Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Moncloa ridurrà nuovamente le tasse dal 1 gennaio prima delle nuove registrazioni di illuminazione

Ancora una volta la realtà ha distrutto ogni aspettativa. Il governo ha lavorato con la premessa che nella primavera di quest’anno il prezzo dell’energia comincerà a moderarsi, ma i mercati iniziano a escludere che la situazione possa continuare per tutto il 2022 e l’esecutivo già presume che, almeno, non ci sarà scadenza fino a maggio. Nel frattempo, la luce sta battendo di nuovo record: questo mercoledì, Arriverà a 291,73 euro per megawattora (MWh). In questo scenario, l’esecutivo sta valutando nuove misure per ridurre l’impatto della crisi energetica sulla bolletta. Le agevolazioni fiscali sono tornate sul tavolo.

Il terzo vicepresidente e ministro della trasformazione ambientale, Teresa Ribera, ha riconosciuto questo mercoledì alla conferenza stampa dopo il gabinetto che il suo ministero Stiamo già lavorando a un piano per il prossimo annoAnche se non ha voluto specificare quali azioni sarebbero state intraprese: “Li stiamo valutando”.

Tra questi, però, Ribera se n’è accorto Si considerano azioni finanziarie, Poiché la riduzione dell’Iva e l’abolizione delle tasse sull’energia elettrica scadranno il 31 dicembre 2021. Il ministro ha escluso l’estensione dell’attuale pacchetto, come ipotizzato nelle scorse settimane: i corrispettivi a carico del pubblico dell’erario saranno molto largo.

L’aumento è stato del 168,3% rispetto allo stesso giorno di una settimana fa e del 496,34% rispetto allo scorso anno

Lo spiegano fonti ministeriali Il taglio delle tasse sarà molto simile all’attuale taglio delle tasse, ma “probabile”. Cioè, minore. Hanno usato due argomenti. La prima è che gran parte degli attuali tagli sono stati approvati all’inizio dell’estate, che in soli quattro mesi è stato necessario compensare gli aumenti per l’intero anno per mantenere la promessa spagnola – il ministro include sia la retribuzione regolamentata che quella gratuita – meno per la bolletta elettrica nel 2021 che lo ha spinto nel 2018. La seconda è quella di maggio 2022 La situazione inizierà a normalizzarsi.

READ  Il cancelliere Rafa Clement in visita a Cersaie

In ogni caso, le nuove misure saranno in vigore dal 1° gennaio e dureranno fino ad aprile, per il primo quadrimestre. Nel caso in cui non ci fosse tempo per la sua approvazione prima della fine del 2021 – nonostante il governo abbia raddoppiato il numero dei ministri da qui a fine anno -, Sarà retroattivo.

Il pacchetto precedente era stato approvato lo scorso settembre, quando si parlava molto del prezzo dell’elettricità, ma la verità è che non era così costoso come lo è ora. la luce Mercoledì batterà il suo record storico Superando i 291,73 euro per megawattora (MWh), tre in più rispetto al precedente record stabilito il 7 ottobre.

Nonostante l’aumento sia molto contenuto, solo l’1,37% dal giorno precedente (quando Pagato in media 287 euro), l’energia elettrica nel mercato all’ingrosso ha raggiunto il suo picco, partendo già da livelli molto alti: nello specifico, questo martedì è stato il secondo giorno più costoso della storia. L’aumento è fino al 168,3% rispetto allo stesso giorno di una settimana fa e 496,34% rispetto all’anno scorso.

La luce tocca la massima resistenza del gas, che sale del 30% a causa dell’escalation in Ucraina

Cotezalia

Il prezzo massimo di mercoledì sarà tra 21:00 e 22:00, ad un prezzo di 319,1 euro/megawattora, mentre il prezzo minimo sarà di 261,73 euro tra le 05:00 e le 06:00, secondo i dati pubblicati. Operatore del mercato energetico iberico (Omi).

Hanno spiegato che l’aumento dei prezzi del gas è in una completa escalation tra Russia e paesi occidentali a causa del conflitto in Ucraina e prima che il gasdotto Nord Stream 2 si fermasse. La maggior parte dell’aumento dei prezzi a dicembre, che stanno già accumulando in media oltre 200 €/MWh. Un altro fattore che ha portato alla situazione attuale è la rivalutazione dei diritti sulle emissioni di anidride carbonica, che sono scambiati ai massimi storici.

READ  Valencia Il Valencia libera più spazio: Alex Blanco è a un passo dall'Italia

Europa, sopra i 300 euro

Tensione con la Russia, anche se colpisce anche il mercato iberico, più alto nei paesi dell’Europa centraleChe continua a battere record. Francia, Svizzera, Austria, Italia, Slovenia, Croazia, Serbia e Ungheria hanno già elettricità superiore a 300€/MWh.

Il prezzo della luce nel mercato all’ingrosso. (Javier Plus/Energy Live)