Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ondata di caldo ‘Lucifero’ colpisce l’Italia, 48,8 gradi Celsius registrati in Sicilia

Ondata di caldo Lucifero Questo sta trasformando l’Italia, soprattutto il sud del Paese, in un inferno con temperature sopra i 40 gradi e spesso sopra i 45 gradi. Capitolo Sicilia, Calabria e Puglia sono particolarmente gravi, colpendo l’estremo sud ma anche il nord, con i termometri a fuoco. Molte città sono in massima allerta in questi giorni.

A Siracusa, città costiera all’estremità orientale della Sicilia, mercoledì il mercurio ha raggiunto i 48,8 gradi, secondo il Servizio di informazione agro-meteorologica della Regione (SIAS). Questa temperatura estrema sarà controllata dall’Organizzazione meteorologica mondiale nei prossimi giorni, ma se confermata segnerà un nuovo record di riscaldamento in Europa perché il record ufficiale più alto mai registrato, 48 gradi, si è verificato nel 1977 ad Atene. Nel 1999, la stazione non ufficiale di Catanua, in Sicilia, ha raggiunto i 48,5 gradi, ma non sono stati confermati.

Nel video, le immagini di un incendio in Italia che ha colpito più duramente il sud.Titolari / EFE / Francesco Rutta

Nonostante la temperatura sia indubbiamente alta, i valori esatti dipendono dai metodi di misurazione utilizzati e dalla loro accuratezza. Ad esempio, i termometri elettronici alla luce del sole di alcune farmacie siciliane hanno raggiunto i 51 gradi. Le misurazioni militari hanno registrato temperature fino a 45 gradi in molte parti dell’isola, soprattutto nell’entroterra. In Sardegna le vette sono 43,1 gradi, mentre in Calabria (punta de La Boda) si toccano i 42; E in Campania, nel suo capoluogo Napoli, e nel Lazio, dove si trova Roma, ha raggiunto i 40 gradi.

Ulteriori informazioni

Questo giovedì c’erano un totale di 10 città in tutto il paese – erano solo quattro due giorni fa – in allerta rossa, a causa delle alte temperature, alte temperature come Palermo, Barry. Bologna o Roma, l’asfalto si scioglie al passaggio dei pedoni. Già venerdì il ministero della Salute aveva aggiunto all’elenco altre cinque città, tra cui Firenze e Bolzano settentrionale ai margini delle Alpi. I termometri dovrebbero continuare a funzionare durante il fine settimana. L’allerta rossa viene utilizzata per indicare i centri urbani nella notifica dell’ondata di caldo del ministero, che è ad alto rischio per l’intera popolazione, e non solo per i settori vulnerabili come i malati e gli anziani, per cosa è stata utilizzata l’allerta arancione.

READ  Sale il prezzo della pasta in Italia «Diario La Capital de Mar del Plata

Il Mediterraneo è stato avvolto dalle fiamme

La situazione, con valori severi sopra i 40 gradi, si riflette in gran parte del Mediterraneo orientale, Paesi come Grecia, Macedonia settentrionale, Albania, Algeria o Turchia Supera le peggiori ondate di caldo degli ultimi anni e Sono fiamme ardenti.

Mercoledì scorso è scoppiato un incendio a Giordana (Sicilia).
Mercoledì scorso è scoppiato un incendio a Giordana (Sicilia). Antonio Barinello / Reuters

L’alta temperatura arriva tre giorni dopo il forte rapporto scientifico dell’IPCCGruppo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, Antonello Pacini, meteorologo del Consiglio nazionale delle ricerche, avverte che le attività umane hanno già causato cambiamenti senza precedenti nel sistema climatico, che è associato a eventi meteorologici estremi. Presenti nel Mediterraneo e in Italia, sono in gran parte responsabili del riscaldamento globale antropogenico e del rilascio di gas serra nell’atmosfera. Questo riscaldamento globale ha prodotto cambiamenti significativi alle nostre latitudini soprattutto nella circolazione dell’aria. Dice che il ciclo equatoriale-tropicale si estende verso nord in modo che gli anticicloni africani dal deserto del Sahara possano ora entrare nel Mediterraneo. E aggiunge: “Fino a pochi decenni fa, l’estate mediterranea era dominata dal famoso anticiclone delle Azzorre, che proveniva dall’Atlantico ed entrava nel Mediterraneo, proteggendo l’Europa dalle perturbazioni del nord Europa. Gli anticicloni hanno una via libera per entrare, che provoca forti ondate di calore.

Questa temperatura estrema e prolungata ha esacerbato molti incendi che si sono diffusi in tutto il sud Italia, in particolare in Sicilia, dove i residenti in alcune zone hanno dovuto essere evacuati: in Calabria, tre persone sono morte nell’incendio e l’esercito si è mobilitato per spegnere l’incendio. Mercoledì ci sono state più di 30 eruzioni attive in Sardegna, Basilicata, Campania, Lazio e Puglia in tutto il paese.

READ  Pfizer afferma che potrebbe fornire il 10% in più di livelli di vaccino rispetto al previsto entro la fine di maggio

Nonostante i numerosi incendi, l’Associazione degli agricoltori Goldiretti stima che gli incendi legati al cambiamento climatico siano tre volte più favorevoli rispetto alla media tra il 2008 e il 2020. L’associazione ha ricordato che i danni immediati dovrebbero essere presi in considerazione nel lungo periodo. Occorrono circa 15 anni per ripristinare l’intero ecosistema forestale e tutte le attività umane tradizionali, dalla raccolta degli alberi ai prodotti alimentari e ai piccoli frutti, passando per la foresta e l’ecoturismo.

A causa degli eventi estremi e delle temperature torride di quest’estate, l’ondata di caldo ha avuto un impatto sui prezzi della frutta, che sono diminuiti del 4,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Gli animali sono colpiti anche negli allevamenti e le mucche producono fino al 10% in meno di latte rispetto ai climi più caldi. In molti luoghi le fiamme hanno bruciato pascoli carbonizzati e foraggi utilizzati per il bestiame e frutta, ortaggi, vigneti e oliveti.