Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Otto mesi dopo l’apertura, hanno chiamato gli specialisti di medicina interna all’Ospedale “Ramon Carrillo” – El Chorrillo

Aggiornato: 12/12/2021 22:54

Il 16 aprile, il governatore Alberto Rodriguez S.A. ha guidato l’inaugurazione delle opere civili presso l’ospedale centrale Ramon Carrillo. Otto mesi dopo l’atto, a cui hanno partecipato i funzionari nazionali di Kirchner, l’ospedale è ancora completamente senza operazioni.

A rivelarlo sono i cittadini di San Luis che avevano bisogno di attenzioni e si sono trovati senza turni, ritardi nell’arrivo fino a due mesi, o major che non hanno. Inoltre, l’Assemblea di Stato ha inviato questo martedì un invito ai medici esperti in medicina interna.

Il bando nazionale è stato pubblicato sui social dell’ospedale e gli interessati dovranno contattarsi telefonicamente o via mail.

La specializzazione consiste nella cura completa dei pazienti adulti, concentrandosi sulla prevenzione, diagnosi e trattamento non chirurgico delle malattie che colpiscono i loro organi e sistemi.

L’ospedale ha annunciato due giorni fa di aver già curato 10.762 pazienti dal suo lancio.

Pubblicando queste informazioni, c’erano dozzine di vicini che hanno espresso le loro esperienze nel centro sanitario ad alta tecnologia. Molti di loro hanno avuto difficoltà ad accedere al servizio medico.

“Smettila di mentire e nascondere ciò che non funziona. Diffondi la verità, sono pochi quelli che sono d’accordo, perché si spera che i medici lavorino due volte a settimana. Non aprono una lista da 3 mesi da quando le persone sono in lista d’attesa. Sistema a turni è scadente perché ti chiamano per darti un turno, ma se non rispondi al telefono, ti cancelleranno e ti cancelleranno”, ha descritto Anahi Costa Heredia.

Marcela Beatriz Lucero ha definito la borsa di studio un “disastro” perché non è stata in grado di assicurarsi un posto.

READ  La "sparizione" che nel bel mezzo dell'epidemia ha provocato l'isteria nelle reti

“Sono due mesi che non vedo un oculista e non so quanti mesi dovrò aspettare, è un disastro”, ha scritto Soledad Aguero. Simile era Silvina Lanza, che da tre mesi cercava di raggiungere lo stesso specialista.

“E quanti sono lasciati incustoditi al giorno? Pubblica anche quello”, ha chiesto Monica Gomez.

Un’altra persona che ha chiarito la sua posizione è stata Carolina Gatica: “Più di 7 mesi fa avevamo bisogno di un turno per un intervento alla colecisti e ci hanno detto che non c’era il letto, e se era un’emergenza allora forse sì. Ma da spendere ancora in studi e analisi per febbraio. È un peccato che lo facciano È con persone che non hanno un reciproco. “

“Non è vero che c’è un’agenda aperta”, ha avvertito Elida Merlo. “Per favore, basta con le bugie. Il sistema di turni è imperfetto e sono necessari più professionisti”, ha aggiunto.

“Mi hanno mandato urgentemente a fare una risonanza magnetica. Sono andato a fare il mio turno, e mi hanno detto di andare in infermeria, e mi hanno dato un turno a febbraio”, ha detto Alberto Aguilera.

Marcela Pérez ha dichiarato di essere stata “in lista d’attesa per un turno per un mese e niente”. Olga Rivero ha affermato che l’interesse è stato un “disastro” perché aveva frequentato la rosa per 12 anni e frequentava solo a 16.