Giudici ha concluso dando priorità alle risorse per coprire gli enormi bisogni sanitari nazionali.