Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Martinez a pari merito con il Brasile

Emiliano Martinez Ha messo in un’altra grande prestazione nella vittoria per 1-0 sull’Uruguay. Alla fine, il protagonista di un romanzo potrebbe essere un errore fallito, quando una palla esplode da sotto il suo corpo, Ma alla fine lo ha tenuto ed ha evitato quello che poteva essere l’1-1 dal palazzo. Un’altra vittoria, altri tre punti Pensando alla qualificazione per il Qatar 2022 e ora pensando al Brasile.

Martedì, dalle 20.30, la prestazione dell’Argentina a San Juan sarà misurata con quella guidata da Tite. Alla lotteria è stato chiesto se fosse una rappresaglia per quanto accaduto in passato Coppa America E non ha esitato ad aggiungere un po’ di pepe al duello precedente: “Anche se abbiamo giocato male, dobbiamo andare avanti con queste partite. Sapevamo che con la nostra vittoria di oggi avremmo fatto un grande passo avanti. Leo non aveva 100 anni. % e volevo esserlo. (… ) Non so se c’è una rivincita, vogliono vendetta. Giocheremo in casa, nel nord dell’Argentina, e vogliamo rendere felice la gente”.

Per quanto riguarda la vittoria sull’Uruguay, ha riconosciuto che non è stata giocata nel migliore dei modi e ha spiegato che a volte bisogna aggiungere altre spezie: “Questa squadra ha dei palloni fantastici, stiamo migliorando, questa è la serie positiva. Quando non giochi bene a volte devi vincere lo stesso”. Certo, i calcoli di qualificazione per il Qatar 2022 si giocano con le teste dei calciatori, e il portiere non fa eccezione. Sapevamo che vincere oggi sarebbe stato un passo da gigante. Non so se saremo al Mondiale, ma matematicamente e visti gli altri risultati abbiamo fatto un grande passo. Ci meritiamo tutto perché stiamo facendo molto bene , come i ragazzi che vengono e vogliono. Essere nel processo. Dall’allenatore. Ci rende orgogliosi”, ha detto.

READ  LIVE: Lionel Messi, molto emozionato, tiene una conferenza stampa dopo la sua partenza dal Barcellona

L’Aston Villa 1 ha anche impiegato qualche minuto per analizzare la sequenza che ha spaventato tutti gli argentini e ha spiegato: “Ho avuto un’esperienza molto difficile che mi ha commosso, mi hai steso così forte. Mi sono spaventato. Il campo era asciutto, ma fa male rapidamente. C’è azione da parte dei giocatori di bowling che a volte devono lasciare il piede indietro in anticipo. “Oggi l’ho lasciato e lui mi ha aiutato”.

Infine, parla di un caso Lionel Messi, chi è lontano dall’essere nella pienezza del fisico e Ha accettato di venire per qualche minuto dalla banca a prendersi cura di sé, pensando al Brasile. Ha concluso: “Vuole essere sempre così. È l’addestramento degli animali, voleva raggiungere il limite ma non era al 100%, ha deciso di non forzare e sembrava molto buono”.

Le commedie più memorabili di Martinez

Gran gol, tante parate e drop molto ravvicinato

Avendo vissuto nel momento sbagliato per così tanto tempo, dal 10 luglio. Dall’Olympic Tour al Maracana che ha posto fine a 28 anni di siccità, la Nazionale sta vivendo un’altra epoca, in cui tutto sta andando bene, vincendo anche quando non lo merita, e riuscendo a vincere nella sempre difficile Montevideo, anche se questo uruguaiano sta attraversando un periodo molto brutto.

Prima di colpire il bastone ed entrare, colpiscono il bastone e se ne vanno. Prima che il portiere possa girarsi ed entrare, ora sbaglia il pareggio una volta e lascia la palla dietro. In una delle peggiori partite del torneo Scaloni, la nazionale ha conquistato tre punti d’oro, che hanno quasi rosicchiato il biglietto per il Qatar, cosa abbastanza realizzabile se la vittoria di martedì sul Brasile a San Juan.

READ  Nel bel mezzo del boom di Messi, il PSG affronta il Racing de Strasbourg

La Nazionale ha giocato una brutta partita dall’inizio alla fine con un solo miraggio. Cosa è successo al 6′: alta pressione di Dybala, ha rubato il pallone a Bequerez e lo ha dato a Di Maria, il mancino ha segnato un gol con il suo timbro perché la maggior parte dei suoi gol da urlo, e lo ha sospeso da un angolo . Quella giocata era un segno che Scaloneta è Angelada perché è arrivato in quel momento, e un paio di più, ma non ha fatto gioco di squadra, ha subito errori individuali ed ha eliminato il classico perché Di María ha trasformato, perché Martínez ha preso diversi gol palle, perché Kitty ha corretto l’errore dei piloti e perché La Celeste non ha avuto quella fortuna che è sempre necessaria per pareggiare o vincere contro una potenza come l’Argentina.

Questo vampiro in Uruguay era molto diverso da quello che ballava a Monumental. Ma le due partite sono state più o meno le stesse: con il duello 0-0, il pareggio di Martinez ha riguardato corpo a corpo con Nandez. E al tocco, arrivò il grido di Angelito. Sembrava un remake, 3-0. Ma è stato solo quel breve periodo. La Nazionale ha sofferto di giocare senza Messi e l’alta pressione della squadra del Maestro.

La Scaloneta non poteva dare due passaggi di fila, quindi la palla non aveva affatto l’Argentina. Questo è un deficit che l’allenatore deve sforzarsi di correggere, perché ci sono tanti aspetti del gioco ed è difficile per la nazionale quando non ha palla. Ovviamente, quando Messi guarda 75 minuti dalla panchina.

READ  Kubica correrà in Italia con l'Alfa in assenza di Raikkonen

La luna di miele che è durata quattro mesi dovrebbe essere utilizzata numericamente e giudicata dalla Coppa del Mondo. Per riuscirci dobbiamo battere il Brasile e dare una serie di risultati. Si chiuderà così l’anno migliore per la nazionale da tanto tempo, ma allo stesso tempo lo staff tecnico dovrà rivedere questo video perché se tali errori vengono commessi contro concorrenti qualificati, il risultato non sarà lo stesso.