Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Perché ci piace conoscere la regalità? | orientamento | rivista

Non tutto è l’effetto di rete. Le storie di queste persone eccezionali contengono ciò che sogniamo: ricchezza, fama e bellezza.

Le famiglie reali si sono insinuate nella coscienza collettiva. I bambini interpretano il ruolo di principi e principesse (o come li chiamano i loro genitori). Film e serie su troni, castelli e corone sono gran parte della proposta. Tutto ciò che fanno i membri dei regni che esistono ancora nel mondo diventa noto in pochi secondi. perché?

La risposta è semplice, secondo il dottor Frank Farley, ex presidente dell’American Psychological Association (APA). “Il problema delle personalità famose e dei media è che spesso Viviamo attraverso di loro”.

la gente cerca Modelli o idoli riconoscibiliLo conferma la psicologa clinica Monica Lanos Encalada. Personaggi pubblici legati allo sport, al cinema, alla musica, alla politica e alla moda. “All’interno di questa ricerca di modelli di identificazione ci sono i membri della famiglia reale”.

Si crea così una serie di stereotipi formatisi nell’inconscio collettivo. Una classe superiore attribuita alla regalità, legata a leggende e fiabe dell’infanzia: Bellezza, ricchezza, perfezione, lieto fine. Con questo, si forma l’immaginazione della popolazione.

Uno di questi stereotipi potrebbe spiegare l’eccessivo interesse per Harry e sua moglie Meghan Markle, l’immagine del principe e della gente comune, qualcosa che il pubblico prende come realizzazione di qualcosa di irraggiungibile.

“Se loro possono rompere gli schemi, perché noi no?” Interpreta Llanos. “Si dedicano a seguire il corso di quelle relazioni, a formare aspettative e persino a prendere posizioni”.

Gli europei, che hanno famiglie reali nelle vicinanze, non fanno molta differenza tra i membri della famiglia reale e il cittadino medio. Ma con la distanza, anche il divario si allarga.

L’attrazione per re e principesse inizia nell’infanzia

Farley sottolinea che questo rientra nell’etichetta Comportamento ad ombrello, un rapporto non reciproco Dove una persona si innamora dell’altra senza interagire con lui in alcun modo significativo.

Questo può portarci a investire emotivamente in qualcuno che conosciamo solo da video o foto.

La regina Elisabetta II nel 2019. Nel Regno Unito, la monarchia ha il 55% del sostegno pubblico e la ragione potrebbe essere un senso di sicurezza per un’istituzione secolare, secondo un articolo del dottor Mauro Gillin, professore alla Wharton School of Affari, Università della Pennsylvania.

S Le celebrità attirano questo tipo di attenzione perché rappresentano le cose che ci hanno insegnato a desiderareAnche se non ce ne rendiamo conto. Di nuovo, ricchezza, fama e felicità. Tutte queste cose iniziano presto, nella genitorialità.

Farley lo chiama così Siamo profondamente attratti dal campionato, che nasce nell’infanzia e rimane in qualche modo prevalente per il resto della vita. “I reali e le star di Hollywood stanno mantenendo vivo questo fenomeno”.

Dal fan medio al seguace ossessionato

E l’esposizione costante ai media crea un circolo vizioso. Le persone stanno aspettando di sentire le celebrità e i media ne parlano costantemente. E poiché le celebrità sono costantemente nei media, le persone si aspettano e ricevono sempre più informazioni da loro.

Non c’è bisogno di andare su un modo ufficiale per scoprirlo, nemmeno su un sito web. Puoi trovare le stesse informazioni, segmentate, espanse e sospese su qualsiasi rete e piattaforma digitale di tua scelta.

Statue di Meghan Markle e del principe Henry a Napoli, Italia.

Ancora una volta, non è colpa dei social media, perché Il concetto di culto della personalità dei media è una questione di tempo per noi. Lynne McCutchen, editore di de la Giornale americano di psicologiaHa iniziato a studiare l’argomento nel 2001 e nel 2002 ha completato un articolo in cui lui e i suoi colleghi hanno classificato il fan in quattro categorie, su una scala di 23 punti di atteggiamento nei confronti delle celebrità.

Quelli della categoria più bassa vedono o leggono solo delle celebrità. Ma Dall’altra parte dello spettro ci sono coloro che trasformano questa attività in un businessCondividi e discuti con gli altri.

Secondo McCutchen, non devi preoccuparti. Questo tipo di comportamento generalmente non è dannoso e non accade da lì.

Tuttavia, alcuni si spostano in un territorio più inquietante, nella categoria ossessione per una persona in particolare, Quando inizi a credere di avere una relazione personale e persino intima. È raro, ma può portare a comportamenti come il bullismo.

I giornali britannici dopo l’intervista di Harry e Meghan a Oprah Winfrey. 17 milioni di persone negli Stati Uniti hanno visto l’intervista di Oprah Winfrey con il principe Harry e Meghan Markle, la duchessa del Sussex, e molti erano indignati per il fatto che il loro bambino fosse stato privato del titolo reale.

Cosa potrebbe preparare qualcuno a livelli più alti di culto delle celebrità? I problemi ansia, solitudine, difficoltà a stringere relazioni strette, Dice McCutchen, che sospetta anche, come altri autori, che alcuni personaggi che tendono ad essere dipendenti dal gioco d’azzardo, ad esempio, potrebbero cadere in quella direzione.

È solo intrattenimento

Il fascino della regalità in paesi come l’America Latina è un po’ strano, una cultura completamente diversa che non è stata associata alla regalità per secoli.

Ma Farley lo dice Questa distanza storica fa sembrare queste istituzioni e le persone che la fanno sembrare curiosità e intrattenimento.

La proprietà, contraddistinta dallo status ereditario, ci permette di guardare a persone che sembrano avere una vita semplice, a cui tutto è stato dato prima che nascessero. Per inciso, guardarli commettere grandi errori fa parte del gioco.

Finché non lo rendi personale, non preoccuparti troppo se perdi qualche minuto a leggere di un matrimonio a cui potresti non essere stato invitato o a vedere le foto dei bambini proiettate dai balconi, dice McCutchen. Appena Mantieni la prospettiva che sia intrattenimento.

READ  La Lamborghini Huracán EVO diventa "Follow-Me Car" all'aeroporto di Bologna