Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Perché la Terra si trova all’interno di una gigantesca bolla nello spazio?

Una grande bolla spaziale che include la Terra, i pianeti e molte galassie (NASA)

La Terra fa parte di un sistema solare con altri 7 pianeti (otto, Per coloro che contano ancora il pianeta privato dei diritti civili Plutone, che ha perso la sua categoria nel 2006, quando l’Unione Astronomica Internazionale lo ha riclassificato come pianeta nano).

Il nostro sistema solare fa parte di una galassia chiamata Via Lattea, che a sua volta lo è Dentro c’è una nuvola più grande, una specie di bolla, che include altri vicini.

Ora, i ricercatori di Centro di astrofisica e il Istituto di scienze del telescopio spaziale dagli Stati Uniti un La mappa 3D ricostruisce la storia evolutiva della ‘bolla locale’, che è una cavità di 1.000 anni luce di polvere fredda e gas responsabile della formazione di tutte le giovani stelle vicine, incluso il nostro sole.

Immagine della Piccola Nube di Magellano, una vicina galassia nana che si fonde con la Via Lattea.  (José Matanos)
Immagine della Piccola Nube di Magellano, una vicina galassia nana che si fonde con la Via Lattea. (José Matanos)

Lo studio ha rivelato che la Terra, tutte le stelle e le regioni di formazione stellare si trovano entro 500 anni luce dal pianeta Risiedono sulla superficie di questa bolla, il che è una buona idea. Scoprire di più su come è apparsa la Terra all’interno della “bolla locale” potrebbe essere un altro passo cruciale per comprendere meglio la nostra galassia. ” Kathryn Zucker, astronomo dello Space Telescope Science Institute e autore dello studio.

E ha aggiunto: “In sostanza, abbiamo un posto in prima fila per la formazione stellare che sta accadendo sulla superficie intorno a noi.Zucker dice. Ma sebbene gli astronomi sappiano della bolla locale da decenni, la scoperta non ha richiesto anni. In effetti, è stato un incidente.

READ  Quanto "pericoloso" è un asteroide gigante che passerà vicino alla Terra, secondo un esperto

Secondo l’esperto, il progetto è iniziato perché volevano fare una mappa di tutti i principali punti di riferimento, in pratica, della nostra regione ungherese. Ma quella che è iniziata come una tipica incursione in studio Dalle braccia a spirale della Via Latteae È diventata una scoperta affascinante dopo che il team ha notato che le stelle sembravano fondersi vicino alla superficie della bolla.

Gli esperti hanno utilizzato un software chiamato Glue e i dati dell’osservatorio spaziale Gaia per creare una mappa di dove si trovano esattamente queste stelle, Il team di Zucker è stato in grado di determinare che l’origine della bolla deriva da una serie di esplosioni di supernova risalenti a circa 14 milioni di anni fa. Queste bolle cosmiche sono state create quando il gas interstellare è stato spinto verso l’esterno dalle esplosioni, formando gusci in espansione che si sono divisi e collassati in nubi molecolari vicine.

“Pensa alla Via Lattea come se avesse la forma di un pancake molto sottile. Quando una supernova al centro del disco esplode, le bolle dell’interazione creano pesanti fori sulla superficie della “torta” e ne influenzano la struttura. Zucker ha affermato che più bolle possono entrare in contatto e persino scontrarsi tra loro.

Questa reazione è il motivo per cui i risultati del team indicano anche che la struttura della bolla locale non è in realtà a forma di bolla, ma assomiglia piuttosto a un “camino galattico”.

Questa immagine di galassie costellata di stelle è stata catturata dalla Wide Field Camera 3 (WFC3) del telescopio Hubble della NASA/ESA, utilizzando i dati raccolti per scopi scientifici.  (quale - quale)
Questa immagine di galassie costellata di stelle è stata catturata dalla Wide Field Camera 3 (WFC3) del telescopio Hubble della NASA/ESA, utilizzando i dati raccolti per scopi scientifici. (quale – quale)

Abbiamo dovuto utilizzare dati provenienti da molte fonti diverse, ma la componente più importante era GaiaZucker ha notato. Lanciato dall’Agenzia Spaziale Europea nel 2013, L’osservatorio Gaia esamina circa un miliardo di stelle , o meno dell’1% delle stelle della Via Lattea, nella loro missione di creare La mappa più grande e precisa della galassia. Ricostruendo le storie di queste regioni di formazione stellare, gli astronomi possono vedere come queste regioni si sono evolute nel tempo.. Questa conoscenza sarà cruciale per comprendere il ruolo che le stelle morenti giocano nella formazione delle altre e cosa significa per la galassia nel suo insieme.

READ  Android Auto, l'interfaccia del driver nel telefono cellulare, cesserà di esistere

Adamo Frank Professore di fisica e astronomia all’Università di Rochester che studia la nascita e la morte delle stelle, la Bolla Locale è un “bellissimo esempio” di quanto spesso si verifica la formazione stellare (stelle prodotte dall’esplosione di stelle). supernova). Succede rispetto ad altri stili di allenamento. E sebbene il nostro pianeta non abbia abitato la Bolla Locale fino a circa 5 milioni di anni fa, Frank dice che la ricerca di Zucker lo ha portato a chiedersi se la vita sulla Terra sia stata influenzata dalla vicinanza delle supernove in esplosione.

“Una delle cose interessanti sulle supernove e IpernovaFrank dice, “è che potrebbero essere in grado di sterilizzare i loro ambienti locali. È probabile che se ti avvicini abbastanza, potresti perdere tutte le vite che hai, o almeno esserne influenzatoFortunatamente, sappiamo che la zuppa primordiale della Terra primordiale è sopravvissuta, ma per alcune stelle della nostra galassia la morte non è una fine, è una rinascita.

Ha concluso che “il ciclo di vita delle stelle è essenziale per comprendere alcune delle cose che sono più importanti per noi”, credendo che la Terra sostenga la vita solo riciclando gli elementi pesanti che vengono rilasciati.

Continuare a leggere