Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Perché l’immunità di gregge non raggiunge anche se il 70% della popolazione è vaccinato?

Notizie correlate

Nonostante i dubbi sulla quantità di vaccini disponibili nelle ultime settimane, la verità è che la vaccinazione della popolazione spagnola continua a rafforzarsi. Tanto che ci sono alcune comunità che hanno già raggiunto l’obiettivo fissato dal governo di Pedro Sanchez, Il 70% degli spagnoli è stato vaccinato entro un mese. Le Asturie sono state le prime a raggiungere questo obiettivo: 666.577 dei suoi residenti hanno già ricevuto due dosi, il 71,4% della popolazione sarà vaccinato.

Altre regioni non sono molto indietro. Secondo i dati da te forniti ministero della Salute Questo lunedì, la Galizia ha già il 68,5% della popolazione con un orientamento completo; Estremadura 67,6%, Castiglia-León 66,6% e Paesi Baschi 66%. Va tenuto presente che questa percentuale comprende le persone esposte alla vaccinazione, cioè quelle di età superiore ai 12 anni.

Nonostante questi numeri molto positivi, la verità sui dati Covid c’è. anche se Sembra che la quinta onda abbia già iniziato a piegarsiIl tasso cumulativo è ancora molto alto e questo lunedì è di 700 casi ogni 100.000 residenti. Anche nelle persone con più di 80 anni, è quasi raddoppiato di 9 dall’inizio di luglio.

Finora c’è stato questo mese Sono stati diagnosticati oltre mezzo milione di nuovi casi di Covid-19-19. L’occupazione nei letti d’ospedale da parte delle persone infette da SARS-CoV-2 è quadruplicata, mentre i pazienti in terapia intensiva sono quasi triplicati: ora ci sono 1.490 persone con Covid nelle unità di terapia intensiva, quando solo tre settimane fa erano 586. Il peggio. il reddito da Covid nelle ultime 24 ore è stato più del doppio del livello più alto.

READ  Alimentazione sana per il cuore: 10 tasti

Guardando il panorama, nessuno ne dubita Siamo lontani dal raggiungere la vera immunità di greggeCioè, dal momento in cui una persona infetta dal virus non può trasmettere la malattia perché tutti intorno a lui sono immunizzati in un modo o nell’altro.

“Sfortunatamente, non possiamo dire di aver raggiunto l’immunità di gruppo”, dice. Angela DominguezPortavoce della Società Epidemiologica Spagnola. “Si tratta di un concetto teorico basato sulla capacità di diffusione dell’agente infettivo e sull’efficacia dei vaccini. La capacità di trasmissione è stata stimata quando è stata calcolata tra 2,5 e 3”.

Variante delta e immunità di gregge

Il problema è venuto con la variabile delta. Nessuno dubita che il virus sia più trasmissibile non solo del ceppo originale, ma anche del resto delle varianti su cui le agenzie di sanità pubblica hanno messo gli occhi. “È due volte e mezzo più trasmissibile della variante alfa, Per ogni caso si possono inviare da 6,25 a 7 casiQuesto è stato il motivo del ‘successo’ di questo ceppo nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Portogallo e in Spagna, dove era già la variante dominante: nella settimana dal 5 all’11 luglio, è stato rilevato nel 68% delle sequenze integrate nel sistema di sorveglianza Covid spagnolo.

Se non esiste una variabile delta, siamo davvero vicini all’immunità di gregge? “Probabilmente sì”, dice l’esperto. Piuttosto, considerata la sua elevata trasmissibilità, La copertura vaccinale da raggiungere è probabilmente vicina all’85%. “L’efficacia di un vaccino nella vita reale è di circa l’80%, quindi, in pratica, dovremmo vaccinare quasi il 100% della popolazione”.

Questo sta spostando molto lontano l’orizzonte dell’immunità di gregge in Spagna, dove non è stata somministrata una singola dose di siero a 1 persona su 3: sono più di 15 milioni gli spagnoli, la maggior parte dei quali sotto i 29 anni, che non hanno ancora ricevuto un dose. buchi.

READ  Sfumature di esercizio della libertà di stampa

A ciò si aggiunge un’altra domanda: tutti i vaccini attuali sono indicati per la popolazione di età superiore ai 18 anni (anche se in alcuni casi le fasce di età sono ulteriormente limitate) e solo due, quelli di Pfizer-BioNTech e Moderna, sono prescritti a persone di 12 anni. . In altre parole, Non esiste una preparazione specifica per i bambini tra 0 e 11 anni.

Non è un problema, secondo Dominguez Da allora La popolazione infantile non è molto mobile. Mentre l’incidenza degli adolescenti è rimasta bassa durante il corso grazie al successo delle misure di prevenzione negli istituti, ci sono già studi tra i bambini che mostrano che la loro capacità di contrarre l’infezione è molto più bassa.

In generale, il tasso di trasmissione del virus tra i soggetti di età inferiore ai 20 anni è inferiore rispetto a dopo tale età. Prendendo dati epidemiologici da Cina, Italia, Giappone, Singapore, Corea del Sud e Canada, i ricercatori del Center for Mathematical Modeling of Infectious Diseases presso la London School of Hygiene and Tropical Medicine hanno concluso che Il rischio di infezione nei bambini al di sotto di questa età è la metà di quello degli anziani, con risultati simili in tutte le regioni.

Molti studi sono stati condotti in paesi come l’Italia, l’Islanda o la Corea del Sud e sono stati pubblicati su riviste autorevoli – che, in teoria, accettano solo ricerche di alto valore scientifico – come natura NS New England Journal of Medicine conferma Basso tasso di infezione da HIV nei bambini sotto i 14 anni. Ciò può essere dovuto a una carica virale inferiore rispetto agli adulti.

READ  Sostegno ai "sentimenti" populisti in calo in tutta Europa

Con questa situazione, l’immunità di gruppo diventa più probabile: basterà attendere ancora qualche mese perché tutti gli spagnoli inclusi nelle specifiche tecniche dei vaccini ricevano le relative dosi (due, nella maggior parte dei casi).

Tuttavia, l’epidemiologo non vuole ancora alzare le campane. “Dobbiamo continuare a mantenere alcune misure nonostante la presenza di una vaccinazione completa della popolazione in Spagna, perché non possiamo mettere un muro davanti alle persone che vengono dall’estero. Con le informazioni che abbiamo e la diffusione del virus su larga scala tutto il mondo, È necessario difendere un’elevata copertura vaccinale e mantenere misure preventive“Non solo le comunità che hanno già raggiunto il 70% di copertura vaccinale non dovrebbero allentare le restrizioni, ma anche quando sarà possibile raggiungere quasi tutte le persone, non tutte le misure precauzionali verranno revocate.

Pertanto, il 70% non è motivo di celebrazione speciale. “Certo, sarebbe un passo avanti per raggiungerlo, ed è meglio farlo ad agosto che a settembre, ma questo non significherà che la trasmissione in Spagna si fermerà”.