Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Momento di tensione tra Lionel Scaloni e un giornalista a causa delle pessime condizioni degli stadi della Copa America

Lionel Scaloni Tieni una conferenza stampa con Nahuel Molina Il giorno prima della partita tra Nazionale dell’Argentina e del Cile Per il secondo appuntamento del Girone A del Coppa America.

Leggi anche: Copa America 2024: calendario, calendario e tutto quello che c’è da sapere

Per prima cosa, all’allenatore è stato chiesto del campo del MetLife Stadium nel New Jersey e la sua risposta è stata secca: “Ho già detto quello che avevo da dire. Tempo passato. Ora devi abituarti a quello che c’è e non a molto. Non voglio influenzare neanche questo aspetto.“È uguale per tutti”.

Tuttavia, pochi minuti dopo, un altro giornalista ha insistito sull’argomento e ha chiesto al campione del mondo in carica informazioni sul tappeto erboso. Subito Scaloni entra e la supera: “Dal campo è così, Nahuel non avrebbe detto nulla“.

Dopo poco il direttore tecnico ha ribadito la sua posizione e si è scusato:Non possiamo più parlare dello stadio.. Mi dispiace”.

Lionel Scaloni aveva un confronto teso con un giornalista

Lionel Scaloni ha litigato con un giornalista durante la conferenza stampa pre-partita con il Cile (Video: TyC Sports)

Le frasi più belle di Lionel Scaloni in conferenza stampa

  • “Ci sono differenze tra i concorrenti e non tutti giocano allo stesso modo. La nostra squadra gioca in base a come ferire l’avversario. Cercheremo le migliori quote per vincere la partita. Sono concorrenti che giocano in modo diverso”.
  • “La squadra è buona. Soddisfa sempre le aspettative in ogni partita”.
  • “(Su Christian Romero) È ancora giovane, deve continuare a migliorare e ha tante partite da giocare per essere considerato un leader. È uno dei migliori difensori centrali e siamo contenti e piano piano arriverà il suo posto in Nazionale. “È uno dei leader della squadra”.
  • “Come i nostri chef Leo, Diego e Antonia anche loro compiono gli anni. So quanto sia complicato trascorrere un compleanno lontano da casa, noi cerchiamo di renderlo allegro e felice spegni la candelina e taglia la torta.
  • “È finita, siamo campioni del mondo e il calcio continua. Dalla finale con il Cile non resta che lo stadio”.
  • Domani è una partita di calcio, abbiamo giocato tante cose con queste caratteristiche e abbiamo giocato come dovremmo giocare. I giocatori hanno un limite che non può essere superato, ma questo non vuol dire che se la partita è contro l’Olanda, lo sanno come rispondere. Non possiamo lasciare la squadra con 10 giocatori. “Affronteremo la partita così come è andata”.
  • “Non so chi giocherà e come sarà lo schema. Partiremo con i migliori”.
  • “Non credo che l’esperienza sia importante in questi casi. L’importante è giocare bene e vincere. Ho scoperto adesso che il Cile aveva problemi di trasferta. Ma questo sicuramente non influisce sulla partita”.
  • “Abbiamo portato le persone migliori per la squadra. Vedremo cosa succederà con il passare delle partite”.
  • “Cosa gli darei se avesse tutto? La verità è che non stiamo pensando a un regalo. A noi è successo. Spero che l’AFA abbia pensato a qualcosa. Vedremo stasera”.
  • “Sono opinioni (sui Mondiali e sugli Europei)”. Devi rispettarli. “Indipendentemente da quello che si dice, ci sono squadre per cui tifi e vinci il Mondiale”.
  • “Ho già l’attrezzatura. Loro (i giocatori) non lo sanno. Sarà simile a quella del giorno prima, vedremo se faremo qualche aggiustamento oppure no”.
  • “Vedremo se fare uno o due cambi. Nell’ultimo allenamento prenderemo la decisione”.
  • “C’è stato un momento, nel 2019, che è stato molto importante per questo processo. Ecco perché è necessario avere fiducia, perché alla fine paga.
  • “Messi sta bene, si è allenato normalmente tutti i giorni”.
READ  Dieci visite storiche (e dimenticate) da Boca alle province "meno amanti del calcio"