Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Mistero risolto: gli scienziati sono stati in grado di dimostrare l’origine dell’aurora boreale

gruppo di fisici da Università statale dell’Iowa, Sopra Stato unito, Alla fine hanno dimostrato che “l’aurora più brillante è causata da forti onde elettromagnetiche durante le tempeste geomagnetiche”. Studi mostralo Questi fenomeni, conosciuto anche come Onde alpineE il Gli elettroni accelerano verso la Terra, facendo apparire le particelle in uno spettacolo di luci عرض che conosciamo come l’aurora boreale.

Questa teoria degli elettroni che viaggiano in un campo elettrico è stata sollevata per la prima volta nel 1946 da un fisico russo, Liv Landau, e il suo nome era Smorzamento Landau. Dai test condotti dagli scienziati in Sì , La teoria russa è stata dimostrata. “Le misurazioni hanno rivelato che questo piccolo gruppo di elettroni ha un'”accelerazione ronzante” dal campo elettrico di un’onda Alvin, simile a un surfista che raccoglie un’onda e continua ad accelerare mentre si muove con l’onda”, ha detto. Greg Howes Co-autore dello studio e professore associato di Dipartimento di Fisica e Astronomia, Università dell’Iowaun.

Scienziati La prima persona a lanciare l’aurora boreale in laboratorio a partire dal Dispositivo al plasma di grandi dimensioni (LPD) Nel Institute of Basic Plasma Sciences presso l’Università della California, Utilizzo di una fotocamera da 20 metri per ricreare il campo magnetico terrestre utilizzando potenti spirali di campo magnetico. All’interno della camera, gli scienziati hanno creato plasma simile a quello trovato vicino Terra.

Sebbene l’esperimento non abbia ricreato lo spettacolo colorato di cui godevano nel cielo artico, Le misurazioni in vitro “corrispondono chiaramente alle previsioni di simulazioni al computer e calcoli matematici”., dimostrando che gli elettroni che viaggiano in onde duemillesime possono accelerare gli elettroni (fino a 45 milioni di miglia orarie) che causano l’aurora”, definito Howes.

READ  WhatsApp sta apportando modifiche alle foto e non puoi più fare battute in chat | Cronaca

Come saranno previste tutte le aurore boreali dopo la scoperta?

Ora che la teoria sulla creazione di questo straordinario fenomeno è stata dimostrata, c’è ancora molta strada da fare per prevedere quanto sarà forte ogni tempesta. “Prevedi la forza della tempesta geomagnetica Dato, sulla base delle osservazioni del Sole e delle misurazioni dei veicoli spaziali tra la Terra e il Sole, È ancora una sfida irrisolta“, è per spiegare Greg Howes. “Ora dobbiamo imparare a prevedere la forza di quelle 2000 onde usando le osservazioni dei veicoli spaziali”, ha aggiunto.