Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Novak Djokovic: L’Australia ha annullato il visto e può essere espulso

Il governo australiano ha annullato per la seconda volta il visto del tennista serbo Novak Djokovic, Lo ha confermato venerdì il ministro dell’Immigrazione Alex Hawke. Ha spiegato in una dichiarazione ufficiale che una decisione è stata presa per motivi legati alla “salute e all’ordine pubblico”. ma nonostante, Le autorità australiane hanno deciso di rinviare l’espulsione di Djokovic dal Paese di Djokovic fino alla giustizia del suo caso.Avvisare il procuratore del governo.

Questo sabato (intorno alle 20:30 di venerdì in Argentina) Djokovic avrà una giornata importante quando si presenterà davanti alle autorità del Ministero dell’Immigrazione L’australiano farà la sua dichiarazione nel fascicolo che gli è stato aperto davanti per il suo ingresso irregolare nell’area oceanica, mercoledì della scorsa settimana.

In modo che quell’incontro avvenga, Il tennista resterà latitante senza alcun obbligo di rientro nel centro di detenzione per clandestini Chi ha vissuto da giovedì 6 a lunedì 10.

L’avvocato di Djokovic, Nick Wood, Venerdì, ha comunicato al giudice Anthony Kelly la sua “preoccupazione per i tempi” dell’operazione, Ciò può estendersi dalla decisione di deferire il caso alla magistratura federale.

Dopo la dichiarazione di sabato, Djokovic potrebbe essere nuovamente trattenuto in un hotel in attesa di una decisione. comunque, Il giocatore e il suo avvocato avranno l’opportunità di spiegare le loro argomentazioni in una nuova udienza Che si svolgerà domenica, un giorno prima dell’apertura del torneo.

Il nuovo scenario è emerso dopo la dichiarazione del segretario Alex Hawke e un’udienza di emergenza strutturata venerdì, in cui Stephen Lloyd, procuratore generale del governo, ha detto al giudice che Djokovic non sarà trasferito in un centro di detenzione fino a quando non incontrerà le autorità per l’immigrazione sabato. E che non sarà espulso fino a quando il tribunale non avrà pronunciato l’appello del tennista.

READ  Il Boca ha fatto un'offerta ufficiale per il giocatore in Europa

“Gli australiani hanno fatto molti sacrifici durante questa pandemia”

Lo ha confermato il capo dell’immigrazione Il governo australiano “fortemente impegnato nella protezione delle frontiere”Soprattutto in un contesto in cui si registrano numeri record di contagi da coronavirus in tutto il mondo. “Oggi ho esercitato il mio potere ai sensi della Sezione 133c(3) della Legge sull’Immigrazione per annullare il visto di Novak Djokovic, per motivi di salute e di ordine, nel pubblico interesse”.Hook ha detto in una nota.

“Il ministro, che ha sottolineato che il governo del primo ministro Scott Morrison è profondamente impegnato nella protezione delle frontiere e in particolare in relazione alla pandemia di COVID-19”, ha proseguito il ministro.

“Gli australiani hanno fatto molti sacrifici durante questa pandemia “E ovviamente sperano di proteggere l’esito di questi sacrifici”, ha detto Morrison in una dichiarazione ufficiale.

Il romanzo di Djokovic in Australia

Djokovic è arrivato in Australia il 5 gennaio con un nulla osta medico speciale per entrare nel paese con l’intenzione di partecipare agli Australian Open. Le autorità lo hanno arrestato perché non ha fornito documenti per dimostrare che aveva ricevuto la vaccinazione antivirale. Per questo ha trascorso quattro giorni in un hotel della capitale australiana fino a quando un giudice ha ordinato il suo rilascio lunedì.

E gli avvocati serbi avevano presentato una dichiarazione confermando che il tennista non poteva essere vaccinato perché risultato positivo al Corona virus lo scorso dicembre. Il documento, riportato dai media australiani, rilevava che “la data del primo test PCR positivo per covid è stata registrata il 16 dicembre 2021”.

READ  L'invasione e la foto con Messi dopo il pareggio tra Nazionale argentina e Paraguay

L’Australia non consente l’ingresso a non cittadini o non residenti che non sono stati completamente vaccinati contro il coronavirus. Ciò che è consentito sono eccezioni mediche, tuttavia Il governo ha ritenuto insufficiente la giustificazione di Djokovic. Il serbo può essere visto in un’intervista alla stampa a dicembre, quando presumibilmente sapeva già di essere risultato positivo al virus COVID.