Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Più di 1.300 detenuti in Russia protestano contro il decreto di mobilitazione di Putin per invadere l’Ucraina

La polizia russa arresta un attivista che protestava contro la mobilitazione ordinata da Putin (REUTERS / REUTERS PHOTOGRAPHER)

La Procura di Mosca ha minacciato di 15 anni di carcere i cittadini che sfidano la folla del presidente russo Vladimir Putin. mentre più di 1.300 persone sono state arrestate per aver protestato in diverse città della Russia.

Le proteste sono le più grandi in Russia dalle manifestazioni scoppiate in seguito all’annuncio dell’intervento militare di Mosca in Ucraina a febbraio. C’è stata anche una manifestazione presso l’ambasciata russa a Varsavia, in Polonia.

Repressione delle proteste in Russia

Il numero dei detenuti è stato fornito dall’ONG OVD-Info, che ha stimato la cifra alle 20:00 GMT 1.339 L’importo finora specificato.

In un comunicato diffuso dall’agenzia interfaccia utentelo ha avvertito la Procura La partecipazione a manifestazioni o la semplice diffusione di inviti può costituire reatoDopo i primi ricorsi sono stati pubblicati su Internet.

Repressione delle proteste in Russia

La Procura ha sottolineato che queste mosse non sono state coordinate con le autorità interessate, che devono concedere l’autorizzazione per qualsiasi azione del genere. Le autorità russe non consentono alcuna concentrazione contraria alle linee guida del governo.

Repressione delle proteste in Russia

Internet, compresi i social network, contiene informazioni che richiedono la partecipazione a manifestazioni pubbliche a Mosca e la commissione di altri atti illegali.“Lo ha detto l’accusa. Ha aggiunto, citando varie leggi, sia amministrative che penali, che sono state approvate negli ultimi anni “Che comporta una pena, anche sotto forma di reclusione fino a 15 anni”.

Più di cento arresti nelle prime ore delle proteste a Mosca (REUTERS / REUTERS PHOTOGRAPHER)
Più di cento arresti nelle prime ore delle proteste a Mosca (REUTERS / REUTERS PHOTOGRAPHER)
Funzionari di Mosca detengono una giovane donna (2022. FOTOGRAFO REUTERS / REUTERS)
Funzionari di Mosca detengono una giovane donna (2022. FOTOGRAFO REUTERS / REUTERS)

Segue l’avvertimento del sistema giudiziario russo Decine di persone sono state arrestate in 38 città russe Per partecipare alle proteste contro la mobilitazione parziale annunciata mercoledì dal Presidente Il presidente russo Vladimir Putin.

READ  Uruguay: liberare il detenuto per il furto con scasso nella casa di Jorge Lanata a Jose Ignacio e la rabbia del sindaco

organizzazione per i diritti civili Informazioni OVD Ha già iniziato il suo resoconto delle manifestazioni e ha confermato Almeno 44 arresti sono stati effettuati nelle prime ore, ma il numero è poi salito a 350 secondo fonti dell’agenzia Reuters.

Repressione delle proteste in Russia

“Perché servi Putin, l’uomo che è al potere da 20 anni?” Un giovane manifestante ha urlato contro un poliziotto.

“Sono venuta per dire che sono contraria alla guerra e alla mobilitazione”, ha detto la studentessa Oksana Sidorenko all’AFP.

“Perché stanno decidendo il mio futuro per me? Ho paura per me e mio fratello.

Un manifestante è stato arrestato mercoledì a Novosibirsk (Rostislav NETISOV / AFP)
Un manifestante è stato arrestato mercoledì a Novosibirsk (Rostislav NETISOV / AFP)

Conti legati all’opposizione in Russia, compresi quelli del leader dell’opposizione Alessio Navalnyha pubblicato video che mostrano queste prime proteste.

La più grande protesta è prevista per questo pomeriggio. È stata chiamata da Movimento per la pace di Vesna (Primavera) sotto lo slogan No all’imballaggio.

Repressione delle proteste in Russia

Alina Skvortsova, 20 anni, ha detto di sperare che i russi capiscano presto la natura dell’offensiva del Cremlino nella vicina Ucraina.

“Una volta che avranno veramente capito”, ha detto, “scenderanno in piazza, nonostante la paura”.

Repressione della polizia su proteste e arresti di massa (REUTERS / REUTERS FOTOGRAFO)
Repressione della polizia su proteste e arresti di massa (REUTERS / REUTERS FOTOGRAFO)

I cittadini russi sono stati chiamati a protestare alle 16:00 GMT nelle loro cittàsecondo quanto riportato dall’organizzazione sul proprio canale Telegram.

Vesna afferma che la parziale mobilitazione di Putin significa che “Migliaia di uomini russi, nostri padri, fratelli e mariti, saranno gettati in un tritacarne in guerra.

Repressione delle proteste in Russia

“Non ho paura. Non ho paura di niente. La cosa più preziosa che possiamo portarci via sono le vite dei nostri figli. Non ti darò la vita di mio figlio”, ha detto una moscovita, che ha rifiutato di dare il suo nome Alla domanda se protestare avrebbe aiutato, ha detto: “Non lo farò Aiuta, ma è mio dovere civico esprimere la mia posizione. No alla guerra! “

Gli arresti sono avvenuti, soprattutto durante le proteste notturne (Foto di Alexander Nemnov/AFP)
Gli arresti sono avvenuti, soprattutto durante le proteste notturne (Foto di Alexander Nemnov/AFP)
Un gruppo cerca di resistere dopo che gli agenti sono stati gettati a terra (Foto di Alexander Nemnov/AFP)
Un gruppo cerca di resistere dopo che gli agenti sono stati gettati a terra (Foto di Alexander Nemnov/AFP)

Perché mamme e bambini piangono per il palazzo di Putin?chiede il movimento.

READ  Muore la regina Elisabetta II: momento imbarazzante con Carlos Menem a Buckingham Palace

“Ora la guerra entrerà davvero in ogni casa e in ogni famiglia. Le autorità hanno detto che solo i “professionisti” avrebbero combattuto e che avrebbero vinto. Si è scoperto che non erano vittoriosi e i prigionieri hanno iniziato ad arruolarsi per il fronte. E ora la mobilitazione è stata annunciata.

Repressione delle proteste in Russia

Vesna continua così La situazione è “molto difficile”perché la ‘guerra non c’è più’, ma “Siamo venuti nel nostro paese, nelle nostre case, dai nostri parenti”.

S I mobilitatori devono morire per riparare ai torti del regime di PutinChe ha fatto precipitare la Russia in un brutale massacro, isolamento e povertà.

Putin vuole che 300.000 riservisti siano pronti a entrare in guerra.  (Foto di Alexander Nemnov/AFP)
Putin vuole che 300.000 riservisti siano pronti a entrare in guerra. (Foto di Alexander Nemnov/AFP)
I detenuti sono soggetti a pene detentive fino a 15 anni (Foto di Alexander Nemnov/AFP)
I detenuti sono soggetti a pene detentive fino a 15 anni (Foto di Alexander Nemnov/AFP)

L’organizzazione ha denunciato che i rappresentanti e i funzionari, che gridavano quotidianamente sulla necessità della mobilitazione, sarebbero rimasti vivi e presi a calci nei loro posti caldi.

A causa della previsione che le forze di sicurezza russe cercheranno di prevenire o reprimere le proteste, il movimento ha pubblicato i recapiti di Informazioni OVDChe controlla gli arresti e difende i detenuti e un anno fa è stato dichiarato “agente straniero” in Russia.

Secondo questa organizzazione, Dall’inizio della campagna militare russa in Ucraina, ci sono stati 16.437 arresti per protestare contro l’intervento militare.

(Con informazioni da Agence France-Presse e The Associated Press)

Continuare a leggere: