Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Media: Paul Haggis arrestato in Italia per violenza sessuale | intrattenimento

I media italiani, citando i pubblici ministeri locali, hanno riferito che il regista Paul Haggis è stato arrestato domenica nel sud Italia con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una donna.

Haggis, 69 anni, due volte premio Oscar, è stato in Italia per un festival cinematografico iniziato martedì ad Ostuni, una cittadina turistica della Puglia. La regione costituisce il “tacco” della penisola italiana.

L’agenzia di stampa La Presse e altri media italiani hanno pubblicato una dichiarazione scritta dei pubblici ministeri della vicina città di Brindisi secondo cui stanno indagando sulle accuse secondo cui una “giovane donna straniera” è stata costretta a fare sesso “senza consenso” per due giorni.

L’avvocato di Haggis, Priya Choudhury, ha affermato che, sebbene non sia stato in grado di commentare le prove a causa della legge italiana, “Sono fiducioso che tutte le accuse contro il signor Haggis siano state archiviate. È completamente innocente ed è disposto a collaborare pienamente con le autorità in modo che la verità possa emergere rapidamente”.

I pm Antonio Negro e Livia Orlando, che stanno conducendo le indagini, hanno notato in un comunicato che la donna è stata “costretta a rivolgersi a un medico” dopo il rapporto. Dopo due giorni di reazioni discordanti, la donna artificiale è stata scortata “all’aeroporto di Brindisi domenica” e lì è stata abbandonata all’alba nonostante le sue precarie condizioni fisiche e psicologiche. “

La Procura della Repubblica di Brindisi è stata chiusa domenica.

Gli agenti di polizia della stazione hanno affermato di non essere autorizzati a rilasciare alcuna informazione sul caso, incluso se Haggis fosse trattenuto in una stazione di polizia o in un hotel o in un altro alloggio.

Haggis, nato in Canada, è regista, produttore e sceneggiatore. Ha vinto un Oscar per la migliore sceneggiatura originale nel 2006 per “Crash”.

Nella loro dichiarazione, hanno osservato i pubblici ministeri, la donna “ha formalizzato la sua denuncia e ha menzionato le circostanze oggetto dell’indagine per confermarla”. Non hanno dichiarato la loro nazionalità o età.

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.