Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Perché nuotare fa così bene alle nostre menti

Inoltre, aiuta i nostri corpi a combattere ossidazione e il randagi liberiRiduce i livelli di stress e migliora il nostro sistema immunitario. Insieme, migliora l’umore.

Cosa determina il nuoto in movimento?

Innanzitutto, i benefici fisici del nuoto sono innegabili. È un esercizio molto completo che attiva i principali gruppi muscolari del corpo. Oltre a stimolare il sistema cardiovascolare, il lavoro svolto è molto maggiore rispetto ad altre attività, grazie alla resistenza all’acqua. Il corpo, quando immerso, riceve meno impatto fisico ed è più facile muoversi.

Come un buon esercizio aerobico – che richiede uno sforzo del cuore e dei polmoni per fornire ossigeno ai muscoli – il nuoto comporta il rilascio di endorfine e il conseguente miglioramento dell’umore. Queste sostanze sono la medicina naturale del cervello, perché riducono la percezione del dolore, ci danno piacere e un tremendo senso di benessere e felicità.

Endorfine come valore

Ecco perché il nuoto crea così dipendenza: endorfine Viene secreto per legarsi ai recettori degli oppiacei nel cervello, che sono responsabili di funzioni come la sedazione, il sollievo dal dolore o l’euforia.

Tra le altre cose, ha dimostrato di essere efficace nel trattamento depressione. Alcuni studi hanno persino dimostrato che è più efficace di alcuni farmaci antidepressivi.

In questo senso, il nuoto come trattamento migliora l’umore e riduce i sintomi per chi soffre di questo disturbo. Ciò consentirebbe di ridurre o addirittura eliminare il farmaco in alcuni pazienti.

Parte dell’effetto antidepressivo potrebbe essere dovuto alla formazione di nuovi neuroni nell’ippocampo, cosa che si verifica dopo il nuoto.

Il ippocampo È anche l’area del cervello responsabile della memoria e dell’apprendimento.