Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Mario Draghi annuncerà al Parlamento questo mercoledì se è ancora Presidente del Consiglio o meno | mondo | Dott..

A seconda che Mario Draghi dia carattere irreversibile alle dimissioni respinte dal capo dello Stato, Sergio Mattarella, giovedì scorso, e le mandi in Parlamento, si aprono quattro possibili scenari, a partire dal rimanere così com’è fino alle elezioni anticipate, il più logico opzione in L’ora corrente, secondo la maggior parte degli esperti.

In ogni caso, la crisi politica è spalancata, con quattro possibili soluzioni:

con il mio cavaliere

L’attuale governo sopravvive: tutti i partiti nella coalizione di governo, compreso il M5S, stanno mostrando il loro sostegno a Draghi, che accetta di rimanere come primo ministro, possibilmente dopo il raggiungimento di un nuovo accordo di governo e un voto di fiducia al parlamento.

È una scelta complicata perché il M5S è immerso nella confusione, con posizioni diverse sulla questione, più i partiti di destra della maggioranza sostenuti da Draghi, il conservatore Forza Italia e la Lega di estrema destra, hanno mostrato contrarietà al mantenimento alleanza con il M5S.

L’attuale governo finisce e Draghi guida un nuovo incarico esecutivo:

Il Presidente del Consiglio si dimette, ma riceve dal Capo dello Stato un nuovo mandato per formare un governo, che può avere la stessa maggioranza o un governo diverso, forse lo stesso di adesso senza il M5S.

È un’ipotesi improbabile, poiché il presidente del Consiglio ha ribadito che non avrebbe guidato un “Draghi duplicato” e ancor di più senza il M5S nella coalizione di governo, motivo delle sue dimissioni.

Niente Dragy

Viene nominato un nuovo primo ministro per consentire la fine della legislatura:

Draghi si dimette e autorizza Mattarella qualcun altro a guidare il governo fino alla prossima primavera, o almeno fino a fine anno fino all’approvazione della legge di bilancio, per la quale sarà necessario avere un “tecnico”, come il ministro dell’Economia , Daniel Franco, il cui nome suona di più.

READ  “La pesca non può sprecare capitale umano importante quanto le donne”.

È anche una scelta molto irrealistica, perché la maggior parte dei leader della coalizione – su cui è difficile essere d’accordo – hanno già detto che senza Draghi l’unica possibilità sono le elezioni.

Le elezioni anticipate sono indette:

Draghi si dimette e Mattarella risolve i circuiti. Le elezioni si svolgeranno il 25 settembre (o la prima domenica di ottobre), secondo le scadenze stabilite dalla costituzione, e il governo continuerà a lavorare per gestire la “normale amministrazione”, anche se non è chiaro se ciò lo consentirà. Approvazione dei decreti urgenti e della legge di bilancio.

Fino all’apertura del nuovo parlamento e del nuovo governo, Draghi potrebbe rimanere primo ministro fino a novembre. Al momento questa è l’ipotesi più probabile, ma nulla è stato deciso e non avverrà fino a mercoledì prossimo.

jov (efe, il messaggio)