Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Miocardite e vaccino Covid: qual è la cura?

Il documento include raccomandazioni chiave per la valutazione e il trattamento delle malattie cardiovascolari dopo l’infezione con il coronavirus e il vaccino COVID-19.

Il Collegio Americano di Cardiologia (ACCper il suo acronimo inglese) ha pubblicato a nuova guida con il principale Conseguenze cardiovascolari del Covid-19. Questo documento è una linea guida clinica approvata da più esperti per la valutazione e il trattamento degli adulti dopo SARS-CoV-2. In questo senso, la guida analizza una delle principali malattie cardiovascolari legate al coronavirus e alla vaccinazione: miocardite. Gli esperti notano nel rapporto che “la miocardite è una complicazione Raro ma pericoloso anche dalle infezioni Vaccino mRNA contro il Covid-19″.

secondo Ty GlockmanMaster in amministrazione sanitaria e co-presidente per il processo decisionale di consenso degli esperti, “Miglior strumento diagnostico e terapeutico Miocardite dopo infezione da virus SARS-CoV-2 Inoltre, Gluckman aggiunge: “Questo documento tenta di fornire raccomandazioni chiave su come valutare e prendersi cura degli adulti con questo disturbo, comprese le linee guida per il ritorno allo sport, sia per gli atleti dilettanti che professionisti”.

Per quanto riguarda le raccomandazioni raccolte in merito Miocardite associata a Covid-19Il rapporto ne indica quattro:

  • Quando c’è un maggiore potenziale di coinvolgimento cardiaco da Covid-19, i test iniziali dovrebbero consistere in un elettrocardiogramma, determinazione della troponina cardiaca ed ecocardiogramma. Un cardiologo è raccomandato in caso di aumento della troponina cardiaca o anomalie ecocardiografiche. La risonanza magnetica cardiaca è raccomandata nei pazienti con sistema circolatorio stabile miocardite Sospettare.

  • Si raccomanda il ricovero dei pazienti con miocardite confermata, preferibilmente in una struttura di terapia avanzata per insufficienza cardiaca. I pazienti con miocardite fulminante devono essere trattati in centri con esperienza in insufficienza cardiaca avanzata, supporto emodinamico meccanico e altre modalità di trattamento avanzate.

  • pazienti con miocardite E la polmonite da Covid-19 (con continuo bisogno di ossigeno supplementare) deve essere trattata con corticosteroidi. Quando si sospetta un coinvolgimento pericardico, è appropriato il trattamento con farmaci antinfiammatori non steroidei, colchicina o prednisone. I corticosteroidi per via endovenosa possono essere presi in considerazione quando sospettati o confermati Miocardite da Covid-19 Con compromissione dinamica o sindrome infiammatoria multisistemica dell’adulto (MIS-A). L’uso empirico di corticosteroidi può essere preso in considerazione anche nei casi in cui la biopsia rivela una grave infiltrazione miocardica o una miocardite fulminante, dopo la valutazione del rischio.

  • Ove appropriato, la terapia farmacologica basata sulle linee guida per lo scompenso cardiaco deve essere iniziata e continuata dopo la dimissione dall’ospedale.

Miocardite dopo vaccinazione con mRNA

Il documento indica anche che miocardite dopo averlo ricevuto Vaccino mRNA Contro il Covid-19“raro e mostra i tassi più alti in Giovani dopo la seconda dose del vaccino”, spiega Gluckman. Allo stesso modo, il rapporto afferma che “la vaccinazione contro il coronavirus è associata Rapporto rischio-beneficio Molto adatto” a tutte le fasce d’età e generi finora valutati.

In generale, la guida raccomanda anche che ” Miocardite correlata al vaccino Dovrebbe essere diagnosticato, classificato e trattato in modo simile Miocardite secondaria a infezione da SARS-CoV-2“.

In corso Covid, il sequel post-acuto del Covid-19

Il Un rapporto pubblicato dall’ACC si riferisce anche a covid continua Come un ‘post-acuto sequele di infezione SARS-CoV-2Inoltre, è stabilito che “questo disturbo colpisce tra il 10 e il 30 per cento delle persone colpite”. Sebbene le persone con questa malattia “possano apparire Una varietà di sintomiIl più evidente del sistema cardiovascolare è la tachicardia, l’intolleranza all’esercizio, il dolore toracico e la difficoltà respiratoria.

A questo proposito, Nicole Bhav, co-presidente del processo decisionale di consenso degli esperti, ha affermato che “sembra esserci una ‘spirale discendente’ per i pazienti con covid continua. La fatica e la ridotta capacità di esercizio portano a una diminuzione dell’attività e del riposo a letto, che a sua volta porta ad a peggioramento dei sintomi e scarsa qualità della vita”. Cure più specializzate e terapia farmacologica ufficiale per questi pazienti.

Sebbene possa contenere dichiarazioni, dichiarazioni o note di istituzioni sanitarie o professionisti, le informazioni nella scrittura medica sono curate e preparate dai giornalisti. Raccomandiamo al lettore di consultare un operatore sanitario per qualsiasi domanda relativa alla salute.

READ  Gli operatori sanitari hanno marciato e hanno chiesto al governo di Mendoza