Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Più slot e entrate internazionali

Il padel avrà un importante sapore spagnolo negli anni a venire. Potremmo non avere l’equivalente di Rafael Nadal o Carlos Alcaraz, ma molte racchette e molte attrezzature sono trasportate dai milioni di fan di questo sport nel mondo (circa 18 milioni oggi e con una possibilità di oltre 100 milioni nel 2030 ) negli e-commerce e nei negozi fisici la nostra pagaia. La società ha aperto Pioniere a Madrid Quest’estate sono stati realizzati 600 metri quadrati nel viale centrale di Maria de Molina, vetrina del nuovo palcoscenico che sta affrontando il distributore dopo essere diventato il maggiore azionista del Fondo lussemburghese Argon 6 luglio scorso.

“Non apriamo nessun processo ufficiale, conosciamo molto bene il mondo della finanza e Avevamo più di 5 offerte non vincolanti sul tavolo per entrare Sul progetto”, commenta l’attuale CEO dell’azienda, Íñigo Colomina, che sottolinea la professionalità di Ergon e l’ordine dell’intera operazione precedente. Da parte sua, il fondo di investimento spagnolo Inveready è ancora associato a Pádel Nuestro. Con questo supporto, Colomina , che è il secondo azionista dopo la stessa Ergon, unita forte trasformazione È stato sviluppato negli ultimi mesi con l’ingresso di nuovi membri del consiglio come l’attuale CEO Rafael Martinez – Avial (ex CEO di Tiendanimal).

“È stato un anno di ristrutturazione in cui abbiamo fatto qualche passo indietro, messo fine ad alcune cattive pratiche a livello di immagine, per poter crescere in modo sano”, ha ammesso Colomina, che prevede un certo impatto sulle bollette, e spera comunque che questo processo si concluda nei 55 milioni di euro. Prudente, presidente di Pádel Nuestro, parla di una crescita dei ricavi negli ultimi mesi di oltre il 50% rispetto al 2021 e che si avvicina ancora al Natale.

READ  Le esportazioni crescono del 4,9% nel primo trimestre dopo il rimbalzo di marzo

In ogni caso, il presidente della società ha gli occhi puntati sulla partita che giocherà il prossimo anno quando se lo aspetta Raggiungere un fatturato compreso tra 80 e 85 milioni di euro. Per allora, spera di gestire tutte le innovazioni introdotte nel canale online. “Siamo molto concentrati sulla migliore esperienza per l’utente finale”, ha osservato Colomina.

Pádel Nuestro ha mantenuto la sua migliore battuta d’arresto del 2023, dopo un anno di trasferta. Con questa idea, il suo capo ha rivelato alla ABC, stanno lavorando su diverse linee. Il primo è nel modello del negozio (“abbiamo circa 50 o 60 franchising”, dice) mentre si stanno già preparando per nuove aperture. “L’obiettivo è aprire il prossimo anno Tra 6 e 7 negozi speciali In Spagna e all’estero, in mercati come l’Italia, gli Stati Uniti (Miami) e forse il Belgio”, ha svelato il responsabile del distributore. Va ricordato che il fatturato in Spagna è ormai solo del 50% circa, e anche un po’ meno franchising sono esclusi C’è la possibilità di crescere a livello internazionale.

Spettacolo di Madrid

Ma la grande offerta del titolare di marchi come ‘Siux’ è nel fiore all’occhiello di Madrid. “L’esistenza fisica è molto importante perché La gente vuole toccare il bulldozer e provarlol’utente acquisisce esperienza e ha un contatto fisico”, spiega Colomina che ha anche evidenziato che sono in aumento i “filtri” per la selezione dei futuri affiliati. Come aneddoto nella creazione di Maria de Molina, per un design unico, la presenza di un’area zona di prova Dove gli utenti possono testare i codici. Ricevono anche giocatori professionisti e influenti all’interno dell’organizzazione dell’evento.

“Ci impegniamo per negozi più privati, anche piccoli, perché in questo modo possiamo controllare l’accesso al core dell’omnicanale: non importa se acquisti online, puoi ritirarlo e restituirlo nei negozi, per esempio”, ha spiegato a proposito del modello “prendi e raccogli”, che sarà implementato a metà del prossimo anno.

Colomina guarda al futuro con ottimismo, nonostante il complesso contesto economico. In questo senso, ha detto, stanno già crescendo online in paesi come Regno Unito, Francia e Germania. Inoltre, sempre con cautela, controlla altri mercati come Oin mezzo a una risata S Giappone (dove hanno una joint venture con un imprenditore locale) già “esplodendo”.