Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Messico e Italia collaborano a beneficio della scienza e della tecnologia | Agenzia messicana per la cooperazione internazionale allo sviluppo | Governo

Nelle visite ad alto livello intraprese dai due paesi nel corso del 2014 e del 2015, è stata evidenziata l’importanza di approfondire le relazioni italo-messicane nel campo della scienza e della tecnologia, in particolare per promuovere e rafforzare la cooperazione tra università e istituti di ricerca di entrambi i paesi. .

In quest’ottica, e data l’importanza del rapporto bilaterale con l’Italia, l’Agenzia messicana per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo (AMEXCID) e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano hanno unito i loro sforzi per finanziare e coordinare progetti di ricerca in settori strategici per entrambi. Paesi. paesi, ecco perché Programma esecutivo di cooperazione scientifica e tecnologica tra Messico e Italia 2014-2017 Che consiste di 12 progetti Nei settori delle scienze esatte, delle scienze biomediche, dell’ambiente, dell’energia, dell’agricoltura, dell’agroalimentare, dello spazio e delle tecnologie applicate ai beni culturali.

Alcuni dei progetti più emblematici sono i seguenti:

Tecniche di analisi e classificazione delle espressioni vocali e facciali: applicazione alle malattie neurologiche del neonato e dell’adulto

Attuazione dell’istituzione messicana: Istituto Nazionale di Astrofisica Ottica ed Elettronica (INAOE).

Ente attuatore italiano: Università di Firenze.

sezione: Scienze Biomediche.

Obiettivo: Sviluppare un sistema di assistenza specificamente progettato per elaborare e analizzare immagini facciali, linguaggio e segnali di pianto infantile per estrarre le informazioni più rilevanti utilizzate per identificare qualsiasi potenziale evidenza di malattia neurologica nei neonati e negli adulti, attraverso l’uso di tecniche di riconoscimento e classificazione dei modelli.

risultati: Attualmente, vengono progettati e costruiti modelli di classificazione per identificare diversi tipi di pianto infantile nei neonati, nonché per riconoscere le espressioni facciali nei neonati. Sono state svolte alcune attività come: studiare e identificare attrezzature, programmi e database disponibili, implementare un’interfaccia interattiva per calcolare ed estrarre caratteristiche qualitative da file audio con unità o suoni di bambini che piangono, analizzare la raccolta disponibile di pianti infantili di bambini nati dopo a termine o prematuramente, tra le altre cose.

READ  Cerimonia di meditazione: meditazione sonora che riduce lo stress | Cura

Usare la nanotecnologia per preservare il patrimonio culturale messicano

Attuazione dell’istituzione messicana: Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH).

Ente attuatore italiano: Università di Firenze.

sezione: Tecnologie applicate ai beni culturali.

Obiettivo: Sviluppo di formulazioni basate sulla nanotecnologia per risolvere i problemi di conservazione delle pitture murali e degli elementi decorativi multicolori nei beni culturali in Messico e in Italia, nonché determinare il grado di degrado dei beni culturali da affrontare per definire le linee generali di intervento. .

risultati: Attualmente sono stati analizzati e caratterizzati i prodotti di decomposizione provenienti da alcuni siti archeologici (Fondo Imperiale dell’Acqua del Collegio di Santa Cruz de Santiago, Tlatelolco a Città del Messico, Ixaquixtla a Puebla, Río Pec, Palamco e Becan a Campeche). È stato studiato il marmo del Palazzo delle Belle Arti di Città del Messico e sono stati condotti test per rimuovere la vernice spray utilizzata come graffiti vandalici su monumenti e monumenti storici utilizzando solventi e sistemi detergenti.

In questo senso, e con i risultati sperimentali ottenuti, sono iniziate le attività di restauro del patrimonio culturale, la cui attuazione è già iniziata in alcune zone del Messico dall’agosto 2016.

Un modello empirico “Stick-Slip” delle faglie tettoniche: metodi innovativi per la statistica applicati a sequenze sismiche sintetiche.

Attuazione dell’istituzione messicana: Università Metropolitana Autonoma (UAM).

Ente attuatore italiano: Istituto di Metrologia del Centro Nazionale delle Ricerche (CNR) Potenza.

sezione: Scienze esatte.

Obiettivo: Contribuire allo sviluppo delle conoscenze sui meccanismi di generazione dei terremoti “sliding stick” attraverso la creazione di un laboratorio congiunto tra le due istituzioni competenti. Questo laboratorio si propone di sviluppare e applicare metodi statistici avanzati per analizzare sequenze di serie temporali di terremoti artificiali prodotti sperimentalmente. Il laboratorio congiunto unisce le conoscenze statistiche, sismiche e di caratterizzazione fisica dei due gruppi di ricerca.

READ  Perché siamo già uno dei paesi dell'UE che non dorme mai

risultati: Un laboratorio sismico è stato installato presso UAM Azcapotzalco. Sono stati condotti esperimenti di laboratorio per sviluppare modelli di simulazione delle faglie tettoniche, al fine di contribuire ad una migliore comprensione della complessità dei meccanismi di “scivolamento” alla base della generazione dei terremoti, nonché per confrontare i risultati. ottenuti da test di laboratorio con quelli ottenuti da casi reali. Tale ricerca congiunta aiuterà a costruire modelli teorici e predittivi adeguati per la sismologia.

Attraverso queste azioni, AMEXCID condivide il meglio del Messico per affrontare le sfide globali e crescere insieme.