Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

NASA: le letture del sistema di guida della navicella spaziale Voyager rivelano “dati impossibili”

squadra di ingegneria dentro Contenitore Indaga su un mistero accaduto sulla navicella spaziale Voyager 1.

Voyager 1 è l’oggetto artificiale più remoto, lanciato 44 anni fa. Attualmente, è in esecuzione al limite Sistema solarevolando attraverso il “mezzo interstellare” dietro l’effetto Sole.

Tuttavia, gli scienziati hanno scoperto che il veicolo spaziale riceve ed esegue con successo i comandi dalla Terra, ma le letture della sonda AACS (Expression and Attitude Control System) non riflettono ciò che sta effettivamente accadendo a bordo della Voyager 1.

Il sistema controlla l’orientamento del veicolo spaziale mantenendo la sua antenna puntata con precisione nella direzione Terra In modo che i dati da esso possano essere inviati alla NASA. Sebbene tutte le indicazioni siano che il sistema AACS funziona normalmente, i dati di telemetria che invia sembrano essere generati casualmente e non riflettono alcun possibile stato in cui potrebbe trovarsi il sistema.

Inoltre, il problema non ha attivato alcun sistema di failover che potesse mettere il Voyager in modalità provvisoria, né il segnale si è indebolito, indicando che l’antenna era ancora nella sua posizione normale, puntando verso la Terra.

La NASA afferma che continuerà a monitorare la situazione perché è possibile che un altro sistema stia producendo dati non validi, ma afferma di non capire perché ciò sta accadendo o per quanto tempo questo problema potrebbe persistere. Occorrono circa due giorni prima che un messaggio dalla Terra raggiunga la Voyager e riceva una risposta dalla navicella spaziale.

“Un enigma come questo è naturale a questo punto della missione Voyager”, ha affermato Susan Dodd, project manager di Voyager 1 e 2 presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA nel sud della California. California.

READ  Un asteroide "potenzialmente pericoloso" delle dimensioni della Torre Eiffel passerà vicino alla Terra

Il veicolo spaziale ha circa 45 anni, molto più vecchio di quanto si aspettassero i pianificatori della missione. Siamo anche nello spazio interstellare, un ambiente altamente radioattivo in cui nessun veicolo spaziale ha mai volato prima. Quindi ci sono alcune grandi sfide per il team di ingegneri. Ma penso che se c’è un modo per risolvere questo problema con l’AACS, il nostro team lo troverà”.

C’è una possibilità che la NASA non trovi la fonte del problema e invece debba apportare modifiche al software o utilizzare uno dei sistemi di backup del veicolo spaziale, cosa che è già stata fatta nel 2017 quando la Voyager ha dovuto cambiare i propulsori primari con quelli secondari a causa di segni di deterioramento.