Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Morata: “Ci sono stati giorni in Coppa dei Campioni in cui mi sono svegliato e non avevo voglia di fare niente” | Gli sport

“Rischiamo la vita” ha detto Alvaro Morata (Madrid, 29 anni) a proposito della sfida di giovedì contro la Grecia ad Atene e di quella di domenica contro la Svezia a Siviglia, città che ha ospitato la Nazionale nella prima fase della Coppa dei Campioni. . “I tifosi lì ci sanno portare in aria, se qualcuno mi legge chiedo loro di dare tutto perché stiamo giocando il Mondiale”, ha continuato prima di aprirsi e riflettere su tutto quello che gli è successo negli ultimi mesi, compreso il recente infortunio che gli ha impedito un buon inizio di stagione con il suo club, la Juventus, ora è impantanato in una profonda crisi di risultati.

Una domanda. Il tuo allenatore Allegri ha detto di recente che dai tutto alla squadra e che devi solo chiamare per aprirti.

Risposta. Sono stato via quasi un mese, e nella fretta di rientrare non sono stato molto bene fisicamente. Ho dovuto lavorare molto per la squadra e non mi muovevo bene per segnare. Le ultime partite che ho giocato a sinistra, ho quasi coperto il lato. L’importante è giocare e fare quello che ti dice l’allenatore. Ovviamente voglio giocare meglio e segnare più gol. Prima dell’infortunio stavo bene ed è stato difficile per me tornare.

S. lasciato di nuovo?

S. Quando è necessario, in prima divisione non abbiamo un buon periodo, ma c’è un grande gruppo. È molto difficile arrivare in cima, ma ce l’abbiamo fatta prima. Tutto quello che dobbiamo fare è essere obiettivi, dimenticare le cose che non si possono fare, cercare prima di arrivare alle posizioni in Champions e poi guardare avanti.

S. Senza Cristiano hai più responsabilità in termini di gol.

R è stato trovato. Siamo tutti stressati, perché sono sottomesso [por el Atlético]Può essere che mi parlino e mi guardino di più, ma quando non sei il padrone del tuo destino, l’unica cosa che puoi fare è lavorare.

S. Come hai affrontato tanta pressione in Coppa dei Campioni?

R è stato trovato. È la roba del nostro lavoro. Il Campionato Europeo è iniziato così, e ho avuto diverse occasioni in cui ho fallito… Devi affrontarlo, non è divertente, ma mi sentivo super vestito. Senza l’allenatore e i compagni sarebbe stato molto peggio. Rimarrò sempre nella mia mente che avrei rinunciato a vincere l’Italia perché con la nostra partita contro l’Inghilterra abbiamo avuto molte occasioni. Ma la cosa più bella è stata che fuori ci siamo guadagnati il ​​rispetto dei nostri avversari e dei tifosi che ci vedevano come un gruppo sano, dei signori che applaudivano il vincitore.

READ  Un ex indipendente è morto in un incidente stradale e si cercano testimoni

S. I tuoi fischi fanno male?

R è stato trovato. È spiacevole per chiunque. Quando la mia famiglia o i miei amici cercano di toglierti il ​​ferro per farti stare bene, ti dicono “Non ti hanno fischiato, perché non gli piaceva il cambiamento…” Io dico sempre loro: “Immaginate mio cugino che lavora al un benzinaio e si mettono a fischiare e insultare perché è finita un po’ di benzina. Nessuno è perfetto, non siamo macchine, so cosa mi si richiede qui. Qualunque cosa sia decisiva al rispetto o che mi descrivono non può mi fa arrabbiare, anche se mi da fastidio, ma ci sono cose da sviluppare, come l’odio che compare. Penso che qualcosa cambi, la gente si rende conto che ci sono dei limiti, dentro il campo possono insultarmi o sputare, ma fuori quando vado a fare una passeggiata io o mia moglie Con i miei figli no, è diverso.

S. Perché appaiono ora più di prima?

R è stato trovato. Non c’è cache. Ho detto molte volte che purtroppo ho passato dei brutti momenti e che se avessi avuto una mentalità diversa sarei potuto essere un giocatore migliore, ma non avrei avuto il percorso che ho fatto. Si dice molte volte che ho periodi stressanti, ma ho anche molta forza di volontà per uscire dai momenti brutti. Per quanto strano possa sembrare, vincere l’ultimo Europeo sarebbe stata una vittoria, ma per me è stato davvero superare una situazione davvero tragica.

S. Quanto è difficile?

R è stato trovato. Ci sono stati momenti in cui mi sono svegliato nella stanza e non avevo voglia di fare nulla. Fino a quando non sono sceso a fare colazione e ho visto i miei colleghi o ho parlato con mia moglie al telefono e ho riacquistato le mie voglie su tutto. Mentre ero la persona più seguita in Spagna, ho segnato un rigore contro la Slovacchia, che in seguito abbiamo schiacciato, ma che avrebbe potuto ucciderci. Poi, contro l’Italia, mi sono buttato sul fronte che ci ha lasciato, ma credo che ci fossero parecchie persone che avrebbero dato tutto per vincerlo con la Spagna.

READ  Hernan Crespo, dal pianto per la mancanza di figlie alla rivoluzione di San Pablo: ha segnato 8 vittorie consecutive e addirittura lo ha paragonato a Telé Santana

S. È famoso per essere morbido sulla testa.

R è stato trovato. Non ho più 20 anni, non posso preoccuparmi di queste cose, ho figli, una donna e devo far loro sapere che devi andare avanti anche se non ne hai voglia. È stato davvero, davvero difficile perché ero nella stanza, e con tutto quello che stavo facendo ricevevo messaggi, la stampa non voleva dirtelo; TV cinque minuti al giorno… alla fine ricevi messaggi del tipo: Che bastardo, guarda cosa ha detto questo tizio di te… È complicato, la mia fortuna è che ho dei colleghi che non mi sembravano: Omicidio , ero uno dei membri del gruppo

S. Sembra molto sicuro di sé.

R è stato trovato. Peccato che quando i calciatori raggiungono la maturità non abbiamo più forza fisica. La persona che si prepara tutta la vita per il lavoro, a 31 o 32 anni, inizia dopo aver conseguito la laurea e il master, ma a noi, a 34 anni, la nostra vita sembra finire. Mi considero una persona speciale perché ho visto tanti giocatori più bravi di me e alla fine ho lavorato duramente e ho superato i momenti brutti. Questo è il motivo per cui non condivido la mentalità morbida, ho avuto molti momenti in cui sono stato ultimo e finalmente ho fatto carriera.

S. E cosa pensi quando vedi Gavi a 17 anni?

R è stato trovato. Oggi è fantastico, quando avevo 17 anni mi è costato molto allenamento con la prima squadra e la prima volta che sono venuto qui non so se vedrò Iniesta, Cesc… Ma ora vedi Pedri o sembra quel Gavi Hanno entrambi 32 anni, è pazzesco. Oggi [por ayer] Stavo parlando con Gavi e gli ho chiesto dove abita e lui mi ha detto che è a La Masia perché ha 17 anni, l’ho preso da mia madre che mi ha partorito da lui più di dieci anni! I tifosi spagnoli devono reagire di nuovo perché quello che sta arrivando è brutale… Ci sono persone molto brave, se i tifosi sono dipendenti dai tifosi, i giocatori si sentiranno potenti e se vengono criticati, sarà difficile per loro fare qualcosa di grande. .

READ  Giovanni Simeone, Calciatore di Serie A del mese di ottobre - Polideportivo

S. Sono maturi sul campo come puoi vedere?

R è stato trovato. Dentro e fuori dal campo si preoccupano molto del calcio e hanno meno distrazioni perché ci sono più partite e meno tempo per pensare ad altro. Devi avere la tecnica, non solo la maturità, e sono vantaggi tecnici. L’Europeo di Pedri è stato grandioso e con Gavi ho visto in diretta la partita contro l’Italia e non pensavo fosse la sua prima partita. Colpisci e mangia tutti.

S. Cosa ha chiesto Luis Enrique?

R è stato trovato. Dai tutto finché non hai più potere e poi alza la mano e chiedi il cambiamento, non è negoziabile. Dopodiché, sta dando supporto in modo che la squadra possa uscire allo scoperto, mi sono adattato a quella partita. Nessuna squadra era così. All’Europeo ho segnato tre gol e sarebbero potuti essere cinque, e la scarpa d’oro del torneo è stata in quei numeri. Sono tutti centimetri, probabilmente entri la palla che pensi sia uscita mezzo metro e da lì la cosa gira.

Puoi seguire EL PAÍS DEPORTES su Sito di social network Facebook e Twitter, o registrati qui per ricevere Newsletter settimanale.