Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nintendo rimuoverà per sempre 1.000 titoli da Wii U e 3DS: un colpo alla storia dei videogiochi?

Quando Nintendo ha annunciato che avrebbe chiuso definitivamente un file negozio A partire dal 3DS e Wei Yu A marzo 2023, gli appassionati di giochi hanno iniziato a porsi una domanda: cosa accadrà a quei titoli che hanno visto la luce solo in digitale? La società ha dichiarato di non avere ancora in programma di riportare questo contenuto, il che significa che Poco più di 1.000 giochi scompariranno del tutto e quasi 2.000 non saranno disponibili digitalmente.

Ciò significa che 450 indirizzi da Wei Yu e 600 giochi 3DS Non sarà accessibile a nessuno in futuro, ad eccezione di coloro che hanno già indirizzi nelle proprie librerie. La questione ha acceso ancora una volta il dibattito sui beni digitali e su cosa potrebbe accadere se la casa madre smettesse di preoccuparsi di distribuirli: Saranno persi per sempre?

È qui che entra in gioco la conservazione dei videogiochi come storia internazionale. Proprio come le grandi biblioteche, i cinema e le gallerie d’arte, i videogiochi sono apprezzati come un bene culturale che deve essere registrato a causa del loro segno nella storia. per me Fondazione per la storia dei videogiochiIl crollo digitale proposto da Nintendo va contro le sue politiche sul copyright sponsorizzate, dal momento che la società giapponese tInoltre, non consente la riproduzione senza scopo di lucro di titoli che non hanno più interesse per il marketing..

“Anche se è un peccato che alcune persone non saranno in grado di acquistare alcuni giochi in digitale 3DS e Wei YuComprendiamo la realtà del lavoro che ha portato a questa decisione. Quello che non capiamo è quale strada intende intraprendere Nintendo, nel caso volessero giocare a quei titoli in futuro. come membro di Associazione software di intrattenimentoe nintendo Spingere le strategie per bloccare le librerie Può fornire accesso legale a questi giochi. Non fornire l’accesso commerciale è comprensibile, ma impedire l’azione istituzionale per mantenere questi indirizzi Distruggendo attivamente la storia dei videogiochi”, ha affermato la fondazione attraverso un comunicato ufficiale.

READ  Questa è la versione più esclusiva delle cuffie wireless Samsung

La conservazione del gioco, in particolare, è un atto contrario a due situazioni che complicano il paradigma all’estremo: Questioni legali di diritto d’autore e conflitti tecnici quando si tratta di preservare formati che non trovano più una matrice da riprodurre. il Fondazione per la storia dei videogiochi Sostiene che i giochi che Nintendo interromperà hanno difficoltà a essere esclusivi delle loro console, il che limita notevolmente i metodi in cui possono essere archiviati come memoria.

Sebbene la maggior parte delle leggi sulla proprietà intellettuale vari in base alla regione, i problemi di conservazione in generale sono radicati nella legge sul copyright. stato unito. A partire dal DMCA (DMCA), qualsiasi tipo di copia o distribuzione del gioco rientra nella categoria della pirateria, Pertanto, i giocatori sono anche tenuti a cancellare tutti i titoli che hanno acquistato sulle loro console nel caso in cui volessero venderli (e sono persino tenuti per legge a fare tutto il possibile per distruggere le copie digitali in caso di furto del dispositivo).

grazie per Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti, possono essere accettate alcune eccezioni per garantire la conservazione dei titoli come: consentire la distribuzione gratuita di software per computer che richiedono hardware o supporti originali per accedere al rischio di perdita dovuto all’obsolescenza, custodi che dispongono di copie private con speciali passaggi di autenticazione e uso di emulatori o altro software se necessario Anche i giochi possono essere giocati utilizzando i sistemi contemporanei; e creare codici speciali nei giochi MMO online per renderli disponibili a musei e biblioteche.

Sulla base di un’eccezione DMCA, Nintendo ha colto l’occasione per citare in giudizio due siti Web ufficiali che hanno distribuito ROM per i suoi emulatori di piattaforma fuori produzione. Nel caso di questi mille titoli che andranno perduti per sempre il 27 marzo 2023, Non c’è ancora una risposta su come gli ambientalisti continueranno la loro missione.

READ  Hanno scoperto un calamaro fossile che è stato catturato da uno squalo 180 milioni di anni fa mentre mangiava gamberi

Continuare a leggere: