Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nuova protesta di massa contro Jair Bolsonaro in tutto il Brasile | Il rifiuto grossolano dell’amministrazione e la richiesta di licenziamento

di Brasilia

Come resistere alla dittatura. Decine di partiti con sindacati e movimenti sociali Sabato hanno partecipato alle mosse, che erano lo slogan predominante “Uscire con Bolsonaro”, Aggiunto ad altri su Crisi sociale ed economica e corruzione.

Supporto completo

Fatto: anche questa giornata di lotta ha ricevuto sostegno (sebbene non fossero coinvolti nell’organizzazione) Gruppi conservatori che si sono allontanati da a partire dal Raduni organizzati dal People’s Democratic Camp dalla fine di maggio.

Per alcuni, quello che è successo questo sabato nel centro di San Paolo e in Circa trecento città chi c’era Circa 600mila persone, per me Centro Movimenti Popolari (CMP), può essere paragonato alle marce unitarie, che abbracciano un ampio spettro politico, che nel 1984 richiedevano alla dittatura di attuare “elezioni dirette ora”.

37 anni fa il paese era sotto la frusta del generale Joao Baptista Figueiredo (Si vantava di essere un buon cavaliere), un dittatore a cui piaceva più l’odore dei cavalli che l’odore delle persone (come diceva lui), con cui Bolsonaro esprime spesso la sua “felicità”.

Bel lavoro su Avenida Paulista con più forze politiche, sindacati e società civile, L’espansione unitaria di queste forze è costruita Con l’obiettivo comune di rimuovere Bolsonaro” Gliese Hoffman, Presidente partito laburista (PT).

come Augusto Bomphim, di CMP, “Volevamo che questi raduni fossero Un posto per tutte le bandiere Riceviamo anche più partecipazione dai residenti della periferia”,

giro bravo ragazzo, un attivista laburista che è stato imprigionato nel 1980 con il suo compagno e leader minerario Luis Inacio Lula da Silva, ha dichiarato: “Siamo venuti per riempire di gente l’Avenida Paulista”. Per sradicare questi fascisti che opprimono il popolo. Nel 1984 stavamo lottando per rimuovere l’esercito, nel 2021 abbiamo un’altra situazione, e ora veniamo a difendere la democrazia. “I militari hanno il DNA di un colpo di stato e vorranno sempre fare un colpo di stato”, ha detto Bohm in una conversazione telefonica con Bolsonaro. Pagina 12.

Il 7 settembre, festa dell’indipendenza, Bolsonaro ha raccolto circa 125.000 persone a San Paolo, lontano dal milione che aveva promesso Durante settimane di frenesia e propaganda per il Connato de golpe. Il tentativo è fallito. Per adesso.

READ  L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha raccomandato il trattamento del nuovo virus Corona per le persone a rischio

Sabato scorso, San Pablo è stata la scena del raduno più attivo del paese con un convoglio di grandi camion dotati di altoparlanti, mentre i leader hanno pronunciato i loro discorsi davanti a decine di migliaia di persone.

Il pubblico era misto: Attivisti di sinistra e del Partito Democratico, attivisti del movimento dei senzatetto, gruppi legati alle persone LGBT, lavoratori sindacali. Queste tribù, spesso con le loro bandiere rosse, hanno accompagnato i discorsi, mentre altri cittadini senza affiliazione di partito si sono aggirati per la strada senza sosta davanti agli oratori, a volte facendo commenti umoristici su bambole destinate ad emulare il presidente.

È stato uno dei principali oratori Fernando Haddad, il candidato presidenziale del Partito dei Lavoratori nel 2018, quando Lula non poté presentarsi a causa di un complotto multiplo: da un lato giudiziario attraverso sentenze coercitive nel caso Lava Jato con cui si alleò la pressione militare per impedire la libertà da Petista mentre si trovava nella colonna dopo la nomina di Bolsonaro.

“Qui a Paulista diamo una risposta il 7 settembre quando i bolsonaristi occupavano questa strada, e ora ci siamo Abbiamo deciso di raddoppiare la scommessa. Ogni volta che Bolsonaro ci minaccia, raddoppieremo la democrazia”, ​​ha promesso Haddad.

Nel suo discorso, il leader del Movimento per i senzatetto (MTST), ha affermato: William PaulsMetti l’accento sui social. “Il vero Brasile è quello che si mette in fila (nelle macellerie e nei magazzini frigoriferi) in attesa di un osso. Il vero Brasile soffre di genocidio, disoccupazione e fame”, ha detto Boles, del Partito Socialismo e Libertà (PSOL).

Disegno animato di una bambola gonfiabile alta dieci metri presidente di estrema destra con citazioni dallo stile di La Dracula A pochi metri da dove parlavano Haddad e Paul. Da un lato, la simulazione cancellata di Bolsonaro portava una scatola del farmaco di marca “cloropropina”, abbreviazione di idrossiclorochina, il farmaco che raccomandava contro il coronavirus sapendo che non combatte la malattia e “ribaltamento”, una parola che nel popolare lingua significa “corruzione”. .

READ  Gli Stati Uniti hanno offerto una ricompensa di $ 5 milioni per informazioni sul contrabbandiere cinese Zhang Jian

Droni che sorvolano decine di strade Grandi palloncini dal centro di Unica de los Trabajadores (tagli). Sotto, sull’asfalto, c’erano giovani che saltavano come sulla tribuna di un campo da calcio, cantando contro la polizia militare di San Paolo, nelle cui file si battono gli elementi di Bolsonaro come accade nelle forze di sicurezza in diversi stati.

La manifestazione di San Paolo è iniziata nel pomeriggio, quando la manifestazione si è conclusa a Rio de Janeiro, dove migliaia di persone hanno marciato attraverso il centro della città dietro raduni neri con lo slogan “Bolsonaro Ginosida”. Il Federazione Unita delle Petroliere Portava con sé repliche di gigantesche bombole di gas arancione (come le tute delle petroliere) al prezzo di 15 reais e “È costoso? Dai la colpa a Bolsonaro”.

“sul mio conto”

A Brasilia, ci sono state espressioni del disconoscimento di Bolsonaro della sua politica sul Covid-19, con manifesti che lo definiscono un “genocidio” e chiedono più “vaccini nel braccio e cibo nel piatto”. La Commissione parlamentare d’inchiesta sulle epidemie (CPI) ha confermato che il presidente ha fatto pressioni per ritardare l’approvvigionamento dei vaccini Coronavac e l’americana Pfizer, anche se sono pervenute offerte nell’ordine di decine di milioni di dosi.

In Ministries Square, nel centro di Brasilia, le critiche del capitano in pensione si sono mescolate con l’ironia rivolta a sua moglie, MichelleCoinvolto nello scandalo della vendita di influenza nella Banca di Stato cassa di risparmio svelato venerdì scorso. Nonostante sia stata eccessivamente pubblicizzata come una donna evangelica e sottomessa, la signora Bolsonaro sembra essere una guida all’interno dell’organizzazione mafiosa che opera sotto la protezione del clan di famiglia, in cui sono coinvolti anche suo padre e quattro figli.

Sotto il cielo nuvoloso, gli studenti dell’Università di Brasilia hanno camminato per strada portando bigliettini dedicati alla first lady con il soprannome di “My-check”. Questo soprannome che unisce le parole Michelle e assegno deriva da un altro caso oscuro che va in onda da anni: secondo documenti ufficiali di un’agenzia affiliata al Ministero dell’Economia, La moglie del presidente ha ricevuto assegni da un presunto gruppo paramilitare ingaggiato per riciclare denaro È stato imballato illegalmente dalla famiglia.

READ  Com'è la situazione sanitaria negli altri paesi?

Bolsonaro è arrivato al governo dopo una campagna in cui ha promesso di rispettare la morale intransigente che l’ex ministro della giustizia, ex giudice, avrebbe garantito. Sergio Moro, Responsabile Lava Gato. Ma con il passare dei mesi, le prove di corruzione sono diventate innegabili quando Moreau ha agito per insabbiare il suo capo. Ci sono stati raduni oggi a Brasilia, San Paolo e Rio de Janeiro Manifesti contro la corruzione del governo e Dollari in faccia al sovrano Spiega le banconote.

entro un anno

Le migliaia di brasiliani che hanno occupato le strade delle capitali brasiliane stanno assistendo all’entità del malcontento di fronte a un governo di appena 1.000 giorni in carica.

Quanto visto sabato si ripete nei sondaggi. Tutto punta a questo Bolsonaro sarà sconfitto di 10 punti o più da Lula al primo turno Nelle elezioni del prossimo anno, e al ballottaggio la differenza supererà i venti punti.

Questi sondaggi indicano anche che Lula vincerà il ballottaggio su uno qualsiasi dei potenziali candidati della destra non fascista, tra cui Joao Doria, Governatore di San Paolo e candidato del Partito socialdemocratico brasiliano (PSDB) dall’ex presidente Foto di Fernando Henrique Cardoso.

Non è un caso che Labour e altri organizzatori abbiano scelto di protestare contro il governo sabato: esattamente un anno dopo. Domenica 2 ottobre 2022, data delle elezioni presidenziali.

“Le elezioni sono tra un anno, chiedete alla gente delle periferie, chiedete alla gente delle campagne, ai disoccupati, chiedete ai liceali (votando 16 anni fa) se è possibile aspettare un anno”, ha detto Fernando Haddad. Sabato nel centro di San Paolo. Metti fine a questo incubo“.