Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Martin Guzman terrà un “discorso chiave” sulla situazione internazionale alle Nazioni Unite

Guzman, Insegnare al CCK. Ora lo farà alle Nazioni Unite

Su invito delle Nazioni Unite, l’ex ministro dell’Economia, Martin Guzman, parlerà lunedì all’apertura della sessione sulla situazione economica globale e le prospettive per il 2023.

Guzman darà il direzione del discorsoo “The Pioneering Speech” alle 11 a New York, mezzogiorno in Argentina, che ha scelto con il titolo “Affrontare le crisi macroeconomiche e del debito dopo quattro decenni di globalizzazione mal gestita, COVID-19 e guerra”.

Nonostante sia un forum internazionale, le parole di Guzman potrebbero avere una risonanza diversa in Argentina, viste le improvvise dimissioni della sua amministrazione, lo scorso 2 luglio, attraverso un post sul social network Twitter, mentre il vicepresidente Cristina Kirchner Ha tenuto un discorso a Ensenada.

Le dimissioni hanno sorpreso lo stesso presidente della nazione e hanno provocato diverse settimane di turbolenze economiche, un costante rally del dollaro e un tasso di inflazione record del 7,4% al mese a luglio, che è sceso a malapena al 7% ad agosto, il primo mese dell’amministrazione . L’attuale ministro dell’Economia Serge Massa che ha assunto la carica dopo la breve amministrazione del successore di Guzmán, Silvia Patakis.

Dimissioni da Twitter

Guzmán si è dimesso dopo aver raggiunto gli obiettivi del secondo trimestre dell’accordo con il FMI, ma – come hanno denunciato i membri della successiva squadra economica – ha lasciato fuori dal palco molte strutture finanziarie e una situazione finanziaria tesa, in particolare a causa delle grandi scadenze del debito nel paese mercato, che ha addirittura alimentato speculazioni sulla “riclassificazione” delle passività interne che hanno contribuito anche al forte rialzo del dollaro “blu” e dei tassi finanziari, come “cash on liquidation” e “dollar bag”.

Guzmán, in uno dei decine di incontri che ha avuto con Kristalina Georgieva, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, organizzazione che fa parte del sistema delle Nazioni Unite
Guzmán, in uno dei decine di incontri che ha avuto con Kristalina Georgieva, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, organizzazione che fa parte del sistema delle Nazioni Unite

L’attuale ministro Sergio Massa afferma venerdì che prima del suo insediamento, il 3 agosto, le azioni erano scambiate in dollari a 356 pesos, scendendo tra 296 e 298 venerdì 30 settembre.Dopo il meccanismo del dollaro di soia, Economy è riuscita a sbloccare le esportazioni dell’aggregatore di semi di soia che il mese scorso ha liquidato vendite per oltre 8.120 milioni di dollari.

READ  La Fiebre Porcina Africana sigue avanzando in Italia e Tailandia

La presentazione di Guzmán alle Nazioni Unite si concentrerà sulla situazione globale e sulle sfide che devono affrontare le economie emergenti, comprese quelle dell’America Latina e del Cono meridionale della regione, per far fronte all’impatto dei tassi di interesse più elevati sulle economie avanzate, in particolare da parte del governo federale degli Stati Uniti Riserva e Banca Centrale Europea.

Blues di Manhattan

Guzmán ha vissuto per diversi anni a New York, dove era uno studente accademico Giuseppe Stiglitz, professore alla Columbia University, premio Nobel per l’economia nel 2001, che ha consigliato Alberto Fernandez e Cristina Kirchner. Tuttavia, il vicepresidente è diventato un aperto critico delle misure di Guzmán e dei suoi negoziati con il FMI dopo la sconfitta del governo alle elezioni primarie simultanee e obbligatorie (PASO) nel settembre 2021, che hanno portato al “Piano Plateta” in cui il governo ha ceduto i disaccordi in le elezioni legislative del novembre dello stesso anno. , ma non riuscì a ribaltare il risultato, che, tuttavia, fu celebrato come una “vittoria” per invito e atto in Plaza de Mayo.

In mezzo a queste critiche, però, Guzmán ha ricevuto un altro sostegno dai suoi sostenitori internazionali, Papa Francesco, che lo ha nominato nuovo membro della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali.fondata da Giovanni Paolo II nel gennaio 1994 e dedicata alla promozione dello studio e del progresso delle scienze sociali, in particolare dell’economia, della sociologia, del diritto e delle scienze politiche.

Guzmán e Papa Francesco, che lo scorso novembre lo hanno nominato membro della Pontificia Accademia delle Scienze EFE / Ambasciata Argentina in Italia
Guzmán e Papa Francesco, che lo scorso novembre lo hanno nominato membro della Pontificia Accademia delle Scienze EFE / Ambasciata Argentina in Italia

Amici e colleghi

Di recente, alla fine di luglio, ancora nel mezzo di una scossa di scambio, Guzmán è apparso a un incontro con Antonio Aracrel’amministratore delegato di Syngenta, con il quale ha parlato della “necessità di costruire consenso per un’Argentina più forte, con meno disuguaglianze e più opportunità per continuare a crescere”, ha twittato lo stesso Arraker.

READ  La spesa per le carte era l'80% di quella prima della crisi

Guzmán è arrivato alla carica pubblica da un punto di partenza accademico, ma mostra la ferma ambizione politica che era nella sua amministrazione come ministro che supportava l’Argentina ancora al FMI, Sergio Chodos.

Tuttavia, il rapporto con il fondo è stato una delle principali fonti di critica della Kirchneriya, che ha votato contro l’accordo negoziato da Guzmán e ha persino dichiarato che l’ex ministro “mentava loro” su vari punti dei negoziati con cui, alla fine, all’accordo raggiunto a gennaio Last ei suoi obiettivi sono stati approvati da Batakis e Guzmán, che gli sono succeduti nell’incarico.

Un’altra critica a Guzmán da parte del Kirchnerism è stata la sua insistenza sull’aumento delle tariffe per il servizio pubblico, in particolare elettricità e gas, per ridurre il peso dei sussidi nei conti finanziari. Quando Guzmán ha lasciato la scena, il kirchnerismo non ha resistito né criticato gli aumenti molto più elevati ordinati dall’attuale leadership economica, ma non ancora pienamente attuati.

Continuare a leggere: