Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Non è rimasto nemmeno un pappagallo! Incarcerato per aggressione e 800 prigionieri evasi | Cronaca

Anche se è molto comune vedere nei film che gruppi di commando generano evasioni di massa, diciamo che non sono rari nel “mondo reale”. Tuttavia, la prigione Nigeria Si è rivelata l’eccezione alla regola, dal momento che Più di 800 prigionieri sono evasi dal carcere dal paese africano. Ad oggi mancano ancora più di due terzi.

“Il centro di detenzione di media sicurezza di Oyo, nello stato di Oyo, è stato attaccato da uomini armati sconosciuti intorno alle 21:30 di venerdì 22 ottobre 2021.” Spiegato in una dichiarazione Olanrewaju AnjorinPortavoce di questa prigione.

Da luglio 2017,
Più di 4.000 detenuti sono evasi dalle carceri nigeriane.

“Gli aggressori sono arrivati ​​al centro molto armati e, dopo un violento scontro con le guardie, sono riusciti a entrare nel cortile e hanno demolito un muro con la dinamite”, ha aggiunto. Ha aggiunto e ha anche notato che hanno già recuperato 267 detenuti. “Ci sono ancora circa 575 persone in fuga”, sottolineato.

Certo, non sono fuggiti da soli È stato tutto grazie a un gruppo di uomini pesantemente armati che hanno deciso di attaccare questa prigione governativa. Dopo uno scambio di proiettili con gli uomini della sicurezza, sono riusciti a entrare nella struttura facendo saltare i muri.

Ha aggiunto: “Sebbene tutti i detenuti in attesa di processo siano stati costretti ad evacuare, le celle che ospitavano i detenuti ei prigionieri non sono state oggetto di atti di vandalismo”. Espresso dal Servizio Penitenziario.

Stiamo parlando della fuga di terzo stile finora nel 2021 in Nigeria, che risulta essere il paese più popoloso del continente africano. La presenza di questi gruppi armati e violenti è una costante con cui i governi della regione devono fare i conti.

Per mostrare un pulsante, secondo il portale di notizie il cavoe Più di 2.000 detenuti sono stati rilasciati solo quest’anno e in due di questi attacchi. Uno di questi si è verificato lo scorso aprile, quando la prigione dell’IMO è stata attaccata con esplosivo e il risultato è stato simile. Stessa sorte subì a sua volta una prigione nella prefettura di Kogi, nella parte centro-settentrionale del Paese, con la stessa sorte. Il metodo di lavoro.

Secondo i media locali, se torniamo un po’ indietro, lo troveremo 4.307 prigionieri sono fuggiti dalle carceri del paese tra luglio 2017 e luglio di quest’anno. Di questo interessante numero, molti sono stati arrestati, ma stanno ancora aspettando la loro condanna. Inoltre, le carceri nigeriane detengono 70.000 detenuti, ma solo il 27% di loro, circa 20.000, ha una ferma convinzione, secondo i dati del governo.

READ  Guerra in Europa: i soldati russi hanno assassinato uno dei loro leader