Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

memoria storica

Erano gli stessi che piangevano “Tarancon al muro”al funerale di Carrero Blanco, che quelli che piansero anni fa, quando si accampava la SEU “Non vogliamo re sciocchi”o chi ha pianto in quegli anni, per l’attuale estrema sinistra, il passaggio che non c’è “Morte al re dello spergiuro”o quelli che parlavano nella misera, e molto cauta, corte del Bardo, piccolo paese e devoto e nelle mense di Cyrano e Goya con tono superiore al “greco”, riferendosi al Regina Sofia — come scriveva Francisco Umbral alla vecchia maniera castigliana — raccontando alle signore con i visi da pergamena e le poche labbra dipinte di rosso, che avevano ereditato vecchi gioielli e mobili logori, da tavola a tavola, la voce che “povera donna” E aveva chiesto a Mondegar se quello fosse il palazzo reale, passando davanti all’ambasciata italiana durante la sua prima visita Madrid. Mondegar ha risposto in francese. “Più della mia signora.” “Certo”, commentavano tra brioche e croissant, “proviene da un paese povero come la Grecia… anche se era la nipote del Kaiser…”. Questo era uno Piccola parte della decorazione, il montaggio, lo spettacolo e il carattere teatrale del mondo che quelli attualmente chiamati titolari – in minuscolo – ricevono in questo esercizio per evocarli dove il kitsch trionfa sul male, persino sull’ignoranza. Ho persino perso un amore indimenticabile in quelle discussioni. Ma Ne è valsa la penaPerché la libertà, la civiltà e la fine della santità erano dietro l’angolo.

Il matrimonio di Don Juan Carlos e Dounia Sofia. (casa reale)

Il cardinale Dawn mi ha detto che sono la stessa cosa Ferdinando Sebastianopoi segretario dell’arcivescovo di Madrid, insieme a padre Martin Patino, della cui amicizia è valsa la pena, uno dei più Chiaro, luminoso e libero La Chiesa spagnola allora e oggi. E mi ha detto che lui stesso ha scritto – e questo è nei suoi diari – la lettera brillante, illuminante, spiritosa e dura di un Arcivescovo Madrid Leggeva a malapena, perché aveva dimenticato gli occhiali, a Jerónimos, vicino al monastero che oggi contiene la memoria degli austriaci più anziani, supponendo che ci fossero degli occhialini.

READ  Bioeducazione per la prevenzione del cancro del colon-retto

Questi erano gli stessi. da una parte. Per lo stesso di quello di Atocha, che ha causato questa massiccia concentrazione di “rossi” a Kowloon, di cui ero io. Quanti ricordi e quanti desideri per un tempo in cui tutto consisteva in un inseguimento Al pub Santa Barbarao alla farmacia di Velasquez, per incontrare i giovani poeti e i vecchi scrittori del tempo, con un certo senso di Superiorità morale e politica E la ferma convinzione che eravamo dalla parte giusta della storia e che il futuro è nostro. E si è scoperto che non lo era.

Questi due sono la stessa cosa, ma anche oggi. Il terrore era diffuso, mentre le occhiaie del Re sul suo viso apparentemente biancastro e rasato diventavano sempre più scure. Ma eravamo pieni di speranza e quando abbiamo sentito ‘Libertà senza ira’ le nostre anime si sono riempite di gioia travolgente, di entusiasmo giovanile, di lacrime spezzate. e Baby Kodrash, Capo di Stato Maggiore Suarez, Indimenticabili sabati organizzati in Moncloa con il presidente. E tutti quelli che entravano nella Sala delle Colonne erano convinti di essere maestri Scienze PoliticheSe ne andarono, trasformati in studenti delle vane delusioni di quel mago che serviva come capo, e che aveva una decenza sconosciuta in Storia della Spagna Dimettersi, perché “non voglio che la democrazia venga nuovamente messa tra parentesi in Spagna”.

Nel frattempo, sangue che scorre. Questo va detto. una volta e mille volte. flusso sanguigno in Spagna. Tanto giorno dopo giorno senza fermarsi. esercito. Guardie civiliE Polizia NazionaleUomini, donne, bambini. Per le strade, per le strade, nei centri commerciali… Ricordo il giorno in cui, a cento metri da casa mia a Kalipinar, pensavo che le cose stessero andando in pezzi. eta Fai saltare in aria un autobus della Guardia Civile nella città di El Viseu. E quello che ho visto non lo dimenticherò mai. Questi criminali erano gli stessi Partner esistenti per questo governo. Sembra che Il mondo stava cadendoMa tutto ciò che cadde furono i cervelli delle ventidue guardie, le loro braccia e gambe, ei loro occhi pallidi. E li ho visti.

READ  L'Italia aggiunge 927 contagi, con preoccupazione per la variabile delta
Murale dedicato al sindaco di PP assassinato da ETA nel 1997 (Fondazione Miguel Angel Blanco)

E ricordo il giorno dopo La casa del pannello a Guernicache senza il loro rispetto del re di Castiglia, secondo la stupida formula contenuta nella Costituzione nel XX secolo per soddisfare i nazionalisti e gli atei gesuiti oggi, l’autonomia delle province basche non avrebbe alcun supporto legale, accogliere i re Inno quell’inno in onore di un albero è testimonianza della modernità delle sue istituzioni.

E ricordo quando ero al birrificio di Santa Barbara, GraboO qualunque cosa, hanno fatto saltare in aria Curios Street. E quando ero a Parigi, a Euro Disney con mio nipote di otto anni, partner di questo governo Hanno assassinato Miguel Angel Blanco Alla vigilia del quattordici luglio, facendo tacere le mie lacrime affinché il ragazzo non mi vedesse, lo portai sugli Champs-Élysées ad assistere alla sfilata gloriosa di una nazione così fiera di sé e della sua storia.

Foto: Il re fa visita ad Adolfo Suarez per donargli il vello d'oroOpinione
Adolfo Suarez, la morte del gigante

Carlos Sanchez

Ricordo anche io fredda notte di febbraio Con le finestre spalancate conferenza dirottataaspettando che il re appaia, tra notizie di uccelli, per vedere se dobbiamo attraversare Castellana per farlo Chiedi asilo All’ambasciata britannica, se senti scendere i carri armati della divisione corazzata. E ricordo molte cose. Basta scrivere un libro, anche se è in memoria di Kodrich, che ci raccontò che la notte in cui Suárez si arrese a Taradillas e si arrese Competenze educative per la CatalognaUno di loro gli disse: “Signor Presidente, ha appena ucciso la Spagna”. Il 20 novembre 1975 alle 5:30 mi sono svegliato al debole suono dei cannoni. La morte di Franco.

Nei romanzi molto brevi, questa era la situazione in cui si trovava il vecchio re. Da lì siamo arrivati ​​oggi quanto tempo Qualsiasi rivenditore di farandulero Potrebbe interpretare questo ruolo profondamente spagnolo di Cid nella sezione mitica e pseudo-leggendaria di Santa Gadea a Burgos, dove Campeador è stato sostituito dalla televisione. C’è un equilibrio tra la scala? Anche senza la libertà portata dall’antico re Questo articolo sarebbe impossibile. Oggi è ancora possibile in tutta la Spagna. in tutto?

READ  Il vaccino Hebra produce più anticorpi di quelli prodotti da Pfizer come dose di richiamo

Erano gli stessi che piangevano “Tarancon al muro”al funerale di Carrero Blanco, che quelli che piansero anni fa, quando si accampava la SEU “Non vogliamo re sciocchi”o chi ha pianto in quegli anni, per l’attuale estrema sinistra, il passaggio che non c’è “Morte al re dello spergiuro”o quelli che parlavano nella misera, e molto cauta, corte del Bardo, piccolo paese e devoto e nelle mense di Cyrano e Goya con tono superiore al “greco”, riferendosi al Regina Sofia — come scriveva Francisco Umbral alla vecchia maniera castigliana — raccontando alle signore con i visi da pergamena e le poche labbra dipinte di rosso, che avevano ereditato vecchi gioielli e mobili logori, da tavola a tavola, la voce che “povera donna” E aveva chiesto a Mondegar se quello fosse il palazzo reale, passando davanti all’ambasciata italiana durante la sua prima visita Madrid. Mondegar ha risposto in francese. “Più della mia signora.” “Certo”, commentavano tra brioche e croissant, “proviene da un paese povero come la Grecia… anche se era la nipote del Kaiser…”. Questo era uno Piccola parte della decorazione, il montaggio, lo spettacolo e il carattere teatrale del mondo che quelli attualmente chiamati titolari – in minuscolo – ricevono in questo esercizio per evocarli dove il kitsch trionfa sul male, persino sull’ignoranza. Ho persino perso un amore indimenticabile in quelle discussioni. Ma Ne è valsa la penaPerché la libertà, la civiltà e la fine della santità erano dietro l’angolo.