Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Perché acquistare un immobile non porta più felicità agli argentini

Secondo uno studio, Barcellona è la città che rende più felici i nuovi proprietari. Buenos Aires guida la classifica negativa della regione

In Argentina il sogno di una casa perde il suo impatto sulla qualità della vita dei residenti, o almeno non porta Felicità che abbiamo culturalmente associato all’essere “proprietari”. Lo dimostra un sondaggio, che ha posto gli argentini tra i meno felici dei nuovi proprietari, e non è stato superato dal rimorso da India, Italia, Australia e Stati Uniti.

Questi dati provengono da uno studio condotto dalla società di consulenza ipotecaria britannica Online Mortgage Advisor, che Hanno analizzato oltre 300.000 foto georeferenziate su Instagram per scoprire dove si trovano le persone più felici del mondo e anche le più infelici.

Per motivi di indagine, hanno messo insieme una serie di foto taggate con vari hashtag relativi a un recente acquisto di casa, come: #homeowner, #firsttimehomebuyer e #newhome. Al contrario, utilizzando lo strumento di riconoscimento facciale di Microsoft Azure, hanno scansionato ogni immagine per scoprire dove la felicità era l’emozione dominante nel mondo.

la vita gli sorride

Barcellona è al primo posto come la città più felice del mondo per i suoi nuovi proprietari. Secondo un’analisi di un consulente ipotecario online, coloro che acquistano nella suddetta città spagnola sono il 15,6% più felici rispetto alla media globale.

Barcellona, ​​la città spagnola con i proprietari più felici.

2° posto in classifica Firenze, in Italia, dove i nuovi proprietari di immobili sono più felici del 15,4% rispetto alla media globale, seguiti dai residenti che arrivano nelle loro case a Ulsan, in Corea del Sud, che hanno superato il restante 14,4%.

READ  Se hai intenzione di pagare più di 1.000 euro in Spagna, avrai bisogno della carta

Invece, l’altra faccia della medaglia I posti meno felici per i nuovi proprietari. Questo podio negativo porta Bombay in India (ci sono il 17,1% meno felici della media mondiale) e Atlanta negli Stati Uniti (-15,2%) con l’argento. Ora sì, sorprende il terzo posto, perché lo occupa Sydney, in Australia, una destinazione che gli argentini di solito hanno tra i preferiti che fantasticano sull’immigrazione.

che dire Città dell’America Latina? Non c’è un numero tra i dieci che rende più felici i proprietari, ma due tra quelli che fanno soffrire i nuovi proprietari: Buenos Aires, in Argentina, e Città del Messico, in quel paese.

La prima di queste città è al sesto posto, con un -12% al di sotto della felicità del proprietario medio, mentre il Nord America è al secondo, con un -11,3%.

Buenos Aires, la città latinoamericana che non porta felicità ai suoi nuovi proprietari.

le ragioni

Naturalmente, quando consultano esperti del settore locale, tutti concordano di dare la priorità a un problema: legge sugli affitti. “Questa regola non era molto amichevole, perché ha tirato fuori dal mercato gli investitori originari del rentier. Alcuni anni fa, gli affitti degli appartamenti erano intorno all’1% al mese, oggi è solo il 2,5% all’anno. Quindi, è dovuto al livello di investimento da fare, con tasse e commissioni Se vengono pagati, l’affitto non è amichevole ei proprietari perdono denaro se usano la loro proprietà in affitto”, osserva Sebastien Cantreau, di TBSA Toro Brokers.

“Inoltre, non dimentichiamo che gli argentini storicamente si sono rivolti al settore immobiliare protezione del valoreOggi, possedere una proprietà ha molti costi che rendono la proprietà di una casa ancora più costosa”, aggiunge Cantreau.

READ  Il G7 si impegna a condividere i vaccini e un'economia globale equa

Da parte sua, Daniel Zampone, di Zampone Properties, ha confermato che i proprietari argentini non solo sono molto contenti, ma che”I rappresentanti del settore sono tristi, perché il mercato va di pari passo con la politica e l’economia è in recessioneCome tutta la depressione, non è né buona né piacevole. Speriamo di poterne uscire, ma ancora non vediamo la luce in fondo al tunnel”.

“Forse possiamo capire il grado di soddisfazione personale in relazione alle aspettative, e quindi ora possiamo dire che i titolari in Argentina oggi non sono soddisfatti dei risultati ottenuti e non sono contenti di loro. Se alziamo questo intorno alle aspettative , abbiamo attraversato per molti anni scenari diversi, dove era La redditività dell’immobile è più attraente di oggi. Abbiamo avuto momenti in cui l’affitto generava un reddito del 7% annuo in dollari. Oggi siamo molto lontani da quello ”, conclude Oscar Puebla 21st Century Realtor Vecchio Puerto Madero.