Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Persecuzione in Nicaragua: il regime ha arrestato altri quattro dissidenti, tra cui due ex combattenti sandinisti.

Dora Maria Telles, ex guerrigliera sandinista

In Nicaragua continua la persecuzione del regime di Daniel Ortega. La polizia del Nicaragua ha arrestato domenica gli ex combattenti sandinisti Dora Maria Telles e Hugo Torres e gli avversari Ana Margarita Vigil e Swain Barahona.con l’accusa di “incitamento all’interferenza straniera negli affari interni” e di “richiesta di intervento militare” contro il governo guidato dal sandinista Daniel Ortega.

L’arresto di Telles, Vigil, Barahona e Torres, che fanno parte dell’Unión Democrática Renovadora (Unamos), precedentemente noto come Movimiento Renovador Sandinista (MRS), è il nono, decimo, undicesimo e dodicesimo, rispettivamente, effettuato dalla National e la polizia ha preso di mira gli oppositori nei giorni scorsi tra cui Quattro candidati alla presidenza del Nicaragua dell’opposizione.

Da alleati a nemici

È stato menzionato da Unamus Telles e Vigil sono stati arrestati durante un raid della polizia, senza un ordine del tribunale e utilizzando droni, a casa di ex combattenti sandinisti. Si trova nel comune di Tiquantep, adiacente a Managua, che è stato preso d’assalto da un gruppo di poliziotti antisommossa.

Mentre Barahona e Torres, rispettivamente presidente e vicepresidente di Onamos, sono stati detenuti nella loro casa di Managua, Perquisito anche dalla polizia.

Nella foto del 1987, Daniel Ortega è mostrato con Hugo Torres, allora colonnello dell'esercito, e Renan Montero, un consigliere cubano di spalle.  Oggi il regime nicaraguense ha arrestato Torres come oppositore
Nella foto del 1987, Daniel Ortega è mostrato con Hugo Torres, allora colonnello dell’esercito, e Renan Montero, un consigliere cubano di spalle. Oggi il regime nicaraguense ha arrestato Torres come oppositore

“Queste azioni contro i leader dell’UNAMUS fanno parte dell’escalation repressiva di Ortega contro l’intera opposizione democratica”, ha affermato il movimento, che appartiene al partito di opposizione per l’Unità Nazionale Blu e Bianca.

E l’Unità nazionale ha chiesto “rispetto per l’integrità fisica” dei quattro detenuti, domenica, così come Tamara Davila, arrestata ieri sera, e “tutti i detenuti politici che sono stati rapiti dal regime”.

READ  Le Nazioni Unite hanno avvertito di un'imminente "catastrofe umanitaria" in Afghanistan prima che i talebani prendessero il potere

Telles e Torres, ex compagni nella lotta del presidente Ortega, hanno partecipato il 22 agosto 1978 alla leadership sandinista che ha preso d’assalto il Palazzo Nazionale e ha preso in ostaggio i legislatori associati all’allora presidente e dittatore Anastasio Somoza DePale, che è stato rovesciato quasi 42 anni fa.

TElise è stata Ministro della Salute durante il primo governo sandinista (1979-1990) e prese le distanze dal Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale (FSLN) nel 1995 quando un gruppo di oppositori, tra cui lo scrittore ed ex vicepresidente Sergio Ramirez Mercado, ora in pensione dalla politica, fondò il MRS.

Mentre Torres, un generale di brigata dell’esercito in pensione, era il capo dell’intelligence militare.

Dopo la rivolta sociale dell’aprile 2018, Ortega ha accusato Telles, Torres e MRS di essere gli “istigatori” delle proteste. Il governo lo ha descritto come un “golpe fallito” per cacciare il leader sandinista, che alle elezioni del 7 novembre chiede la rielezione per la terza volta.

Nel frattempo, Vigil è la figlia del defunto Miguel Ernesto Vigil, che fu ministro degli alloggi e degli insediamenti umani durante la prima amministrazione sandinista.

Gli arresti accadono Ore dopo che sabato sera la polizia nicaraguense ha arrestato la leader dell’opposizione Daisy Tamara Davila Rivas accusato “Incitamento all’ingerenza straniera negli affari interni” e “Esigere un intervento militare”. contro il sistema.

Le forze del regime circondarono e fecero irruzione nella casa di Dora Maria Telles (Reuters / Carlos Herrera).
Le forze del regime circondarono e fecero irruzione nella casa di Dora Maria Telles (Reuters / Carlos Herrera).

La polizia nicaraguense, guidata da Francisco Diaz, genero del presidente Ortega, detiene quattro candidati presidenziali dell’opposizione: Christiana Chamorro, Arturo Cruz, Felix Maradiaga e Juan Sebastian Chamorro Garcia.

READ  Coronavirus in Messico dal 19 aprile: 4.262 nuove infezioni e 582 decessi registrati

La giornalista Chamorro, figlia dell’ex presidente Violetta Chamorro e favorita secondo i sondaggi per affrontare Ortega alle elezioni, è agli arresti domiciliari dal 2 giugno, indagando su accuse di “riciclaggio di denaro”, mentre gli altri tre candidati dell’opposizione sono stati condannati alla custodia cautelare lo scorso settimana.

L’ufficio del procuratore generale rileva che gli oppositori si sono recati negli Stati Uniti per “chiedere sanzioni” contro circa 31 funzionari e collaboratori di Ortega. Le ultime sanzioni sono state applicate la scorsa settimana dal Dipartimento del Tesoro contro sua figlia Camila Ortega Murillo e altri tre alti funzionari del governo.

Daniel Ortega continua a smantellare l'opposizione in vista delle elezioni di novembre (EFE/Jorge Torres)
Daniel Ortega continua a smantellare l’opposizione in vista delle elezioni di novembre (EFE/Jorge Torres)

Anche l’ex presidente del Consiglio Supremo per i Progetti Speciali (Cosep) Jose Adan Aguirre, all’ex Vice Cancelliere Jose Balletattivista dell’opposizione Violetta Granera Altri due ex collaboratori di una ONG sono stati arrestati la scorsa settimana con l’accusa di vari crimini.

L’opposizione afferma che Ortega vuole escludere i suoi avversari dal processo elettorale perché – come afferma – teme di perdere le elezioni. Daniel Ortega, che compirà 76 anni a novembre, è al potere da quasi 15 anni e scommette sulla rielezione per il terzo mandato consecutivo.

Martedì prossimo, il Consiglio Permanente dell’OAS analizzerà la situazione in Nicaragua.

Con informazioni da EFE

Continuare a leggere: