Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Marte è un pianeta geologicamente attivo e hanno trovato una regione vulcanica delle dimensioni di Europa

Rappresentazione artistica di un pennacchio di mantello attivo – una grande massa di roccia calda e fluttuante – che sale dalle profondità di Marte e si spinge verso Elysium Planitia (EFE/Adrien Broquet & Audrey Lasbordes)

La maggior parte dell’attività vulcanica e tettonica su Marte si è verificata entro i primi 1,5 miliardi di anni, ma ora è considerata geodinamicamente inerte. Tuttavia, un nuovo studio ha identificato quello che è considerato un pennacchio attivo nel mantello.

Lo studio pubblicato dalla rivista Nature e condotto dall’Università dell’Arizona (USA) indica che il suddetto pennacchio di mantello, con un diametro di circa 4.000 km, sarà sotto Elysium planianel nord del pianeta, Questo spinge la crosta verso l’alto e porta il magma caldo in superficie.

Questa piuma può tuttavia spiegare il calo continua attività sismicascoperto di recente dalla sonda Visione della NASA che è su Marte dal 2018 e sta esplorando un’area chiamata Cerberus Fossae.

File foto: Mars Lander
FILE FOTO: Il lander Mars InSight della NASA, dedicato all’esplorazione delle profondità di Marte, è visto in un rendering non datato di un artista. Reuters/NASA/JPL-Caltech/Handout via Reuters Questa immagine è stata fornita da una terza parte. Viene distribuito, esattamente come riportato da Reuters, come servizio ai clienti. Solo per uso editoriale. Non in vendita per campagne di marketing o pubblicitarie/immagine file

È esattamente in questa zona dove Era il vulcano più recente del pianeta 53.000 anni fa, gli autori stimano che il centro penna.

La squadra si è diretta Adriano Broquet S Jeffrey AndrewsAnna Analizza la topografia, la gravità e la geologia della regione di Elysium Planitia.

Utilizzando modelli geofisici, hanno trovato la prova che l’intera regione si trova sopra un pennacchio di mantello. Una sostanza riscaldata tra 95 e 285 gradi Kelvinpiù caldo dei suoi dintorni.

“Il nostro studio presenta molteplici linee di prova che rivelano la presenza di un gigantesco pennacchio di mantello che è attualmente attivo su Marte”, ha affermato Broquet, ricercatore post-dottorato presso il Lunar and Planetary Laboratory dell’Università dell’Arizona.

READ  Finalmente la nuova versione di Android 12 inizia ad essere disponibile

Le piume del mantello sono grandi sacche di roccia caldo S galleggiante che emergono dalle profondità di un pianeta e perforano il suo strato intermedio, il mantello, raggiungendo la base della sua crosta, provocando terremoti, linee di faglia ed eruzioni vulcaniche. La catena delle Isole Hawaii, ad esempio, si è formata quando la placca del Pacifico si è spostata lentamente lungo il pennacchio del mantello.

07/05/2021 Sismometro della missione InSight NASA Policy and Technology Research
07/05/2021 Sismometro della missione InSight NASA Policy and Technology Research

“Abbiamo una forte evidenza che i pennacchi del mantello siano attivi Terra S Venerema non è previsto su un mondo piccolo e dovrebbe essere freddo come Marte”, ha detto Andrews Hannah.Marte Era più attivo da 3 a 4 miliardi di anni fa e l’opinione prevalente è che oggi il pianeta sia praticamente morto”.

“Un’enorme quantità di attività vulcanica costruita all’inizio della storia del pianeta I vulcani più alti del sistema solare La maggior parte dell’emisfero settentrionale è ricoperta da depositi vulcanici. “La poca attività che si è verificata nella storia recente è generalmente attribuita a processi passivi su un pianeta freddo”.

I ricercatori sono stati attratti da una quantità sorprendente di attività in una regione anonima di Marte chiamata Marte Elysium plania, una pianura all’interno delle pianure settentrionali di Marte, vicino all’equatore. A differenza di altre regioni vulcaniche su Marte, che non hanno visto molta attività per miliardi di anni, Elysium Planitia ha subito grandi eruzioni negli ultimi 200 milioni di anni.

Il lavoro precedente del nostro gruppo ha trovato prove in Elysium Planitia at eruzione vulcanica Il più giovane conosciuto su Marte, ha detto Andrews Hanna. “Ha generato una piccola eruzione di cenere vulcanica circa 53.000 anni fa, che ieri era principalmente geologica”.

22-07-2021 Illustrazione del modulo InSight con sismometro e cratere in primo piano POLITICA RESEARCH AND TECHNOLOGY NASA/JPL
22-07-2021 Illustrazione del modulo InSight con sismometro e cratere in primo piano POLITICA RESEARCH AND TECHNOLOGY NASA/JPL

I vulcani sul pianeta paradiso hanno origine da Cerbero Fusay, un gruppo di piccole crepe che si estendono per oltre 800 miglia sulla superficie di Marte. Di recente, la squadra la missione intuizione La NASA ha scoperto che quasi tutti i terremoti marziani provengono da questa regione. Sebbene questa giovane attività vulcanica e tettonica sia stata documentata, la causa sottostante è rimasta sconosciuta.

READ  WhatsApp Plus Rosso | Scarica APK | Ultima versione | ottobre 2022 | modalità di fuoco | aggiornato | Nessun annuncio | Scarica | Stati Uniti | Spagna | Messico | nda | nnni | gioco sportivo

Sulla Terra, vulcani e terremoti tendono ad essere associati a pennacchi di mantello o placche tettoniche, il ciclo globale dei continenti alla deriva che ricicla costantemente la crosta.

“Sappiamo che Marte non ha una tettonica a placche, quindi abbiamo studiato se l’attività che stiamo osservando nella regione di Cerberus Fossae sia causata da mantello di piume;disse Broquet.

piume del mantello, che possono essere considerate simili ad esso Calde gocce di cera Sorgendo in lampade di lava, testimoniano la loro presenza sulla Terra attraverso una classica sequenza di eventi. La calda materia della colonna spinge sulla superficie, rinforzati S stirata abbaio. La roccia fusa erutta dal pozzo mentre si formano basalti alluvionali Vaste pianure vulcaniche.

Quando il team ha studiato le caratteristiche di Elysium Planitia, ha trovato prove della stessa sequenza di eventi su Marte. La superficie di Marte è aumentata di oltre un miglio, rendendola una delle aree più alte delle vaste pianure settentrionali di Marte. Le analisi delle sottili variazioni nel campo gravitazionale hanno indicato che questo sollevamento è sostenuto dalle profondità del pianeta, Il che è coerente con la presenza di una piuma del mantello.

Ulteriori misurazioni hanno mostrato che il pavimento dei crateri da impatto è inclinato verso il basso, a sostegno dell’idea che qualcosa abbia spinto la superficie verso l’alto dopo la formazione dei crateri. Infine, quando i ricercatori hanno applicato un modello tettonico alla regione, hanno scoperto che la presenza di un pennacchio gigante, da 3700km In linea di massima, era l’unico modo per spiegare l’entità responsabile della formazione di Cerberus Fossae.

READ  Ottieni 100% The Impossible Guitar Hero Song in un'impresa straordinaria

In termini di ciò che puoi aspettarti di vedere con una colonna a fascia attiva, Elysium Planitia spunta tutte le caselle giuste.La scoperta sfida i modelli che gli scienziati planetari usano per studiare l’evoluzione termica dei pianeti, ha detto Broquet, aggiungendo che la scoperta è una sfida. “Questo pennacchio del mantello ha colpito un’area di Marte grande all’incirca come gli Stati Uniti continentali. Studi futuri dovranno trovare un modo per spiegare un pennacchio del mantello molto grande che non ci si aspettava esistesse”.

“Pensavamo che InSight fosse atterrato su una delle regioni geologicamente più noiose di Marte, una bella superficie piatta che dovrebbe rappresentare approssimativamente le pianure del pianeta”, ha aggiunto Broquet. “Invece, il nostro studio mostra che InSight è atterrato direttamente sopra un pennacchio attivo”.

Come sulla Terra, la presenza di un pennacchio attivo sta spingendo attività geologica L’energia locale sostenibile, comprese le paludi rilevate da InSight, è la causa della lenta apertura della crosta sotto le trincee di Cerberus.

Questi risultati potrebbero indicare che Marte è il terzo corpo del sistema solare interno, dopo la Terra e Venere, con pennacchi di mantello attualmente attivi.

(con informazioni da EP ed EFE)

Continuare a leggere: