Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Malpaso” vince il Premio Speciale della Giuria al Festival del Cinema Italiano

Malpaso, diretto da Hector M. Valdez, ha vinto il Premio Speciale della Giuria al Festival del Cinema Ibero-Latinoamericano di Trieste in Italia.

Il lungometraggio di 80 minuti è stato proiettato nelle sale cinematografiche della città italiana da venerdì scorso 12 a domenica 14 nell’ambito del Film Day che si è svolto dal 6 a lunedì 15 novembre.

Allo stesso modo, gli appassionati di cinema hanno potuto guardare “Malpaso” sulle piattaforme web del festival dallo scorso sabato 13 a lunedì 15.

Hector M. Valdez (Santo Domingo, 1989) si è laureato alla McGill University di Montreal, QC. Ha iniziato a girare cortometraggi quando era un adolescente e ha fatto il suo debutto cinematografico nel 2013.
Nel 2017, il suo film “Peaches” è stato presentato in anteprima al Montreal International Film Festival e ha vinto il premio “Film of the Festival” al Raindance Film Festival nello stesso anno.

Poi ha pubblicato il suo terzo lungometraggio “Malpaso” alla fine del 2019 al Tallinn Black Nights Film Festival e ha vinto importanti premi come “Biznaga Silver for Best Music” al Málaga Film Festival e Best International Film. Al Festival del cinema di New York.

“Malpaso” è un altro passo nella filmografia del giovane regista di storie di vari temi come “L’innocenza del sud”, “Repubblica del colore” o “Pesca”.

La varietà esprime una continua ricerca di un’identità audiovisiva, e in “Malpaso” presenta un dramma di intenti etnici e sociali.

Tra i suoi eroi ci sono Luis Brian Mesa, Ariel Diaz, Peter Jean Baptiste, Marie-Michel Basil e Vicente Santos.

Oltre ai giovani attori Mesa e Diaz, sono coinvolti anche i professionisti Pepe Sierra e Ramon Candelario, oltre a Wigberto Deschamps, Peter Jean Baptiste e altri.

READ  Olimpiadi di Tokyo: 8 momenti olimpici di ispirazione (dopo il Covid)

Quando ha realizzato il film, Valdez ha ricordato l’impressione che il suo primo incontro con il confine dominicano-haitiano, da adolescente, gli abbia dato, soprattutto, il mercato binazionale tra Haiti e la Repubblica Dominicana.

“Ho sempre avuto bisogno di raccontare una storia sui confini”, ha commentato nel 2019 e che questo film è stato il risultato.

+ dal film
Malpaso racconta la storia di Candido e Braulio, cresciuti dal nonno alla periferia del mercato di confine di Khimani. Giorno dopo giorno, Braulio aiuta il nonno a vendere carbone al mercato, mentre Cándido rimane legato alle faccende domestiche a causa del suo albinismo. Le loro vite prendono una svolta inaspettata dopo la morte del nonno.

Braulio dovrà occuparsi del fratello ed entrambi cercheranno di sopravvivere giorno per giorno. A sua volta, Candido non smette di sognare il ritorno definitivo del padre, abbandonato alla nascita.

La sceneggiatura è stata scritta da Hector Valdez con Jose Ramon Alama, David Maller, Jose Pastor e Angel de la Cruz.

Fotografia di Juan Carlos Gómez; Edizione, Rossio Gattinone; colonna sonora, Pascal Jenny; Audio, Laboratorio delle Poste La Nave.

Girato al Bi-National Market di Malpaso, Jimani ed è girato interamente in bianco e nero.

“Malpaso” 2020 è stato selezionato per rappresentare la Repubblica Dominicana ai Goya Awards 2020.

Oltre alle vittorie del film in importanti eventi cinematografici internazionali, c’è anche il premio per il miglior film al Trinidad and Tobago Film Festival che si svolge in quel paese.