Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Messi ha perso contro il Paris Saint-Germain dopo 29 partite e l’allenatore Galtier si è detto deluso dalla sua squadra

Imbattuto, nel freddo e nelle piogge della Bretagna francese. La notte della reunion part-time del Trident si è rivelata scoraggiante per il Paris Saint-Germain. Un po’ Lionel Messi, molto meno Neymar e con 40 minuti Kylian Mbappé che non è più così concentrato dopo le due settimane di stop. Anche il resto della squadra non si è comportato all’altezza, e questo può essere evidenziato solo dal Gianluigi Donnarumma, Che con quattro salvataggi bloccati Sconfitta per 1-0 contro il Rennes Non era più vecchio.

Il Paris Saint-Germain, abituato a passare facilmente in Ligue 1, non è nella posizione di trascurare o rinunciare a punti. Era Seconda sconfitta consecutiva fuori casa E la differenza sul secondo, “Lens”, si riduce a tre unità.

Nell’autunno del 1 gennaio contro il Lens, Messi non era presente, godendosi le sue ultime ore di riposo a Rosario. Il numero 30 lo ha lasciato lontano, Nel marzo 2022 ho perso l’ultima partita Come il personaggio principale della squadra. Certo, non è facile dimenticare in tempo, perché era contro il Real Madrid Al Santiago Bernabéu, per gli ottavi di finale di UEFA Champions League. Dolorosa esclusione per le mancate risposte per fermare il ritorno della squadra di Carlo Ancelotti.

Hamary Traore festeggia il suo gol, la vittoria del RennesLOIC VENANCE – AFP

fino a questa domenica, Messi ha giocato 29 partite senza perdere con il Paris Saint-Germain, Con 24 vittorie e cinque pareggi. In quel periodo, ha segnato 17 gol e fornito 18 assist. Contro un Rennes forte e resistente, non è stato neanche lontanamente vicino al gol, a parte un tiro alto e un altro tentativo di tiro che è stato deviato. Sì, può aggiungere la classe di passaggio target con La massiccia consegna di un attacco di 30 metri nello spazio da parte di Mbappe, che si è deciso a marcare dalla destra e il tiro è andato oltre la traversa.

READ  Cavendish vince lo sprint e Van der Pol

L’attaccante francese, che ha incontrato di nuovo Messi questa settimana dopo essersi affrontati nella finale della Coppa del Mondo in Qatar, è entrato al 9′ della ripresa, così come l’esterno. Ashraf Hakimi Un altro è che gli sono state concesse due settimane di ferie. incontro è stato 300 mbappe nella sua carriera calcistica: 60esimo al Monaco (27 gol) e 240esimo al Paris Saint-Germain (191).

Highlights di Rennes 1 – Paris Saint-Germain 0

Il Rennes ha segnato il gol della vittoria al 20′ della seconda fase, dopo che la palla ha colpito Hakimi dalla destra e il capitano ha pareggiato con un cross. Donkey Traore. Il Paris Saint-Germain ha cercato di pareggiare in modo disordinato e rumoroso, senza nemmeno imporre la gerarchia di nessuno dei suoi membri all’approccio affiatato del Rennes, aggiungendo la sua nona vittoria casalinga consecutiva.

Carrozza passeggeri Cristoforo Galtier Non ha trovato scuse “Sono particolarmente deluso dalla nostra prestazione. Abbiamo concesso molte posizioni al concorrente e, soprattutto, Non abbiamo creato nulla. Abbiamo avuto pochissime situazioni favorevoli, tranne forse alla fine, quando abbiamo pagato in maniera disordinata.

Il fresco della Bretagna francese, con i suoi cinque gradi di calore, ha intorpidito i movimenti del PSG per gran parte del primo tempo. Messi è uscito per giocare con i guanti Mbappe sedeva sulla panchina, con indosso un cappuccio e un berretto di lana, lasciando vuoti solo gli occhi e il naso.

Messi, con un gesto di dispiacere al lato debole del Paris Saint-Germain
Messi, con un gesto di dispiacere al lato debole del Paris Saint-GermainMathieu Battier – AP

L’eroe francese sente una perdita Marco Verretti, Recupero da un infortunio al quadricipite destro. Il reso non sarà accelerato poiché la priorità è che arrivi in ​​​​buone condizioni all’arrivo Gli ottavi di finale di Champions League, contro il Bayern Monaco, e l’andata in programma il 14 febbraio, Al Parco dei Principi. Senza l’italiano, la costruzione del gioco dal cerchio centrale perde spessore e parametri. Questa domenica ha esordito per la prima volta – dopo essere entrato in sei partite dalla panchina – come centrocampista Warren Zaire EmeryAll’età di 16 anni, ha stabilito un primo record nella formazione iniziale del club.

Messi non riesce a crederci.  Dietro, il Rennes esulta per il gol di Traore
Messi non riesce a crederci. Dietro, il Rennes esulta per il gol di TraoreMathieu Battier – AP

Messi è partito in posizione avanzata sulla destra, ma ha subito notato la necessità di arretrare per entrare in contatto con la palla perché il PSG era poco preparato. Servono creatività e mobilità per spezzare il compatto 5-3-2 del Rennes, dalle linee estremamente serrate. “Se Leo cade, dovremmo avere molti punti di riferimento in alto, cosa che non avevamo. Nee e Leo sono usciti insieme per la palla nelle zone dove c’era gente. C’era possesso, ma pochissime situazioni offensive. Non c’era gioco verticale. Dobbiamo”. Per ritrovarlo. Al momento, abbiamo una mancanza di verticalità “, ha analizzato Galtier.

READ  Biglietti Boca a Cuba Argentina: prezzi e come acquistare

La prestazione di Neymar è stata molto irrilevante. Impreciso, ha perso molti palloni, poco attaccamento a Messi, manca piuttosto la ribellione con cui cerca di forzare il suo dribbling.

    Messi non vede l'ora di posizionarsi con il difensore Theat alle spalle
Messi non vede l’ora di posizionarsi con il difensore Theat alle spalleJean-Francois Monnier – AFP

Il tecnico ha sottolineato le difficoltà nel riprendere il record di gioco dopo il Mondiale: Per otto settimane il gruppo è stato schierato al completo, con giocatori provenienti da tutto il mondo, Assumendo altri principi di gioco con le proprie nazionali. Abbiamo avuto due sessioni di formazione per lavorare collettivamente con tutti. Avremo tempo per lavorare e trovare i nostri principi per giocare in modo molto più verticale e avere una migliore risposta offensiva, con supporto e centrocampisti provenienti dalla linea di fondo in modo da poterci connettere con i nostri tre attaccanti”.

La partita del Paris Saint-Germain ha segnato il primo tiro in porta dopo 19 minuti con un tiro di sinistro da fuori area di Messi ed è salito alto dopo una manovra collettiva avviata da Leo. L’evoluzione è stata molto tattica, senza i turni che solitamente caratterizzano il campionato francese. È stato un po’ più dinamico avanti e indietro nel secondo periodo, ma con un basso livello tecnico.

Il PSG avrà ora un’intera settimana senza impegni per Galtier su cui lavorare e modificare parti e movimenti. La prossima sfida sarà lunedì 23, per la Coppa di Francia, contro Paesi di Castello, Squadra Regionale, Sesta Divisione. Per quanto riguarda il campionato francese, si sfiderà di nuovo domenica 29, contro il Reims, al Parc des Princes. Ma il Bayern Monaco è già all’orizzonte ed è un motivo per consultare Galtier: “Se sei preoccupato per il Bayern Monaco? La festa è vicina e lontana, Ci concentreremo sulle partite che dobbiamo giocare per trovare più verticalità e continuità nel nostro gioco”.

READ  Andrs Guardado festeggia il ritorno di Memo Ochoa in Europa: "Non è mai troppo tardi, gli auguro ogni bene"
Ulteriori informazioni su The Trust Project